Sanremo 2020: Nicola Savino condurrà ‘L’altro Festival’ su RaiPlay

savino.png

Nicola Savino sarà il conduttore de ‘L’Altro Festival’, il programma – così ribattezzato per questa 70ᵃ edizione del Festival di Sanremo – che prenderà il posto del “DopoFestival”: la trasmissione seguirà lo spettacolo che andrà in scena dal 4 all’8 febbraio sul palco del Teatro Ariston. 

Come anticipato questa sera, a dare la notizia è stato Fiorello durante il suo show “Viva RaiPlay!”, mentre ospitava in diretta su RaiPlay Amadeus, conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo 2020 e, a sorpresa, lo stesso Nicola Savino. 

Il programma un aftershow, che quest’anno non sarà più trasmesso come da consuetudine su Rai1 bensì sarà visibile solo su RaiPlay, la piattaforma digitale della Rai, avrà come conduttore Nicola Savino. Lo showman siciliano Fiorello aveva anticipato l’annuncio qualche minuto prima dell’inizio del programma, quando durante la striscia VivaAsiago10! avvertiva così gli spettatori: “Questa sera ci sarà uno scoop legato a Sanremo”.

publication1.jpg

L’annuncio è stato fatto da Amadeus, conduttore e direttore artistico di Sanremo 2020, ospite speciale di “Viva RaiPlay!”. Lui e Fiorello hanno aperto una misteriosa scatola recapitata sul palco del programma, dalla quale è uscito proprio Savino, rendendo ufficiale il suo ruolo. «Sarà una cosa piratesta, libera» ha dichiarato. I tre hanno voluto sottolineare la loro lunga amicizia nata in radio.

74914122_516398259087838_6116370823027331260_n.jpg

Lo speaker di Radio Deejay e conduttore de Le Iene, Nicola Savino avrà il suo spazio sul web, sulla piattaforma RayPlay. Condurrà ‘L’altro Festival’ (il programma che sostituisce il consueto “Dopo Festival” e che andrà in onda in esclusiva su RaiPlay) format del quale ancora si sa poco ma che probabilmente sarà svelato nelle prossime settimane.

Questa sarà la terza volta di Savino al timone di un DopoFestival: l’ha già presentato nel 2016 e nel 2017. E non è nemmeno l’unica volta che lo show va in onda solo via Internet: anche nel 2015, con la conduzione di Saverio Raimondo, si poteva vedere solo sul sito ufficiale della Rai.

La settantesima edizione del Festival della Canzone si terrà dal 4 all’8 febbraio 2020 e già viaggiano veloci le prime speculazioni su chi potrebbe andare a esibirsi sul palco dell’Ariston.

Il cast di Sanremo 2020 verrà annunciato da Amadeus la sera del 6 gennaio prossimo, in occasione dell’appuntamento speciale de I soliti ignoti legato alla Lotteria Italia. Durante la serata, il conduttore – oltre ad annunciare i Big in gara – ospiterà in studio i ventidue cantanti (che potrebbero diventare 24) che gareggeranno nel prossimo Festival, che andrà in onda a partire da martedì 4 febbraio.

