ESC 2019: This is Tel Aviv calling …. Stasera il Gran Finale dell’ESC 2019

Eurovision-2019-Dare-to-Dream-720x340

Questa sera la Gran Finale della 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest, con Mahmood (il giovane cantante milanese di 26 anni, rivelazione di Sanremo Giovani e vincitore del Festival di Sanremo con il brano Soldi che ha scalato la vetta delle classifiche italiane), in diretta dall’EXPO Tel Aviv (International Convention Center) alle ore 21:00 CEST su Rai1 e Rai HD (oltre che su in streaming sul sito raiplay.it, che ritrasmette le dirette di Rai4 e Rai1) con il commento di Federico Russo e Flavio Insinna (prevista una speciale anteprima subito dopo il TG delle 20 (dalle 20:40 alle 20:55 circa, pensata per scaldare i motori e raccontare ancora una volta l’aria che si respira sul posto in attesa dell’evento) sempre su Rai1) e da Rai Radio2 con il commento di Ema Stokholma (già al timone delle semifinali su Rai4 con Federico Russo) e Gino Castaldo, oppure su San Marino Rtv, con il commento di Lia Fiorio e Gianluigi Restivo e in Svizzera Italiana su RSI LA1, col commento di Clarissa Tami e in live streaming, senza commento e senza interruzioni pubblicitarie sul canale YouTube ufficiale e sul sito ufficiale www.eurovision.tv, dove i 26 Paesi finalisti in gara devono dimostrare di essere i migliori d’Europa e convincere pubblico e giurie di esperti a votare per loro. Oltre all’opzione doppio audio già disponibile per Rai4, da quest’anno sarà attivata anche per i telespettatori di Rai1, che potranno scegliere se ascoltare il commento in italiano o lo show in lingua originale. A fare da portavoce (spokesperson) per l’Italia, quindi a comunicare i risultati delle votazioni italiane, sarà Ema Stokholma. Sarà possibile commentare l’evento via Twitter con gli hasgtag #eurovision #escita #mahmood.

Siamo arrivati alla finale del concorso canoro, in onda questa sera, all’EXPO Tel Aviv (International Convention Center), si svolgerà la Gran Finale dell’Eurovision Song Contest edizione 2019, dopo la vittoria lo scorso anno, di Israele con Netta e la sua “Toy”. All’ultimo atto di questa manifestazione prendono parte ventisei nazioni: dieci sono giunte dalla Prima Semi-Finale, altrettante dalla Seconda Semi-Finale, cinque sono le cosiddette Big Five, in rappresentanza delle TV pubblice che maggiormente contribuiscono all’attività dell’Eurovision Song Contest (Italia, Francia, Germania, Regno Unito e Spagna) e, ovviamente, Israele padrona di casa. Questo è la terza volta in assoluto che un evento dell’Eurovision si svolge in Israele.

Il conto alla rovescia è finalmente terminato. La serata va in onda in diretta dall’Expo Tel Aviv, condotta da Bar Refaeli, Erez Tal, Lucy Ayoub ed Assi Azar, questo ultimo, ha rivelato che donerà il suo cachet, ovvero circa 30.000 euro, a un’associazione LGBT israeliana che si occupa dei più giovani: “I soldi non sono molti, sono soldi pubblici. Non è il motivo per cui sto facendo Eurovision. Preferisco restituirli al pubblico, alle persone che ne hanno bisogno”. In palio c’è la conquista del diritto ad ospitare, l’anno prossimo, le fasi finali della seguitissima competizione canora europea.

 

8db2ecfb-314b-41d8-91a4-fc318b814008

L’ospite più attesa la pop star Madonna che interpreterà due canzoni: una sarà il classico del 1989 “Like a prayer”, eseguito assieme ad un coro di 35 persone (Dark Ballet, ripetutamente citati come hashtag sui profili social dell’artista) e l’altra “Future” (quarta anticipazione da “Madame X”, il suo nuovo album in uscita il 14 giugno), incisa con il rapper Quavo e co-prodotta con Diplo e che arriva dopo “Medellín”, “I Rise” e “Crave”. La cantante era stata fortemente criticata per questo. Inoltre si esibiranno anche Netta Barzilai con “Toy” e “Nana Banana“, Dana International con “Diva” e “Yahabibi Tel Aviv”, Ilanit con  “Ey Sham”, Nadav Guedj con “Golden Boy”, Conchita Wurst con “Heroes”, Måns Zelmerlöw con “Fuego”, Verka Serduchka con “Toy”, Eleni Foureira con “Dancing Lasha Tumbai”, Gali Atari (feat. Conchita Wurst, Måns Zelmerlöw, Verka Serduchka, Eleni Foureira) con “Hallelujah”, Leo Suchard, Idan Raichel con “Bo’ee – Come to Me” e Gal Gadot.

