ESC 2019: Continua la sessione di prove – Giorno 10

Publication2pr

3ª Prova Generale della Prima Semi-finale dell’Eurovision Song Contest 2019 e Live Show.

Oggi decima giornata di prove si terrà il terzo Dress Rehearsal della Prima Semi-finale e lo show TV della Prima Semi-finale (in diretta su Rai4, SMtv San Marino e un’altra quarantina di TV europee e non alle ore 21:00).

France, Israel, Spain (Eurovision 2019).png

Le prove di oggi sono aperte alla stampa e ai fan e avranno la durata di venti minuti per ogni Paese e, al termine dello show, verrà effettuata una Press Conference con la stampa, durante il quale si estrarrà a sorte l’ordine di esibizione dei 10 qualificati alla Finale. Gli unici video disponibili (brevi spezzoni) saranno quelli del sito ufficiale www.eurovision.tv che, durante la giornata, verrà aggiornato man mano che i video verranno pubblicati.

  • 14:00 — 16:10: Terzo Dress Rehearsal della prima semifinale (con pubblico pagante)
  • 20:00 — 22:10: PRIMA SEMIFINALE (show in diretta televisiva; in Italia su Rai4 con commento di Federico Russo ed Ema Stokholma)

A seguire, conferenza stampa dei 10 paesi qualificati per la finale, con estrazione della metà-finale in cui si esibiranno. Afterparty.

13-14-1.jpg

Ecco i paesi in gara nella Prima Semi-finale:

  1. Cipro: Tamta – Replay
  2. Montenegro: D-Mol – Heaven
  3. Finlandia: Darude feat. Sebastian Rejman – Look Away
  4. Polonia: Tulia – Fire of Love (Pali się)
  5. Slovenia: Zala Kralj & Gašper Šantl – Sebi
  6. Repubblica Ceca: Lake Malawi – Friend of a Friend
  7. Ungheria: Joci Pápai – Az én apám
  8. Bielorussia: ZENA – Like It
  9. Serbia: Nevena Božović – Kruna
  10. Belgio: Eliot – Wake Up
  11. Georgia: Oto Nemsadze – Keep on Going
  12. Australia: Kate Miller-Heidke – Zero Gravity
  13. Islanda: Hatari – Hatrið mun sigra
  14. Estonia: Victor Crone – Storm
  15. Portogallo: Conan Osiris – Telemóveis
  16. Grecia: Katerine Duska – Better Love
  17. San Marino: Serhat – Say Na Na Na

Parte ufficialmente questa sera l’Eurovision Song Contest 2019, in diretta da Tel Aviv – Yafo, con la prima delle tre serate in cui è tradizionalmente articolata la manifestazione, giunta quest’anno alla 64esima edizione, la prima semifinale del programma. Come ben noto, sarà Mahmood a rappresentare l’Italia in una grande prima serata di Rai1, in diretta sabato 18 maggio – in simulcast su Rai Radio2 – per la finalissima della 64a edizione dell’Eurovision Song Contest, la popolare manifestazione internazionale che raccoglie il meglio della produzione europea e che quest’anno si tiene – come già accennato – a Tel Aviv. Rai seguirà tutta la kermesse con una programmazione dedicata in tv e alla radio: martedì 14 e giovedì 16 maggio sarà Rai4 a trasmettere in diretta, dalle 21.00, le semifinali con la conduzione affidata a Federico Russo ed Ema Stokholma). La finale di sabato 18 andrà in onda su Rai1 a partire dalle 21.00: le canzoni dei ventisei paesi finalisti saranno commentate in diretta da Federico Russo e Flavio Insinna. I due conduttori saranno protagonisti anche dell’anteprima, pensata per scaldare i motori e raccontare ancora una volta l’aria che si respira sul posto in attesa dell’evento. Anche Radio2 – radio ufficiale dell’evento- seguirà in diretta la finale e la proclamazione del vincitore di quest’anno con la conduzione affidata a Gino Castaldo  e Ema Stockholma.