Secondo le indiscrezioni potrebbe salire sul palco dell’Ariston: Elodie, la giovane, dopo aver ottenuto il consenso delle radio grazie ad alcuni brani-tormentone che l’hanno incoronata regina dell’estate (“Nero Bali” nell’estate 2018 e “Margarita” nell’estate 2019), è pronta a tornare sul palco dell’Ariston; Giusy Ferreri, altra regina dei tormentoni, che è in procinto di pubblicare un nuovo disco e di partire in tour a partire da marzo; Annalisa, dopo aver pubblicato due brani, “Avocado Toast” e “Vento sulla Luna”, la cantante sarebbe pronta a rilasciare il suo nuovo disco di inediti. Per farlo, sarebbe intenzionata a passare da Sanremo, che del resto conosce bene, l’ultima partecipazione risale al 2018, quando ha ottenuto il terzo posto con “Il mondo prima di te”; Brunori Sas (Dario Brunori), che – dopo il successo del singolo “Al di là dell’amore” – non ha ancora pubblicato il nuovo disco ed è in partenza con una nuova tournée a partire da marzo; Samuele Bersani, che è pronto a rilasciare il nuovo album di inediti. L’artista manca da Sanremo dal 2012, quando ha presentato “Un pallone”; Noemi, che ha fatto il suo esordio all’Ariston nel 2010 e, da allora, vi ha partecipato ogni due anni: finora ha partecipato nel 2010 (Per tutta la vita), nel 2012 (Sono solo parole), nel 2014 (Bagnati dal sole), nel 2016 (La borsa di una donna) e nel 2018 (Non smettere mai di cercarmi). La cantante, secondo indiscrezioni, avrebbe un brano di Fabrizio Moro, ma alcuni beninformati sostengono che il pezzo sia di un altro cantautore molto amato; nel 2020 farà il suo esordio Levante, la cantautrice siciliana, dopo la pubblicazione dell’ultimo album, “Magmamemoria”, è pronta a ristampare il disco con l’aggiunta del pezzo sanremese e non solo. La sua nuova casa discografica, la Warner Music Italy, è decisa puntare tutto su di lei; A  solo un anno di distanza dall’ultima volta, tornerà Anna Tatangelo, ma secondo voci insistenti non sarà da sola, per la prima volta nella sua carriera, vi parteciperà in duetto e al suo fianco ci sarà Achille Lauro; esordirà anche Anastasio, vincitore dell’edizione 2018 di X-Factor, deciso a ottenere la sua consacrazione; pronto a tornare anche Rocco Hunt, forte del successo ottenuto con la hit  “Ti volevo dedicare”; nel 2020 approderà anche Giordana Angi, dopo il secondo posto all’ultima edizione di Amici  e pupilla di Tiziano Ferro; Max Pezzali, il cantautore  in attesa del grande concerto che terrà il 10 luglio a San Siro, è pronta a pubblicare il nuovo disco di inediti, che arriverà subito dopo il Festival; Francesco Gabbani, pronto a un rilancio dopo “È un’altra cosa”, un singolo estivo passato quasi totalmente inosservato; Francesco Bianconi dei Baustelle, attualmente al lavoro su un progetto solista; Marco Masini, il cantautore che in primavera partirà con un tour teatrale per festeggiare i suoi primi trent’anni di carriera, conta infatti finora 8 partecipazioni e una vittoria nel 2004. Manca dal festival da soli 3 anni, l’ultima volta si presentò con il brano “Spostato di un secondo”; Chiara Galiazzo, vincitrice della sesta edizione di X Factor, che non riesce ad affermarsi nonostante abbia calcato il palco di Sanremo più e più volte; Al Bano è pronto a tornare al Festival, ma senza Romina; Tommaso Paradiso, ex frontman dei Thegiornalisti, dopo il successo del suo primo brano da solita, “Non avere paura”, è pronto a cantare sul palco dell’Ariston e a ottenere la sua consacrazione; Arriva per la prima volta a Sanremo anche Fred De Palma, dopo l’estate del 2019 che l’ha visto protagonista assoluto; Enrico Nigiotti è pronto a emozionare nuovamente la platea dell’Ariston, ma soprattutto, a pubblicare il suo nuovo disco di inediti, che è già pronto; Alex Britti, che da poco è diventato papà, è pronto a tornare alla musica con un nuovo progetto, che presenterà proprio a Sanremo; Gianluca Grignani, pronto a riprendersi il proprio posto dopo anni di grandi difficoltà; i Canova, la band milanese è molto quotata in rappresentanza dell’indie pop; esordio per Elettra Lamborghini che si è fatta notare nel 2018 grazie al brano trash “Pem Pem” e ultimamente grazie all’esperienza a The Voice of Italy come coach accanto a Morgan, Gué Pequeno e Gigi D’Alessio; Irene Grandi è pronta a rimettersi in gioco a Sanremo. La cantante manca dal 2015, quando presentò la ballad intimista “Un vento senza nome”; Marcella Bella con Silvia Salemi; Matteo Bocelli, figlio di Andrea Bocelli; Paolo Vallesi, vincitore di “Ora o mai più” pare abbia per certo un biglietto per l’Ariston; e Rossana Casale, Grazia Di Michele e Mariella Nava, le tre artiste, che nel corso della loro carriera discografica hanno già collaborato insieme, hanno deciso di presentare un brano alla commissione selezionatrice.

Il direttore artistico e conduttore dell’edizione numero 70 sarà di sicuro Amadeus, ma è altrettanto certo che non sarà solo. Saranno almeno due le donne che potrebbero affiancarlo durante le 5 serate del Festival di Sanremo, che inizieranno dal 4 febbraio e termineranno nella serata dell’8, quando sarà proclamato il vincitore dell’edizione del Festival a cifra tonda.

Il regolamento del Festival è già noto e prevede una serata speciale dedicata alle migliori canzoni di Sanremo. I voti raccolti durante la serata saranno validi per la stesura della classifica finale, dal quale emergerà il vincitore della prossima edizione del Festival.

Corrono le voci anche sulla conduzione del Festival non ancora divulgata in via ufficiale: le ultime indiscrezioni escludono la possibilità che sia l’influencer Chiara Ferragni – anche se questa sera Fiorello ha nuovamente fatto il nome della Ferragni, oltre a quello di Diletta Leotta e di se stesso – ad affiancare il direttore artistico Amadeus sul palco dello storico teatro ligure.

Non una novità per i telespettatori, che da anni conoscono il rapporto tra Nicola Savino e Amadeus ma anche di questi con Fiorello. In particolare, lo showman siciliano potrebbe essere presente in una delle serate del prossimo Festival, ottenendo carta bianca da parte del conduttore che si è già detto entusiasta all’idea di avere allo showman sul palco del Teatro Ariston. Con lui, dovrebbe arrivare anche Jovanotti, quasi a voler replicare la serata che hanno portato sul palco del Jova Beach Party nel corso di questa estate. Sono ancora da definire le serate e le modalità con le quali saranno presenti al Teatro Ariston, ma la loro presenza sembra essere praticamente certa, oltre che di Tiziano Ferro come super ospite come accade da molti anni a questa parte.