Come già noto, quest’anno, a rappresentare l’Italia ci sarà, il già vincitore della scorsa edizione del Festival di Sanremo Mahmood in gara con “Soldi”. 

Questa sera Mahmood si esibirà per la prima volta in diretta da Tel Aviv, dopo giorni di prove, interviste, conferenze e incontri. La loro performance sarà leggermente variata rispetto a quanto abbiamo visto lo scorso febbraio sul palco dell’Ariston: il brano, una versione leggermente modificata di “Soldi”, è rimasto in italiano, ma durante l’esibizione con tre ballerini, Gianluca Lanzillotta, Giacomo Cacciapaglia e Giammarco Capogna, una camicia rossa con inserti dorati e alle spalle i visual che mostrano il protagonista bambino del suo video e un gioco con la testa del cantante che va in frantumi. Non poteva mancare, ovviamente, uno dei punti di forza della canzone ovvero il doppio battito di mani che ha conquistato anche il pubblico di Tel Aviv che non si è fatto mancare il clap clap che dopo il Festival di Sanremo è diventato un piccolo cult. 

Durante la finale dell’Eurovision Song Contest, Mahmood sarà il ventiduesimo a esibirsi durante la finale, come deciso dopo i sorteggi sull’ordine di uscita dei concorrenti.

Scopriremo dunque questa sera il nuovo vincitore dell’Eurovision Song Contest, che prenderà il posto di Netta (vincitrice per Israele lo scorso anno), e il cui Paese ospiterà la 65esima edizione del Festival il prossimo anno. Tra i favoriti dei bookmakers, al momento vi sono Paesi Bassi, Svizzera, Australia, Svezia, Francia e Russia, ma anche l’Italia gode di un ottimo piazzamento in Top Ten.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Eurovision Song Contest è una gara canora tra paesi europei non necessariamente appartenenti alla UE come Israele e Azerbagian. Dal 2015 partecipa alla gara anche l’Australia.

Quest’anno partecipano alla manifestazione 41 paesi: rispetto allo scorso anno non partecipa Bulgaria e si è ritirata Ucraina ( in seguito al rifiuto di Maruv di rappresentare il proprio Paese all’evento, a causa di alcune controversie riguardanti il contratto con l’UA:PBC, e dopo che anche gli altri finalisti del Vidbir 2019 si sono rifiutati di sostituirla, il Paese ha deciso di ritirarsi dalla manifestazione il 27 febbraio 2019). In gara, nel festival organizzato dalle televisioni pubbliche dei rispettivi paesi sotto l’egida dell’EBU-UER (European Broadcasting Union), 40 paesi europei più l’Australia, invitata dal 2015. Il primo contest è del 1956 ed è stato utile per sperimentare nuove tecniche di trasmissione del segnale televisivo. Da allora si è allargato a Est e ha seguito i vari cambiamenti della storia europea accogliendo via via nuovi Stati membri. Dal 2000 è lo spettacolo televisivo europeo più seguito dopo gli eventi sportivi. L’Italia fa parte dei “Big 5”, ovvero i cinque paesi che accedono di diritto alla fase finale della gara, insieme a Francia, Spagna, Germania e Regno Unito. A rappresentare il nostro Paese va, per regolamento, chi vince il Festival della Canzone italiana. Dopo il successo sanremese, toccherà quindi ad Mahmood portare sul palco di Tel Aviv l’intensità della sua “Soldi”.