Quest’anno l’evento è ospitato dall’Israele, paese vincitore della scorsa edizione grazie a Netta e alla sua “TOY” (Netta, tra l’altro, sarà ospite della finalissima). La sede scelta come sede dell’Eurovisiong Song Contest 2019 è l’EXPO Tel Aviv  (International Convention Center) / Tel Aviv Convention Center (מרכז הירידים – תל אביב‎) – Padiglione 2 di Tel Aviv, inaugurata nel 1959. La capienza è di 10.000 posti a sedere.

Sono 41 i paesi che partecipano quest’anno alla manifestazione. Dalla competizione si sono ritirati la Bulgaria e l’Ucrania. In gara, nel festival organizzato dalle televisioni pubbliche dei rispettivi paesi sotto l’egida dell’EBU-UER (European Broadcasting Union), 43 paesi europei più l’Australia, invitata dal 2015. Il primo contest è del 1956 ed è stato utile per sperimentare nuove tecniche di trasmissione del segnale televisivo. Da allora si è allargato a Est e ha seguito i vari cambiamenti della storia europea accogliendo via via nuovi Stati membri. Dal 2000 è lo spettacolo televisivo europeo più seguito dopo gli eventi sportivi. L’Italia fa parte dei “Big 5”, ovvero i cinque paesi che accedono di diritto alla fase finale della gara, insieme a Francia, Spagna, Germania e Regno Unito. 

L’EXPO Tel Aviv  (International Convention Center) / Tel Aviv Convention Center (מרכז הירידים – תל אביב‎) – Padiglione 2 di Tel Aviv, ospiterà tutte e tre le serate in cui è suddivisa la 64esima edizione del festival: le due semifinali e la serata finale. La due semifinali vedranno esibirsi i rappresentanti di 37 paesi che non hanno accesso diretto alla finale (i primi 17 per la prima serata, gli altri 18 per la seconda serata) per cercare di conquistare un posto in finale: vi accederanno solo 10 paesi-concorrenti qualificati durante la prima semifinale e 10 paesi-concorrenti qualificati durante la seconda semifinale, oltre ai 6 finalisti di diritto (per un totale di 26 stati). I finalisti di diritto sono Israele (in quanto paese che ospita l’edizione 2018) e i cosiddetti BIG Five, ossia Regno Unito, Spagna, Francia e Italia.

La prima semifinale, che si terrà questa sera, martedì 14 maggio, vedrà esibirsi – nell’ordine – questi 17 paesi-concorrenti e voteranno anche Israele, Francia e Spagna:

