Sanremo 2019: Gianni Morandi e Vanessa Incontrada verso la conduzione di Sanremo 2019?

Publication1

I due conduttori sarebbero in «pole position» per presentare la prossima edizione del Festival diretto da Claudio Baglioni

Siamo ancora alla fine di novembre ma, come ogni anno, è già partito il toto-conduttori di Sanremo. Proprio in questi giorni si stanno tenendo gli importanti incontri che decideranno chi salirà sul palco del Teatro Ariston di Sanremo da martedì 5 a sabato 9 febbraio 2019 per presentare la 69a edizione del Festival della Canzone Italiana, diretto per il secondo anno consecutivo da Claudio Baglioni, che ne è anche il direttore artistico. Le cinque serate sono trasmesse da Rai 1 (in alta definizione su Rai HD) e da Rai Radio 1 e Rai Radio 2. Al Festival di Sanremo 2019 partecipano 24 cantanti senza distinzione tra Big e Nuove Proposte. Di questi, due cantanti sono i vincitori di Sanremo Giovani 2018.

Secondo TV Sorrisi e Canzoni sarebbero Vanessa Incontrada e Gianni Morandi i due co-conduttori in «pole position» per Sanremo 2019, al fianco del direttore artistico Claudio Baglioni. Le trattative, che li vedrebbero in «pole position» per la conduzione, sarebbero già entrate in uno stadio avanzato.

Gianni Morandi è un veterano di Sanremo, a cui ha partecipato più volte: vinse nel 1987 con «Si può dare di più» insieme con Umberto Tozzi ed Enrico Ruggeri, e poi lo condusse nel 2011 e nel 2012 sotto la direzione di Gianmarco Mazzi. Per Morandi sarebbe un clamoroso ritorno all’Ariston, a 6 anni dalla 2° e ultima conduzione. Vanessa Incontrada, invece, non ha mai partecipato al Festival, ma ha condotto un’edizione di «Sanremo Giovani» nel 2001. Per la Incontrada, invece, sarebbe un esordio assoluto

I due conduttori hanno in comune un’altra cosa: sono tra i volti più popolari della fiction italiana degli ultimi anni, lui grazie a «L’isola di Pietro» su Canale 5, lei con molti titoli di successo di Raiuno come «Non dirlo al mio capo», «Scomparsa» e «Il capitano Maria». Il suo nuovo film tv «I nostri figli» andrà in onda il 6 dicembre, sempre su Raiuno.

Al momento la notizia è in attesa di conferme ufficiali, ma sempre secondo le ultime indiscrezioni il direttore artistico Baglioni starebbe valutando anche un’altra strada, più comica, scegliendo come suoi co-conduttori Claudio Bisio e Virginia Raffaele: per l’attore si tratterebbe di un ritorno dopo l’ospitata festivaliera del 2013, in piena era Fazio, mentre per la comica romana – reduce dal clamoroso flop della sua prima serie tv, Come quando fuori piove – si tratterebbe dell’ennesimo gradito ritorno.

Nel 2016 condusse con Carlo Conti, mentre negli ultimi due anni è stata al Festival in veste di ospite, l’ultima volta fortemente voluta proprio da Baglioni. Per ora dai diretti interessati non arriva alcuna conferma e per l’ufficializzazione definitiva occorrerà attendere ancora qualche settimana. Ma le indiscrezione aggiungono anche che Baglioni ragiona sull’ipotesi Raffaele-Bisio-Incontrada.

Alla nuova edizione del Festival di Sanremo 2019 mancano circa 3 mesi. Nel frattempo, il cast dei Big è decisamente in “work in progress”, alla ricerca di nomi da urlo da fare esibire sul celebre palcoscenico del Teatro Ariston di Sanremo. Ecco perché, già un paio di settimane fa, tra le pagine del settimanale Chi, si erano evidenziati i primi nomi decisamente interessanti. Ecco cosa si leggeva: “Sanremo in progress. Tra i big in gara al prossimo Festival di Sanremo potrebbero tornare al teatro Ariston Nek, Paola Turci, Arisa, Giusy Ferreri e la rivelazione Ultimo (che sarebbe tra i favoriti). Ci sarà anche solo uno tra i ragazzi di Amici di Maria De Filippi: Irama o Riki (Riccardo Marcuzzo). Chi la spunterà tra questi due ragazzi? In stand by c’è ancora la posizione di Loredana Bertè che non apprezza la lunga attesa per sapere se parteciperà oppure no. Scintille all’orizzonte”. A distanza di due settimane, sempre la rivista diretta da Alfonso Signorini, fa sapere la virata rock del Festival, da sempre tradizionale verso uno stile canoro tradizionale e talvolta anche nazionalpopolare.