Questi i 26 cantanti finalisti dell’ESC 2019 in ordine di esibizione. In Finale, tuttti i paesi che hanno preso parte a questa manifestazione, anche gli eliminati nel corso delle due Semi-Finali, avranno diritto di voto. Dieci sono giunte dalla Prima Semi-Finale, altrettante dalla Seconda Semi-Finale, cinque sono le cosiddette Big Five, per il loro maggiore contributo finanziario (Italia, Francia, Germania, Regno Unito e Spagna) e Israele è la nazione padrona di casa:

  1. Malta: Michela – Chameleon
  2. Albania: Jonida Maliqi – Ktheju tokës
  3. Repubblica Ceca: Lake Malawi – Friend of a Friend
  4. Germania: S!sters – Sister
  5. Russia: Sergey Lazarev – Scream
  6. Danimarca: Leonora – Love Is Forever
  7. San Marino: Serhat – Say Na Na Na
  8. Macedonia del Nord: Tamara Todevska – Proud
  9. Svezia: John Lundvik – Too Late For Love
  10. Slovenia: Zala Kralj & Gašper Šantl – Sebi
  11. Cipro: Tamta – Replay
  12. Paesi Bassi: Duncan Laurence – Arcade
  13. Grecia: Katerine Duska – Better Love
  14. Israele: Kobi Marimi – Home
  15. Norvegia: KEiiNO – Spirit In The Sky
  16. Regno Unito: Michael Rice – Bigger Than Us
  17. Islanda: Hatari – Hatrið mun sigra
  18. Estonia: Victor Crone – Storm
  19. Bielorussia: ZENA – Like It
  20. Azerbaigian: Chingiz – Truth
  21. Francia Bilal Hassani – Roi
  22. Italia: Mahmood – Soldi
  23. Serbia: Nevena Božović – Kruna
  24. Svizzera: Luca Hänni – She Got Me
  25. Australia: Kate Miller-Heidke – Zero Gravity
  26. Spagna: Miki – La Venda

Lo show continuerà fino a mezzanotte e mezza, per permettere alle 26 nazioni di esibirsi e soprattutto di attendere le elettrizzanti manovre di voto con i collegamenti da tutta Europa. Una serata da non perdere.

8db2ecfb-314b-41d8-91a4-fc318b814008

albo doro

A televotare tutti i Paesi in gara quest’anno (inclusi gli eliminati). Il loro voto (Regolamento TelevotoNote GDPR) si unirà al 50% con quello delle giurie internazionali che hanno votato ieri sera e a questa combinazione uscirà il vincitore della 64esima edizione dell’ESC. Nella serata finale, i portavoce riveleranno la votazione della giuria (costituita dai 10 brani più votati dai giurati), mentre i presentatori sveleranno i risultati del televoto, costituiti dalla somma dei 10 brani più votati da ogni singolo Paese, partendo dal Paese che ne ha ricevuti di meno a quello che ne ha ricevuti di più, in tal modo il vincitore della competizione si saprà solo verso la fine della serata; laddove una giuria o un televoto non siano disponibili si procederà tramite un risultato sostitutivo ottenuto tramite un gruppo di giurie di Stati predeterminati dall’EBU-UER.

Gli spettatori italiani potranno esprimere le proprie preferenze sia attraverso il telefono fisso che attraverso SMS (senza potere votare per il proprio paese). Due le modalità di voto abilitate dall’Italia:

  • utenze fissa al numero 894.222, digitando il codice di identificazione della canzone scelta.
  • via SMS al numero 475.475.0
  • tramite App ufficiale “EUROVISION SONG CONTEST” per smartphone e tablet Android o Apple  (che converte il voto in SMS)

Il Televoto mediante SMS può essere effettuato unicamente da cellulari degli operatori telefonici Telecom Italia (“TIM”), TeleTu, Wind-Infostrada, Vodafone, Wind, H3G e Poste Mobile inviando un SMS con il numero di identificazione della canzone scelta al numero 475.475.0.

L’addebito verrà effettuato dall’operatore telefonico sul Conto Telefonico del proprio Cliente in caso di abbonamento o scalato dal credito disponibile in caso di carta ricaricabile.

Per ciascun SMS ricevuto per la conferma di voto (indipendentemente dalla distanza, dall’orario e dalla durata della chiamata) con la quale effettivamente si esprima un voto valido, all’utente verranno addebitati i seguenti importi:

  • per le chiamate da utenza fissa: € 0,51 IVA inclusa;
  • per SMS inviati da utenze TIM, WIND e Poste Mobile: € 0,50 IVA inclusa;
  • per SMS inviati da utenze Vodafone e H3G: € 0,51 IVA inclusa.

