ESC 2020 – Portogallo: RTP conferma la partecipazione all’ESC 2020

portugal-2019-festival-da-cancao.jpg

L’emittente pubblica portoghesa RTP ha confermato quest’oggi la propria partecipazione alla 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2020, che si terrà nei Paesi Bassi, per la quinta volta dopo le edizioni del 1958, 1970, 1976 e 1980), in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente, tenutasi a Tel Aviv con il brano “Arcade”.

Inoltre RTP ha rivelato che il rappresentante portoghese a Rotterdam o Maastricht (la città scelta dall’EBU-UER e dalle emittenti organizzatrici NPO, AVROTROS e NOS sarà svelata venerdì 30 agosto) verrà selezionato attraverso il tradizionale Festival RTP da Canção 2020utilizzato nuovamente come processo di selezione nazionale, per la scelta del cantante e della canzone che rappresenteranno il Portogallo nei Paesi Bassi.

La selezione nazionale sarà composta da due Semifinali ed una Finale. Un totale di 16 brani/artisti si sfideranno per rappresentare il Portogallo alla 65ª edizione dell’ESC 2020: 8 brani/artisti in ognuna delle semifinali e i 4 brani/artisti più votati da ogni Semi-Finale si qualifecherà per il Grand Finale.

Ecco come verranno selezionate le canzoni concorrenti:

  • 14 brani originali ed inediti saranno presentati da compositori/autori di testi/musica, di vari campi musicali, da soli o insieme ad altri autori, invitati da RTP (i compositori selezioneranno il paroliere e l’artista), entro il 15 ottobre 2019.
  • 1 brano sarà presentato da un compositore amateur/dilettante (Através de Candidatura Pública) selezionato da una giuria di esperti attraverso lo show radio “MasterClass Antena1/SPA“ su Antena 1 (appartenente a RTP) Vedi il Regolamento. Iscriviti per e-mail: masterclassantena1@rtp.pt. Il termine ultimo di presentazione è fissato per il 31 ottobre.
  • 1 brano sarà selezionato da una giuria di esperti attraverso un bando aperto a tutti i cittadini portoghesi, ai cittadini di Lusophone (cioè cittadini di paesi che hanno portoghese come lingua nazionale: Brasile, Mozambico, Angola, Guinea-Bissau, Timor Est, Guinea Equatoriale, Macao, Capo Verde e São Tomé and Príncipe) e agli stranieri che vivono in Portogallo. Iscriviti per e-mail: festivaldacancao@rtp.pt, con il termine ultimo di presentazione è fissato per il 15 ottobre.

Regulamentortp.pt/festivaldacancaortp.pt/antena1

#Eurovision #Portugal #Eurovisao #Eurovision2020 #ESC2020

Il Portogallo è stato rappresentato nella scorsa edizione tenutasi a Tel Aviv dal cantautore portoghese Conan Osíris e la canzone “Telemóveis” (Mobile phones) (scelti dal Festival da Canção 2019, il processo di selezione nazionale per l’Eurovision Song Contest), pubblicata l’11 febbraio 2019 su etichetta discografica Sony Music Entertainment Portugal. Il brano è stato scritto e composto a due mani dallo stesso interprete. Dopo aver superato le semifinali ha avuto accesso alla finale, nella quale è stato proclamato vincitore unanimemente da giuria e televoto del Festival da Canção, guadagnando il diritto di rappresentare il Portogallo all’Eurovision Song Contest 2019 a Tel Aviv, in Israele. Qui si è esibito nella prima semifinale del 14 maggio, ma non si è qualificato per la finale, piazzandosi 15º su 17 partecipanti con 51 punti totalizzati, di cui 43 dal televoto e 8 dalle giurie. È risultato il più votato dal pubblico in Francia e Spagna, ma ha ottenuto il voto della giuria più basso della serata.