Inoltre,  cambio della guarda alla conduzione della serata finale di Sanremo giovani 2019 su Rai1. 

La serata conclusiva di Sanremo Giovani 2019, lo show con la scelta delle Nuove Proposte di Sanremo 2020, sarà invece condotta da Amadeus, contrariamente a quanto era stato annunciato in precedenza. Ad anticipare la notizia il settimanale Panorama.it. Secondo il settimanale il direttore artistico e presentatore del Festival di Sanremo 2020 sarà anche il presentatore dello speciale in onda giovedì 19 dicembre su Rai 1, durante la quale saranno scelti gli otto talenti che gareggeranno poi tra le Nuovo Proposte.

Nelle ultime settimane erano circolati diversi nomi per la conduzione della serata del 19 dicembre, tra cui quello di Marco Liorni, che ha accolto la richiesta di Amadeus di dare visibilità ai giovani attraverso il podio di Italia Sì, con cinque speciali dedicati a Sanremo Giovani, in onda il sabato pomeriggio su Rai 1. Ma secondo quanto risulta a Panorama.it il conduttore in pectore della prima serata è sempre stato però Amadeus.

Dalla serata su Rai1, emergeranno gli 8 della sezione Nuove Proposte che gareggeranno per la finale al Teatro Ariston. 5 i nomi di coloro che prenderanno parte alla finale di febbraio e che emergeranno dalla serata del 19 dicembre, a questi si aggiungono i 2 provenienti da Area Sanremo e la vincitrice di Sanremo Young, Tecla Insolia. I 10 concorrenti che si sfideranno il 19 dicembre sono quelli scelti nel corso delle semifinali ospitate da Italia Sì di Marco Liorni, ogni sabato pomeriggio su Rai1.

In attesa di conoscere i nomi dei Big in gara – la lista verrà annunciata il 6 gennaio durante lo speciale I Soliti Ignoti – Amadeus prepara dunque Sanremo Giovani. Ricordiamo che la giuria di quella serata televisiva sarà formata da Antonella Clerici, Paolo Bonolis, Carlo Conti, Piero Chiambretti e Pippo Baudo. Ai cinque nomi decisi durante la serata trasmessa dal Teatro del Casinò, si aggiungeranno Tecla Insolia, vincitrice dello show di Rai 1 Sanremo Young, e altri due giovani usciti dal concorso Area Sanremo.

La RAI vuole coinvolgere gli artisti di Sanremo Giovani 2019 in video TIM, la denuncia dalle organizzazioni rappresentative delle case discografiche. 

afi.png

Mentre si avvia la grande macchina del Festival Di Sanremo 2020, dal gruppo dei giovani e delle associazione musicali che fanno parte del festival si solleva la prima pesante polemica.

F.I.M.I. ovvero la Federazione Industria Musicale Italiana ha diffuso oggi un comunicato stampa, realizzato con l’apporto di AFI e PMI che denuncia il comportamento della Rai nei confronti dei giovani del Festival. 

Da quanto si apprende dal comunicato l’organizzazione del Festival di Sanremo  avrebbe richiesto ai giovani in gare a Sanremo Giovani 2019 di registrare una clip promozionale che prevede la presenza di uno sponsor (la TIM, azienda sponsor di tutto il Festival di Sanremo 2020). Si tratta di pretese inaccettabili che utilizzano i giovani artisti per promuovere un noto marchio di telecomunicazioni senza nessuna preventiva autorizzazione delle case discografiche (senza nessun accordo con gli artisti stessi e i loro management).

Per questo per le associazioni discografiche – AFI, FIMI e PMI – rappresenta uno sfruttamento dei giovani del Festival, un vero e proprio abuso non previsto dal regolamento, che non fa cenno a product placement e soprattutto non concordato.

Ecco il comunicato stampa integrale: “Per Sanremo Giovani richieste di RAI su clip promozionali inaccettabili per industria musicale.

Milano, 3 Dicembre 2019 – L’organizzazione del Festival di Sanremo ha richiesto ai partecipanti alla gara per la sezione Giovani la registrazione di clip promozionali che prevedono la presenza di uno sponsor.

Si tratta di pretese inaccettabili che utilizzano i giovani artisti per promuovere un noto marchio di telecomunicazioni senza nessuna preventiva autorizzazione delle case discografiche.

Per le associazioni rappresentative delle aziende iscritte al Festival – AFI, FIMI e PMI – si tratta di un vero e proprio abuso non previsto dal regolamento, che non fa cenno a product placement e soprattutto non concordato.

Nonostante ripetuti solleciti per sedersi ad un tavolo e discutere la questione delle utilizzazioni di contenuti, RAI non ha fornito alcun riscontro e pertanto chiederemo un’audizione urgente in Commissione vigilanza RAI”

Questo il virgolettato contenuto nel comunicato stampa inviato oggi a tutte le testate. Si attende una risposta ufficiale della RAI.