L’utente paga soltanto i voti validi. Il numero massimo di voti validi effettuabili da ciascuna utenza telefonica è di 5 (cinque) voti per ciascuna sessione di voto previste. Ricordiamo, inoltre, che non è possibile votare per il proprio paese.

Dal 2013, per votare, è possibile utilizzare anche l’App ufficiale “EUROVISION SONG CONTEST” per sistemi iOS e Android. In questo caso, tutti i possessori di smartphone Android o con iOS (iPhone/iPad) potranno innanzitutto scaricare l’applicazione dell’Eurovision Song Contest 2018 nell’apposito store (App Store e/o Google Play, in base al sistema operativo di utilizzo). I passi successivi saranno quelli di: registrarsi compilando tutti i dati richiesti e collegare il proprio account Paypal (che verrà utilizzato per l’addebito dei costi dei singoli voti inviati). In questo caso il limite di voti inviabili è innalzato a 20 per ogni sessione prevista (nel nostro caso, per la Seconda Semi-Finale e per la finalissima del 18 Maggio) e basterà premere sul tasto “Vote Now” per assegnare la propria preferenza, al costo di € 0,51 iva inclusa a voto.

Inoltre sarà possibile votare non nel corso delle esibizioni, ma soltanto nei ±15 minuti a disposizione al termine di tutte le esibizioni.

I 26 Paesi sono stati valutati ieri sera anche dalla Giuria Nazionale e i risultati ottenuti hanno formato un’altra classifica.

Ai 26 Paesi in gara nella Finale verrà attribuito il codice di Televoto (codici da 01 a 26) e i telespettatori potranno esprimere attraverso il Televoto la propria preferenza. I codici delle canzoni (e quindi dei rispettivi Paesi) verranno comunicati in diretta, al momento dell’esibizione, e in un riepilogo riassuntivo di tutte le performance andate in onda nella finale. I 26 Paesi in gara saranno valutati dalle 41 Giurie Nazionali e dai telespettatori attraverso il Televoto. I risultati del Televoto saranno combinati ai voti della Giuria Nazionale e le 10 canzoni migliori riceveranno un punteggio (punti da 12 a 1) che rappresenta il risultato ufficiale dell’Italia secondo il seguente schema:

  • 12 punti alla canzone che avrà ottenuto il miglior punteggio
  • 10 punti alla canzone che avrà ottenuto il secondo miglior punteggio
  • 8 punti alla canzone che avrà ottenuto il terzo miglior punteggio
  • 7 punti alla canzone che avrà ottenuto il quarto miglior punteggio
  • 6 punti alla canzone che avrà ottenuto il quinto miglior punteggio
  • 5 punti alla canzone che avrà ottenuto il sesto miglior punteggio
  • 4 punti alla canzone che avrà ottenuto il settimo miglior punteggio
  • 3 punti alla canzone che avrà ottenuto l’ottavo miglior punteggio
  • 2 punti alla canzone che avrà ottenuto il nono miglior punteggio
  • 1 punto alla canzone che avrà ottenuto il decimo miglior punteggio

In caso di ex-aequo nella classifica combinata, avrà la posizione migliore in classifica la canzone che avrà conseguito il miglior punteggio nel Televoto.

La classifica finale sarà composta il 50% dal televoto (ma la votazione non potrà riguarda la proposta del proprio Paese: esempio, dall’Italia non sarà possibile votare a Mahmood) e per il restante 50% dal voto delle giurie nazionali, rappresentative di ogni paese.

Quest’anno, per la seconda volta, il voto della giuria e il televoto non formeranno un’unica classifica – come invece avveniva gli scorsi anni: l’edizione 2019 vedrà i voti delle giurie nazionali, espresse nella classica scala da 1 a 12, venire annunciati prima di quelli del televoto. Solo in un secondo momento verrà comunicato il televoto espresso dalle 41 nazioni in gara, non suddiviso paese per paese ma aggregato in un unico dato. In questo modo, il nome del vincitore della competizione sarà reso noto solamente alla fine della serata.

É stato reso noto l’ordine di uscita dei cosiddetti ‘spokesperson’, ovvero i portavoce, coloro che annunceranno in sostanza i punti delle giurie nazionali per ciascun paese.