Il Portogallo, ha partecipato all’Eurovision Song Contest per la prima volta nel 1964 con “Oração” (Prayer) di António Calvário (50 partecipazioni, 42 finali), e ha dovuto attendere ben 53 anni prima di vincere l’ESC nel 2017. Per questo, anche durante la cadenza della sua cinquantesima partecipazione RTP ha organizzato l’edizione 2018 alla Altice Arena di Lisbona.

È stato assente dell’Eurovision Song Contest quattro volte, nel 1970, nel 2000 (per il 21º posto dell’anno prima che ha costretto il paese a un anno di pausa), nel 2002 (assenza volontaria per problemi interni a RTP), nel 2013 e 2016 (motivazioni di ordine economico e difficoltà di RTP). La curiosità però che fa pensare è che sia nel 2000 che nel 2013 il concorso si tenne in Svezia, proprio come l’edizione del 2016. Dall’introduzione delle due Semifinali, ha centrato la finale quattro volte.

Il Portogallo ha vinto per la prima volta nel 2017 con la canzone “Amar pelos dois” cantata da Salvador Sobral, portando il suo paese alla vittoria dopo 53 anni dal suo debutto.

Il rappresentante del Portogallo è stato quasi sempre scelto attraverso il Festival da Canção, ufficialmente Festival RTP da Canção, che si svolge dal 1964. Uniche eccezioni sono il 2004 (scelta attraverso un talent) e 2003 – 2005 (scelta interna di RTP). Inoltre il paese iberico ha sempre portato in gara la sua lingua, talvolta inframezzata da estratti di altri idiomi.

Al momento, 28 Paesi hanno manifestato l’intenzione di partecipare alla manifestazione: Albania (Festivali i Këngës 58), Australia, Austria (selezione interna), Belgio (selezione interna), Bielorussia, Cipro (selezione interna), Danimarca (Dansk Melodi Grand Prix 2020), Estonia (Eesti Laul 2020), Finlandia (UMK 2020), Francia, Georgia (Georgian Idol 2020), Germania, Israele (Rising Star 2020 per l’artista, finale nazionale per il brano), Lettonia, Lituania (Eurovizijos 2020), Norvegia (Melodi Grand Prix 2020), Paesi Bassi – organizzatore – (selezione interna), Portogallo (Festival da Canção 2020), Regno Unito, Repubblica Ceca (Eurovision Song CZ 2020), Russia, San Marino, Serbia, Slovenia (EMA 2020), Spagna, Svezia (Melodifestivalen 2020), Svizzera (selezione interna) e Ucraina; mentre non hanno ancora manifestato se intendono partecipare alla manifestazione: Armenia, Azerbaigian, Ungheria, Irlanda, Moldavia, Macedoia del Nord, Polonia, Romania, Italia, Malta, Montenegro, Islanda, Croazia e Bulgaria.

L’Andorra, Bosnia ed Erzegovina, Kazakistan, Liechtenstein, Lussemburgo, Monaco, Slovacchia e Turchia, hanno confermato che non parteciperanno alla manifestazione.

Anche se l’elenco definitivo dei paesi partecipanti all’edizione 2020 dell’ESC sarà possibilmente soggetta a cambiamenti fino al rilascio della lista ufficiale dei partecipanti da parte dell’EBU-UER in programma nel mese di Gennaio 2020. Il termine per i paesi partecipanti per presentare le loro domande di partecipazione preliminare si concluderà entro il 15 settembre 2019. In seguito tutti i paesi partecipanti avranno un periodo di grazia entro il 10 ottobre 2019 per confermare ufficialmente la propria iscrizione o ritirarsi senza pagare la penale, novità introdotta dall’EBU-UER l’edizione 2015. Dopo quella data, non sarà più possibile il ritiro, o meglio, sarà possibile ma pagando una sanzione monetaria. Il sorteggio che determinerà la composizione delle Semifinali (in quale metà delle due Semifinali si esibiranno i Paesi sorteggiati) e la Semi-Finale in cui avrà diritto di voto i Paesi già qualificati alla Finale (Big Five + Paesi Bassi), si svolgerà a fine gennaio.