Secondo il settimanale Chi, i primi due nomi del Festival di Sanremo 2019, sarebbero già confermati. E vi assicuriamo, stiamo proprio parlando di due vere regine della musica italiana. “Sanremo diventa rock. Dopo il colpaccio di Loredana Bertè che tornerà in gara, il direttore artistico del Festival di Sanremo, Claudio Baglioni, piazza un altro grosso colpo. ‘Chi’ rivela in esclusiva che tornerà sul palco dell’Ariston anche Patty Pravo. Inoltre Baglioni ha deciso che per la prossima edizione non canteranno personaggi della tv “prestati” alla kermesse, ma solo professionisti ed emergenti”, di legge. L’ufficializzazione dei nomi che parteciperanno alla kermesse, verrà annunciata nel corso degli appuntamenti con Sanremo Giovani, il prossimo 20 e 21 dicembre. Durante quella occasione, ci sarà la nuova scrematura dei giovani attualmente in lizza.

Ecco la lista ufficiali dei i 24 finalisti di Sanremo Giovani (tanti gli ex concorrenti di talent show che tentano di raggiungere il palco del Teatro Ariston): Federica Abbate – “Finalmente” (stimata autrice della nuova generazione che fa il suo esordio da cantautrice), Andrea Biagioni – “Alba piena” (già concorrente di X Factor 2016), Cannella – “Nei miei ricordi”, Laura Ciriaco – “L’inizio” (concorrente dell’edizione 2018 di The Voice), Diego Conti – “3 Gradi” (ex concorrente di X Factor), Cordio – “La nostra vita”, Deschema – “Cristallo”, Einar – “Centomila volte” (ex concorrente di X Factor e di Amici), Fedrix & Flaw – “L’impresa”, Fosco17 – “Dicembre”, La Rua – “Alla mia età si vola” (ex concorrenti di Amici e di Sarà Sanremo), La Zero – “Nina è brava”, Le Ore – “La mia felpa è come me”, Mahmood – “Gioventù bruciata” (ex X Factor ed ex vincitore di Area Sanremo), Marte Marasco – “Nella mia testa”, Mescalina – “Chiamami amore adesso”, Francesca Miola – “Amarsi non serve”, Giulia Mutti – “Almeno tre”, Nyvinne – “Io ti penso” (ex Sarà Sanremo), Ros – “Incendio” (già ad X Factor), Roberto Saita – “Niwrad”, Sisma – “Slow motion”, Symo – “Paura di amare”, Wepro – “Stop/Replay”.

Quest’anno Sanremo Giovani diventa infatti un festival a sé che si svolgerà in due serate, il 20 e 21 dicembre in prima serata su Rai1 in diretta dal Teatro del Casinò. Ognuna della sue serate vedrà sfidarsi 12 concorrenti e promuoverà un vincitore. I primi classificati delle due serate accederanno direttamente in gara a Sanremo 2019 e si contenderanno la vittoria con i big. Non ci sarà infatti più la categoria Giovani nel festival di febbraio.

A selezionare i 24 finalisti è stata la Commissione Musicale del festival, presieduta da Claudio Baglioni e formata da Claudio Fasulo, Massimo Giuliano, Massimo Martelli, Duccio Forzano e Geoff Westley.

Le due prime serate di Sanremo Giovani, il 20 e il 21 dicembre su Rai1, saranno condotte da Pippo Baudo e Fabio Rovazzi. Baudo, collegatosi oggi al telefono con ‘Radio2 Social Club’, ha voluto ringraziare Baglioni: “Mi hai fatto davvero un bel regalo. Non me l’aspettavo. Questa formula che abolisce la divisione tra Giovani e Big nel festival di febbraio e dà ai giovani uno spazio tutto loro, promuovendone due direttamente nella gara di febbraio, mi piace molto. Può funzionare”, ha detto il conduttore recordman delle conduzioni sanremesi, con 13 festival all’attivo (“che diventano 15, con la partecipazione dello scorso anno e la conduzione di Sanremo Giovani di quest’anno”, ha detto Baglioni). Rai1 proporrà anche quattro appuntamenti pomeridiani condotti da Luca Barbarossa dal 17 al 20 dicembre per far conoscere al grande pubblico i 24 finalisti.