Spetterà a loro comunicare solo i ‘12 points’ mentre gli altri compariranno a schermo. I risultati del televoto per i singoli paesi saranno invece annunciati dai conduttori in una sorta di classifica dall’ultimo posto al primo.

Diversi nomi che hanno preso parte allo scorso oppure ai precedenti Eurovision Song Contest come cantanti o conduttori. Fra cui anche Izhar Cohen, primo vincitore eurovisivo israeliano, che sarà l’ultimo a parlare.

Fra loro ci sono Alexander Rybak, vincitore esattamente dieci anni fa, poi Aram MP3, Ilinca, Rasmussen, Lea Sirk e gli australiani Electric Fields.Per San Marino torna Monica Fabbri, la giornalista (madrelingua francese) che già nel 2012 aveva annunciato i voti per la piccola Repubblica (sarà la quarta).

L’Italia con Ema Stokholma annuncerà i voti in posizione 14, subito dopo Albania. Ecco l’ordine di uscita completo.

  • PORTOGALLO – Inês Lopes Gonçalves (conduttrice di Rtp)
  • AZERBAIGIAN – Faig Aghayev (cantante)
  • MALTA – Ben Camille  (conduttore dello Junior Eurovision e anche di X Factor Malta, concorso di selezione eurovisiva quest’anno)
  • MACEDONIA DEL NORD – Nikola Traikowski (conduttore tv)
  • SAN MARINO – Monica Fabbri  (giornalista di San Marino RTV), dovrebbe fare lo standup in francese
  • PAESI BASSI – Emma Wortelboer (conduttrice tv)
  • MONTENEGRO – Ajda Šufta (giornalista RTCG)
  • ESTONIA – Kelly Sildaru (sciatrice frestyle)
  • POLONIA – Mateusz Szymkowiak (giornalista, già conduttore di The Voice of Poland)
  • NORVEGIA – Alexander Rybak (vincitore dell’Eurovision Song Contest 2009)
  • SPAGNA – Nieves Álvarez (modella e conduttrice)
  • AUSTRIA – Philipp  Hansa (conduttore radiofonico)
  • REGNO UNITO – Rylan Clark-Neal  (conduttore tv)
  • ITALIA – EMA STOKHOLMA
  • ALBANIA – Andri Xhahu (conduttore tv)
  • UNGHERIA – Bence Forró (attore e conduttore tv)
  • MOLDAVIA – Doina Stimpovschi (conduttrice TVM)
  • IRLANDA – Sinead Kennedy (conduttrice tv)
  • BIELORUSSIA- Maryia Vasilevich (Miss Bielorussia 2018)
  • ARMENIA – Aram MP3 (rappresentante armeno all’Eurovision 2014)
  • ROMANIA – Ilinca (rappresentante rumena all’Eurovision 2017)
  • CIPRO – Hovig (rappresentante cipriota 2017)
  • AUSTRALIA – Electric Fields – Zaachariaha Fielding & Michael Ross (duo, secondi classificati alla selezione nazionale)
  • RUSSIA – Ivan Bessonov (vincitore dell’Eurovision Young Musicians 2018)
  • GERMANIA – Barbara Schöneberger (conduttrice tv)
  • BELGIO – David Jeanmotte  (il visagista delle dive belghe)
  • SVEZIA – Eric Saade  (terzo classificato all’Eurovision 2011)
  • CROAZIA – Monika Lelas Halambek (Giornalista)
  • LITUANIA – Gedrus Masalskis (showman)
  • SERBIA – Dragana Kosjerina (giornalista sportiva)
  • ISLANDA – Johannes Haukur Johannesson (attore)
  • GEORGIA – Giorgi Abashidze (componente degli Iriao, in gara all’Eurovision 2018)
  • GRECIA – Gus G. (chitarrista metal)
  • LETTONIA – Laura Rizzotto (rappresentante eurovisiva Lettonia 2018)
  • REPUBBLICA CECA- Radka Rosická(modella e conduttrice)
  • DANIMARCA – Rasmussen (rappresentante eurovisivo danese 2018)
  • FRANCIA – Julia Molkhou  (conduttrice)
  • FINLANDIA – Christoffer Strandberg  (attore e drag queen)
  • SVIZZERA – Sinplus (Gabriel e Ivan Broggini, rappresentanti svizzeri all’Eurovision 2018)
  • SLOVENIA – Lea Sirk (rappresentante slovena all’Eurovision 2018)
  • ISRAELE – Izhar Cohen (vincitore dell’Eurovision 1978, primo successo israeliano)

Ecco  cosa sta succedendo in giro per l’Europa tra le scommesse finale: Le quote dei Paesi Bassi (Duncan Laurence – Arcade) sono bassissime, per questo è lui il principale favorito della finale. Se si puntano dieci euro sull’artista cresciuto sotto l’ala di Ilse DeLange, oggi, se ne vincono in ogni caso meno di venti. Si va, nel suo caso, dall’1.67 di Betway e Bet Stars all’1.83 di William Hil..