  1. Cipro 🇨🇾 (CyBC): Tamta (თამთა, Τάμτα, Támta) – «Replay»  (Alex Papaconstantinou, Geraldo Sandell, Viktor Svensson, Albin Nedler, Kristoffer Fogelmark – Alex Papaconstantinou, Teddy Sky, Kristoffer Fogelmark, Albin Nedler, Viktor Svensson)
  2. Montenegro 🇲🇪 (RTCG): D mol (D-Moll, D minor) – «Heaven» (Adis Eminić – Dejan Božović)
  3. Finlandia 🇫🇮 (YLE): Darude feat. Sebastian Rejman – «Look Away» (Sebastian Rejman & Ville Virtanen – Sebastian Rejman & Ville Virtanen)
  4. Polonia 🇵🇱 (TVP):  Tulia (Joanna Sinkiewicz, Dominika Siepka, Patrycja Nowicka i Tulia Biczak) – «Fire Of Love (Pali Się)» (It’s on fire) (Sonia Krasny, Allan Rich, Jud Friedman – Nadia Dalin)
  5. Slovenia 🇸🇮 (RTV SLO): Zala Kralj & Gašper Šantl – «Sebi» (To Yourself) (Zala Kralj & Gašper Šantl – Zala Kralj & Gašper Šantl)
  6. Repubblica Ceca 🇨🇿 (ČT): Lake Malawi (Albert Černý, Jeroným Šubrt, Antonín Hrabal a Pavel Palát) – «Friend Of A Friend» (Jan Steinsdoerfer, Maciej Mikolaj Trybulec, Albert Černý – Jan Steinsdoerfer, Maciej Mikolaj Trybulec, Albert Černý) 
  7. Ungheria 🇭🇺 (MTV):  Joci Pápai – «Az Én Apám» (My father) (Ferenc Molnár Caramel – Joci Pápai, Ferenc Molnár Caramel) 
  8. Bielorussia 🇧🇾 (BTRC):  ZENA (Зена) – «Like It» (Yuliya Kireyeva – Yuliya Kireyeva, Victor Drobysh) 
  9. Serbia 🇷🇸 (RTS): Nevena Božović (Невена Божовић) – «Kruna» (Круна, Crown) (Nevena Božović – Nevena Božović, Darko Dimitrov) 
  10. Belgio 🇧🇪 (RTBF): Eliot (Eliot Vassamillet) – «Wake Up» (Pierre Dumoulin, Eliot Vassamillet – Pierre Dumoulin, Eliot Vassamillet) 
  11. Georgia 🇬🇪 (GPB): Oto Nemsadze (ოთო ნემსაძე) – «Sul Tsin Iare» (სულ წინ იარე, Go Ahead now) (Diana Giorgadze – Roma Giorgadze) 
  12. Australia 🇦🇺 (SBS): Kate Miller-Heidke – «Zero Gravity» (Kate Miller Heidke, Keir Nuttall)
  13. Islanda 🇮🇸 (RÚV): Hatari (Klemens Nikulásson Hannigan, Matthías Tryggvi Haraldsson og Einar Hrafn Stefánsson) – «Hatrið Mun Sigra» (Hate will prevail) (Einar Hrafn Stefánsson, Klemens Nikulásson Hannigan, Matthías Tryggvi Haraldsson – Einar Hrafn Stefánsson, Klemens Nikulásson Hannigan, Matthías Tryggvi Haraldsson) 
  14. Estonia 🇪🇪 (ERR): Victor Crone – «Storm» (Stig Rästa, Victor Crone, Fred Krieger – Stig Rästa, Vallo Kikas, Victor Crone, Sebastian Lestapier) 
  15. Portogallo 🇵🇹 (RTP): Conan Osíris – «Telemóveis» (Mobile phones) (Conan Osíris – Conan Osíris) 
  16. Grecia 🇬🇷 (ERT):  Katerine Duska (Κατερίνα Ντούσκα) – «Better Love» (Katerine Duska, David Sneddon – Katerine Duska, Leon of Athens, David Sneddon)
  17. San Marino  🇸🇲 (SMRTV): Serhat – «Say Na Na Na» (Serhat Hacıpaşalıoğlu – Serhat Hacıpaşalıoğlu) 

La seconda semifinale, che si terrà invece giovedì 16 maggio, vedrà esibirsi – nell’ordine – questi 18 paesi-concorrenti e voteranno anche Italia, Regno Unito e Germania:

