ESC 2019: ecco le tre città candidate per ospitare l’evento

e03c59819b06d334ff287f2915834169.png

In vista della decisione ufficiale sulla città ospitante e sulla sede dell’Eurovision Song Contest 2019, i rappresentanti dell’EBU-UER si sono incontrati con l’emittente pubblica israelian organizzatrice, כאן (KAN/IPBC), in Israele per esaminare le diverse opzioni.

Il Supervisore Esecutivo dell’EBU-UER, Jon Ola Sand e l’Event Supervisor, Nadja Burkhardt, sono stati raggiunti dai rappresentanti della KAN/IPBC per incontrare i funzionari delle città di Gerusalemme (Jerusalem Arena, הארנה ירושלים‎, HaArena Yerushalayim, Pais Arena Jerusalem,פיס ארנה ירושלים‎, HaPais Arena Yerushalayim)), Tel Aviv (Tel Aviv Convention Center,מרכז הירידים – תל אביב‎) (ex Israel Trade Fairs and Convention Center, מרכז הירידים והקונגרסים בישראל,  Gnei Hataarucha (Exhibition Grounds), Tel Aviv Fairgrounds) ed Eilat (si dovrebbe costruire una nuova sede adatta per l’evento).

Negli ultimi due giorni hanno ispezionato la Pais Arena di Gerusalemme e il Convention Center di Tel Aviv. Hanno inoltre incontrato i rappresentanti della città di Eilat, i quali hanno presentato un piano ambizioso per la costruzione di una sede nel porto di Eilat, rendendo di fatto la città adatta ad ospitare l’Eurovision Song Contest 2019.

Dopo le ispezioni a Tel Aviv e Gerusalemme e la presentazione da parte della città di Eilat, Jon Ola Sand ha dichiarato: “Siamo aperti a soluzioni fuori da schemi rigidi, come lo siamo stati in passato, se verranno rispettati i programmi.”

La decisione finale sulla città ospitante e sulla sede dell’Eurovision Song Contest 2019 deve essere approvata dal Gruppo di Riferimento, l’organo di governo del concorso a nome delle emittenti partecipanti.

Questo slideshow richiede JavaScript.