Decisamente staccata è l’Australia (Kate Miller-Heidke – Zero gravity), che si tiene ben stretta la seconda posizione. Per lei si passa dal 6.5 di Bet365 e Boyle Sports all’8.8 di Betfair Xchange. L’artista aussie è braccata, specialmente dopo la serata di voto delle giurie di ieri, dalla Svizzera (Luca Hänni – She got me), risalito di prepotenza dopo che le prove avevano fatto presumere un potenziale crollo. Le sue quote scorrono dal 6 di Olybet al 10 di Betfair Xchange (che, non dobbiamo dimenticarlo, è molto più mobile di tutte le altre agenzie).

Al quarto posto si colloca la Svezia (John Lundvik – Too late for love), che però perde decisamente colpi rispetto ai giorni scorsi. Il pezzo della potenza eurovisiva scandinava viene dato tra il 10 di Sky Bet e il 19 di Betfair Xchange e Betsson.

L’Italia (Mahmood – Soldi) continua a mantenersi in una zona di risalita, ed è quinta, segno della fiducia mantenuta anche dopo la sera di ieri. Sembra un po’ meno difficile stare al mondo conoscendo ciò che si pensa di Alessandro Mahmoud: il range è tra il 13 di Betway e il 25 di Betfair Xchange.

All’inseguimento del nostro portacolori c’è l’Islanda (Hatari – Hatrið mun sigra): la chiacchierata band techno e punk rock di Reykjavik si va dal 17 di tre agenzie al 29 di altrettante. Segue l’Azerbaigian (Chingiz – Truth), che spazia dal 15 di Sky Bet al 40 di Betfair Xchange.

Sembrano crederci poco, gli allibratori, in merito a possibilità della Russia (Sergey Lazarev – Scream): il ritorno del terzo del 2016 gode per il momento del pronostico su un ottavo posto, con quote variabili tra il 17 di Bet Stars e il 41 di Bwin. Alle spalle di Lazarev c’è la Norvegia (KEiiNO – Spirit in the sky), che passa dal 21 di tre agenzie al 40 di Betfair Xchange, mentre la top ten si chiude con la Francia (Bilal Hassani – Roi), scesa di molto negli ultimi giorni e data tra il 26 di Ladbrokes e Coral e il 48 di Betfair Xchange.

Su San Marino (Serhat – Say na na na) gli allibratori indicano il 25° posto nelle quote sul vincitore, mentre nella classifica “al contrario” (cioè le scommesse su chi arriverà ultimo) il Titano è preceduto da Germania e Regno Unito, con le teutoniche S!sters principali indiziate.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Scarica pdf

Il messaggio di Mahmood poche ore prima della finale dell’Eurovision Song Contest 2019.

Stasera andrà in onda la finale dell’Eurovision Song Contest 2019. Mahmood è in gara, con il brano “Soldi”, e rappresenterà l’Italia dopo il primo posto ottenuto al Festival di Sanremo. Pochi minuti fa, via social, il cantante ha condiviso un messaggio con il pubblico italiano:

Ciao.
Sono un ragazzo di 26 anni nato e cresciuto a Milano sud.
Ho fatto un po’ di mestieri nella mia vita ma ho sempre voluto fare musica.
Domani sera canterò alla finale dell’
@eurovision e quando mi chiedono come ci sei arrivato quasi manco me lo ricordo.

Canterò SOLDI.
Forse l’avete già ascolta e riascoltata ma spero che chi non l’abbia ancora fatto riesca ad appassionarsi alla storia di una famiglia come tante.

ITALIA SPERO DI NON DELUDERTI.
Un abbraccio da Tel Aviv

ARTWORK BY KAROL SUDOLSKY