  1. Armenia 🇦🇲 (AMPTV): Srbuk (Սրբուկ) – «Walking Out» (Garik Papoyan – Lost Capital, tokionine)
  2. Irlanda 🇮🇪 (RTÉ): Sarah McTernan – «22» (Janieck van de Polder, Marcia Sondeijker, Roel Rats – Janieck van de Polder, Marcia Sondeijker, Roel Rats) 
  3. Moldavia 🇲🇩 (TRM): Anna Odobescu – «Stay» (Georgios Kalpakidis, Thomas Reil, Jeppe Reil, Maria Broberg – Georgios Kalpakidis, Thomas Reil, Jeppe Reil, Maria Broberg)
  4. Svizzera 🇨🇭 (SSR SRG): Luca Hänni – «She Got Me» (Laurell Barker, Mac Frazer, Luca Hänni, Jon Hällgren, Lukas Hällgren – Jon Hällgren, Lukas Hällgren)
  5. Lettonia 🇱🇻 (LTV): Carousel (Sabīne Žuga un Mārcis Vasiļevskis) – «That Night» (Sabine Žuga and Maris Vasilievsky – Sabine Žuga and Maris Vasilievsky) 
  6. Romania 🇷🇴 (TVR): Ester Peony – «On A Sunday» (Ioana Victoria Badea – Ester Alexandra Creţu, Alexandru Şerbu)
  7. Danimarca 🇩🇰 (DR): Leonora – «Love Is Forever» (Lise Cabble, Melanie Wehbe, Emil Lei – Lise Cabble, Melanie Wehbe, Emil Lei)
  8. Svezia 🇸🇪 (SVT): John Lundvik – «Too Late For Love» (John Lundvik, Anderz Wrehov, Andreas Stone Johansson – John Lundvik, Anderz Wrehov, Andreas Stone Johansson) 
  9. Austria 🇦🇹 (ÖRF): Pænda (PÆNDA) – «Limits» (PÆNDA – PÆNDA) 
  10. Croazia 🇭🇷 (HRT): Roko (Roko Blažević) – «The Dream» (Jacques Houdek, Charlie Mason, Andrea Čubrić – Jacques Houdek) 
  11. Malta 🇲🇹 (PBS): Michela (Michela Pace) – «Chameleon» (Joacim Perrson, Paula Winger, Borislav Milanov, Johan Alkanas – Joacim Perrson, Paula Winger, Borislav Milanov, Johan Alkanas) 
  12. Lituania 🇱🇹 (LRT): Jurij Veklenko (Jurijus) – «Run With The Lions» (A. Hicklin, E. Lumiere, P. Loriano – A. Hicklin, E. Lumiere, P. Loriano) 
  13. Russia 🇷🇺 (C1R): Sergey Lazarev (Сергей Лазарев) – «Scream» (Sharon Vaughn, Dimitris Kontopoulos – Philipp Kirkorov, Dimitris Kontopoulos)
  14. Albania 🇦🇱 (RTSH): Jonida Maliqi – «Ktheju Tokës» (Return to the land) (Eriona Rushiti – Eriona Rushiti) 
  15. Norvegia 🇳🇴 (NRK): KEiiNO (Tom Hugo Hermansen, Fred-René Buljo og Alexandra Rotan) – «Spirit In The Sky» (Tom Hugo, Fred Buljo, Alexandra Rotan, Henrik Tala, Alex Olsson, Rûdiger Schramm – Tom Hugo, Fred Buljo, Alexandra Rotan, Henrik Tala, Alex Olsson, Rûdiger Schramm) 
  16. Paesi Bassi 🇳🇱 (AVROTROS): Duncan Laurence – «Arcade» (Duncan Laurence, Joel Sjöö, Wouter Hardy – Duncan Laurence, Joel Sjöö, Wouter Hardy)
  17. Macedonia del Nord 🇲🇰 (MKRTV): Tamara Todevska (Тамара Тодевска) – «Proud» (Kosta Petrov and Sanja Popovska – Darko Dimitrov, Lazar Cvetkoski, Robert Bilbilov) 
  18. Azerbaigian 🇦🇿 (İTV): Chingiz (Chingiz Mustafayev, Çingiz Mustafayev) – «Truth» (Borislav Milanov, Chingiz – Borislav Milanov, Chingiz) 

Ecco, invece, i finalisti di diritto:

