JESC 2018: Marco Boni vince la 24ª edizione del Premio Mia Martini per la sezione Nuove Proposte 2018

Marco-Boni-avezznao.jpg

Il giovanissimo Marco Boni vince la 24ª edizione del Premio Mia Martini per la sezione Nuove Proposte 2018 con il brano “Amica mia”.

Il giovanissimo artista abruzzese è stato apprezzato da tutti, dalla giuria al pubblico che durante la proclamazione si è alzato con un lungo applauso.

vice-consegna-premio-boni

Il secondo posto si e classificato Niko Albano dalla Campania e al terzo Giulia Ferrara della Lombardia. 

L’evento è stato condotto da Savino Zaba e Emanuela Tittocchia con la partecipazione straordinaria di Rocco Gigolò e l’inviata speciale Elena Morale.

I premi speciali sono andati a Moris – (migliore voce), Marco Boni (interpretazione), Andilio’s (Premio Giancarlo Bigazzi), Niko Albano (critica) e Giulia Beretta (Radiofonico).

Una super serata con tanti ospiti che hanno divertito e appassionato il numeroso pubblico accorso nella città delle sirene per assistere alla serata conclusiva del Premio Mia Martini 2018.

I premi dell’edizione 2018 sono andati a: Red Canzian– Premio Mia Martini alla Carriera; Teresa De Sio – Premio Mia Martini alla Carriera; Roberta Bonanno – Premio Mia Martini; Luca Napolitano – Premio Speciale Mia Martini; Mimmo Cavallaro – Premio Speciale Mia Martini; Ful Mama – Targa Premio Mia Martini; Davide De Martino – Targa Premio Mia Martini per i social.

Gli altri premi sono stati assegnati da una giuria competente ed attenta composta da Franco Fasano Direttore Artistico del premio, Mario Rosini, Luca Napolitano, Nathalie. Per la sezione Etnosong  primo classificato Officine Popolari Lucane (Lucania), Premio della critica al gruppo Campano le Ninfe della Tamorra, mentre il Premio Speciale Presenza Scenica è andato al gruppo: Suoni Antichi i Bottari di Macerata Campana.

Per la sezione dei piccoli, Una voce per Mimì il primo posto è stato assegnato a Aruzhan Ardak del Kazahstan, i premi speciali sono andati ai piccoli: Elena Caroleo della Calabria, Alessandra Grigore della Lombardia.

Roberta Bonanno, 33 anni, la vincitrice del Premio Mia Martini 2018. La cantante ha ricevuto il riconoscimento a Bagnara Calabra lo scorso sabato, nel corso della serata finale della manifestazione dedicata all’indimenticabile Mimì, giunta quest’anno alla sua 24°edizione. Il direttore artistico Franco Fasano e il patron Nino Romeo hanno assegnato il premio a Roberta Bonanno con questa motivazione: «perché continui con la sua voce a difendere la squadra delle grandi interpreti della nostra musica e non solo». La cantante si è poi esibita, accompagnata al piano da Mario Rosini, in una sua interpretazione di “Notturno”, uno dei brani più emozionanti di Mia Martini. «Desideravo da tempo poter far parte di questa squadra», racconta Roberta Bonanno, « grazie a Franco Fasano, un amico, un maestro e un vero punto di riferimento per tutti gli artisti che sono qui e anche per me! Grazie a Nino, di cuore. E grazie a questo Premio perché fare l’interprete non è facile: ci vuole tanta passione, felicità, gioia, ma soprattutto voglia di condivisione, perché la musica è questo». 

Il Premio Mia Martini viene istituito nell’anno 1995 a Bagnara Calabra, città natia della grande interprete della canzone italiana, per volontà del regista Nino Romeo, a ricordo dell’amica scomparsa. Ventiquattro anni di grandi successi per una manifestazione entrata a far parte degli appuntamenti artistici culturali più importanti d’Europa.

Intanto il 14enne Marco Boni si prepara a rappresentare l’Italia alla 16ª edizione dello Junior Eurovision Song Contest 2018 che si terrà per la seconda volta in Bielorussia – dopo lo Junior Eurovision Song Contest 2010 – presso  la Minsk Arena  (Мінск-Арэна) il prossimo 25 novembre 2018Un’altra grande soddisfazione si aggiunge a quelle portate a casa dal marsicano Boni in questi giorni dalla Calabria e con i successi collezionati nelle trasmissioni televisive “Ti lascio una canzone 2016” e “Prodigi”. In Bielorussia con lui ci sarà un altro baby talento: Melissa Di Pasca di Alassio, in provincia di Savona. Insieme canteranno “What is love” – è il titolo in inglese ma la canzone ha il testo in italiano come da regolamento -, arrangiata dal maestro Peppe Vessicchio.

RAI Gulp ha scelto il brano e i due interpreti in collaborazione con l’Antoniano di Bologna. Per il terzo anno consecutivo, infatti, si è rinnovata la collaborazione tra RAI e Antoniano in vista della più importante competizione dedicata ai giovani artisti di tutta Europa: il Junior Eurovision Song Contest. RAI Ragazzi ha affidato all’Antoniano con la Direzione Artistica di Fabrizio Palaferri (già direttore artistico nel 2016 e 2017), la produzione del brano che rappresenterà l’Italia e la ricerca degli interpreti più adatti alla canzone scelta.

La finale dello Junior Eurovision Song Contest 2018 verrà trasmessa in diretta da Rai Gulp.