ESC 2019 – Islanda: RÚV ha aperto il termine di presentazione delle domande di iscrizione per lo Söngvakeppnin 2019

RÚV

L’emitente pubblica islandese RÚV ha reso noto oggi le date dello Söngvakeppnin 2019 (noto anche come Söngvakeppni Sjónvarpsins / Television Singing Contest), selezione nazionale dell’Islanda per partecipare alla 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la terza volta in assoluto in Israele (dopo l’Eurovision Song Contest 1979 e l’Eurovision Song Contest 1999), presso l’EXPO Tel Aviv (International Convention Center) il 14, 16 e 18 maggio del prossimo anno, grazie alla vittoria di Netta Barzilai con la canzone “TOY”.

Lo Söngvakeppni Sjónvarpsins 2019 sarà caratterizato da due Semi-finali che si terrano il 9 Febbraio e il 16 Febbraio 2019 ed una Finale che si terrà il 2 Marzo 2019 presso lo Laugardalshöll Arena (Íþróttahöllin í Laugardal) di Reykjavík.

La RÚV ha aperto il termine di presentazione delle domande di iscrizione per la loro selezione nazionale, invitando a tutti coloro che sono interessati (cantanti, compositori e parolieri con cittadinanza islandese oppure stranieri con residenza permanente in Islanda) a presentare le loro proposte fino alle 23:59 del 22 Ottobre 2018, tramite il seguente modulo online sul sito songvakeppnin.is.

Poche modifiche saranno apportate all’edizione 2019 del concorso, in quanto il numero dei semifinalisti è ridotto a solo dieci artisti, invece del solito 12. RÚV ha anche ingaggiato il coreografo britannico Lee Proud come direttore artistico per il concorso, mentre Samúel J. Samúelsson sarà di nuovo il direttore musicale.

RÚV Assistant Program Manager, Ragnhildur Steinunn Jónsdóttir, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Il concorso si sta espandendo di anno in anno e siamo stati estremamente soddisfatti del suo sviluppo. Quest’anno abbiamo deciso di subire alcune modifiche e pensiamo che offrirà più varietà, divertimento e regolamenti ancora migliori.”

Cinque brani/interpreti si sfideranno in ogni Semi-finale e i 3 migliori brani/interpreti di ognuna si qualificheranno direttamente in Finale, decisi dal televoto del pubblico. Come è accaduto per l’edizione precedente i brani dovranno essere eseguiti in islandese in Semi-Finale, mentre in Finale gli interpreti dovranno eseguire le rispettive canzoni nella lingua con cui si esibiranno sul palco delll’EXPO Tel Aviv (International Convention Center) di Tel Aviv in caso di vittoria nella selezione nazionale (in islandese oppure in inglese, a scelta dei partecipanti).

Cinque sono i brani/interpreti che si sfideranno nella finale del 2 Marzo 2019: 3 dalla 1ª Semi-finale e 3 dalla 2ª Semi-finale. La giuria si riserva la possibilità di aggiungere un altro finalista (wildcard).

Nella finale, il primo turno di votazione sarà costituito dalla combinazione della giuria di esperti (50%) e il televoto del pubblico (50%), che determinerà le prime due canzoni che vanno alla finalissima. Delle due canzione qualificate per il secondo turno di votazione il televoto del pubblico (100%) determinerà il vincitore del concorso.

I nomi dei compositori e artisti saranno resi noti in una fase successiva.

Ecco di seguito il Regolamento in formato pdf (Reglur Söngvakeppin 2019 – in islandese).

Islanda è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Lisbona da Ari Ólafsson e il brano “Our Choice” (Heim) – scelti entrambi  al Söngvakeppnin 2018, il processo di selezione nazionale per l’Eurovision Song Contest -, scritto e composto da Þórunn Erna Clausen e pubblicato il 20 gennaio 2018 su etichetta discografica Ríkisútvarpið. Dopo aver superato le semifinali ha avuto accesso alla finale, ha presentato la versione inglese del brano “Our Choice”, nella quale è stato proclamato vincitore del programma arrivando primo nel televoto. Questo gli concede il diritto di rappresentare l’Islanda all’Eurovision Song Contest 2018, a Lisbona. L’artista si è esibito nella prima semifinale della manifestazione dell’8 maggio 2018, competendo con altri 18 artisti per uno dei dieci posti nella finale, mancando la qualificazione alla finale del 12 maggio e classificandosi diciannovesimo con 15 punti.

L’Islanda ha debuttato all’Eurovision Song Contest 1986. In 31 partecipazioni (24 finali), ancora non è riuscita ha vincere la manifestazione. Come migliori risultati, ha ottenuto due secondi posti, uno nel 1999 con Selma e il suo brano “All out of luck” e l’altro nel 2009 con Jóhanna e il suo brano “Is it true?”, a 10 anni di distanza l’uno dall’altro. È l’unico paese nordico a non avere ancora vinto l’evento. Nel 2005, per la prima volta dall’introduzione di una semifinale, non riesce a qualificarsi per la serata finale.