  • ??.Francia 🇫🇷 (France 3): Bilal Hassani – «Roi» (King) (Emilie Satt, Jean-Karl Lucas – Emilie Satt, Jean-Karl Lucas) 
  • ??.Germania 🇩🇪 (NDR): S!sters (Laurita Kästel und Carlotta Truman) – «Sister» (Laurell Barker, Marine Kaltenbacher, Tom Oehler, Thomas Stengaard – Laurell Barker, Marine Kaltenbacher, Tom Oehler, Thomas Stengaard) 
  • ??.Italia 🇮🇹 (RAI): Mahmood (Alessandro Mahmood) – «Soldi» (Money) (Dardust, Mahmood – Dardust, Mahmood, Charlie Charles) 
  • ??.Spagna 🇪🇸 (TVE): Miki (Miki Núñez) – «La Venda» (The blindfold) (Adrià Salas – Adrià Salas) 
  • 14.Israele 🇮🇱 (KAN): Kobi Marimi / קובי מרימי‎ – «Home» (בית) (Inbar Wizman, Ohad Shragai – Inbar Wizman, Ohad Shragai) 
  • ??.Regno Unito (BBC): Michael RiceMichael Rice – «Bigger Than Us» (Laurell Barker, Anna-Klara Folin, John Lundvik, Jonas Thander – Laurell Barker, Anna-Klara Folin, John Lundvik, Jonas Thander)

A decidere quali, tra i paesi-concorrenti delle semifinali, si aggiudicheranno un posto nella finale di sabato sera, 18 maggio, saranno sia i telespettatori (attraverso il televoto) sia le giurie rappresentative di ogni paese (nella tradizionale scala da 1 a 12): da regolamento, però, né le giurie né il pubblico da casa potranno votare per il proprio paese. Televoto e giurie avranno pari peso nell’assegnare i punti per la classifica finale di ogni serata (50% l’uno, 50% l’altra). Nella prima semifinale, oltre alle giurie rappresentative dei vari paesi in gara, avranno diritto di voto anche le giurie nazionali di Israele, Francia e Spagna. Nella seconda semifinale, oltre alle giurie rappresentative dei paesi in gara, avranno diritto di voto anche le giurie nazionali di Regno Unito, Germania e Italia.

Veniamo dunque alla serata finale, quella di sabato 18 maggio. I dati relativi alle votazioni delle giurie e quelli relativi al televoto dei singoli paesi, pari al 50% del punteggio finale, proprio come avvenuto lo scorso anno verranno anche per questa edizione presentati separatamente. Solo alla fine della serata verrà reso noto il paese-concorrente vincitore del concorso, quanto al risultato delle votazioni delle giurie nazionali verrà combinato quello del televoto.

L’Italia sarà rappresentata dal duo che ha vinto l’ultimo Festival di Sanremo (che per regolamento, va chi vince il Festival della Canzone italiana), Mahmood. Il cantante milanese si presenterà al pubblico europeo sul palco di Tel Aviv, dopo il successo sanremese, “Soldi”.

Ma chi sono i favoriti alla vittoria? Mahmood e la sua “Soldi” appassionano già il pubblico eurovisivo e nelle prove il cantante milanese di origine sarda ha convinto. Per la quinta volta dal rientro in concorso l’Italia va in gara con una canzone ed un artista che hanno vinto la sezione principale del festival di Sanremo e con un brano che ha già raggiunto il primo posto in classifica. Il triplo disco di platino già vinto fa della canzone di Mahmood quella col miglior riscontro di partenza fra tutte e 41 quelle in gara in questa edizione.

Gli avversari da battere, almeno stando a quello che si è visto in prova saranno il solito Sergey Lazarev e l’olandese Duncan Laurence. Il cantante russo è una macchina da guerra musicale: la performance sul brano “Scream” ha confermato come la delegazione sia intenzionata ad andarsi a prendere la vittoria che era loro sfuggita nel 2016. E del resto, che la Russia voglia vincere di nuovo, 11 anni dopo Dima Bilan non è un mistero. Il cantautore olandese ha invece toccato molti con la sua performance intensa ed intima: in testa sin dall’inizio nelle odds, ha il duro compito di riportare il trofeo ad Amsterdam 44 anni dopo il successo dei Teach In con “Ding a dong” e la sua “Arcade”, uno dei pochi brani dal respiro veramente internazionale e contemporaneo di questa edizione, ha le carte in regola per far breccia su giurie molto meno eurovisive del solito. 

Le prove hanno fatto però salire le quotazioni di altri due artisti. Il primo è Bilal Hassani. Il diciannovenne francese, prodotto dai Madame Monsieur, rappresentanti eurovisivi 2018, punta tutto su un messaggio forte, quello dell’accettazione di sè  stessi e della lotta alle discriminazioni. La performance e la sua immagine sovrastano chiaramente  un brano non fortissimo, ma l’operazione sin qui sta funzionando. Resta da capire però se a parità di messaggio, una parte delle giurie (che ricordiamo votano il giorno prima) non possa piuttosto preferire il brano senz’altro più retrò, ma supportato da una migliore interpretazione vocale della macedone Tamara Todevska. 

Per un posto sul podio sembrano in grado di lottare anche i KEiiNO. La loro “Spirit in the sky” è quanto di più eurovisivo ci sia in gara quest’anno e in prova hanno convinto, anche supportati da uno staging all’altezza. La Norvegia non va sul podio da 10 anni, ossia dalla vittoria di Alexander Rybak.  Fra i brani più moderni si segnala senz’altro “Wake up” del giovane esordiente belga Eliot, che però in prova non ha convinto appieno. E non vanno sottovalutate, per un posto nei 10, nemmeno le polacche Tulia. Il loro canto all’unisono, quasi gridato, è sicuramente qualcosa di nuovo per la rassegna e “Fire of love” funziona. Fra le migliori in prova,  potrebbero giovarsi del gradimento delle giurie ma non è detto che una parte del pubblico televotante non possa apprezzarle.

Poi c’è  l’elvetico Luca Hänni, la cui “She got me” ricorda molto da vicino “Fuego” di Eleni Foureira, seconda l’anno scorso in quota Cipro. A proposito dell’isola di Venere c’è da dire che stasera aprirà lo show con “Replay” di Tamta, anche questa con chiare assonanze al brano dell’anno passato, non foss’altro perchè il team autoriale è lo stesso.  Il derby ellenofono va in scena stasera, con interpreti ‘straniere’: se Tamta è infatti georgiana naturalizzata greca, la rappresentante della Grecia, Katerine Duskaha messo radici in Canada, come anche Ester Peony, la cantante in gara per la Romania.

A chiudere la prima semifinale sarà invece San Marino, che per la seconda volta si affida al performer turco Serhat. Un vantaggio molto importante, per il piccolo stato quello di poter cantare a ridosso delle votazioni, vista anche la facilità di ascolto del brano. L’obiettivo è agganciare il decimo posto che porterebbe in finale cinque anni dopo Valentina Monetta: l’operazione sembra più alla portata rispetto al recente passato, ma quando si parla di San Marino la corsa è sempre un pòo’ più in salita degli altri.

In Italia, entrambe le semifinali del 14 e del 16 maggio saranno trasmesse a partire dalle ore 21.00 su Rai4, con il commento di Carolina Di Domenico e Saverio Raimondo. Sarà possibile seguire il programma anche su RaiPlay e sarà anche possibile commentare la diretta della puntata con il hashtag, #Eurovision. La finale sarà invece trasmessa su Rai1, con il commento di Federico Russo e Flavio Insinna (e sarà commentata in contemporanea su Radio 2 Rai con il commento da Gino Castaldo e Ema Stockholma).

The hosts of the 2019 Eurovision Song ContestThe official appNetta will be performing in the Grand Final tooYour favourite Eurovision 2019 songsWhere to watch the show tonightFind out more about the juries and how they vote hereapp