ESC 2021 – Paesi Bassi: AVROTROS conferma a Jeangu Macrooy come rappresentante olandese dell’ESC 2021

Jeangu Macrooy

Le emittenti olandesi AVROTROS, NPO e NOS hanno confermato a poche ore dalla notizia della cancellazione dell‘Eurovision Song Contest 2020 a causa della pandemia di COVID-19 del 2019-2020 (Coronavirus) che Jeangu Macrooy è stato riconfermato come rappresentante dei Paesi Bassi alla prossima edizione dell’Eurovision Song Contest 2021.

Il cantautore surinamese naturalizzato olandese Jeangu Macrooy era stato scelto internamente per rappresentare i Paesi Bassi all’Eurovision Song Contest 2020 con il brano “Grow” (selezionato internamente dalle tre aziende radiotelevisive olandesi AVROTROS, NPO e NOS). Da ricordare che l’Eurovision Song Contest 2020 si sarebbe tenuto a Rotterdam dal 12 al 16 maggio, ma è stato cancellato a causa della pandemia di COVID-19 del 2019-2020 (Coronavirus). Tuttavia, a seguito della cancellazione, l’EBU-UER sta valutando la possibilità di consentire alle singole emittenti di selezionare nuovamente gli artisti annunciati per il 2020, mentre per le canzoni selezionate per l’edizione cancellata del 2020 bisognerà attendere che il Reference Group e le emittenti partecipanti si accordino a tal riguardo. Anche se stando al Regolamento, tutte le canzoni per l’Eurovision Song Contest 2021 dovrebbero essere nuove.

Jeangu Macrooy ha affermato che capisce perfettamente la decisione e che la salute di tutti è la cosa più importante in questo momento. Le tre aziende radiotelevisive olandesi AVROTROS, NPO e NOS hanno, quindi l’intenzione di continuare la collaborazione con Jeangu nel 2021 con nuova energia e grande passione e che insieme saranno forti!

Il 10 gennaio 2020 AVROTROS ha confermato di aver selezionato internamente l’artista come rappresentante dei Paesi Bassi all’Eurovision Song Contest 2020, che si svolgerà proprio a Rotterdam nei Paesi Bassi. Il suo brano, intitolato “Grow”, è stato pubblicato il pubblicato il 4 marzo 2020 su etichetta discografica Unexpected Records. Il brano è stato selezionato internamente dall’ente publico olandese AVROTROS spagnolo ed è stato scritto dallo stesso cantante con Perquisite. Dato che i Paesi Bassi erano il paese organizzatore dell’edizione, il brano avrebbe avuto accesso direttamente alla serata finale del 16 maggio 2020. 

Jeangu Macrooy è nato nel 1993 a Paramaribo, Suriname. Jeangu a 13 anni ha iniziato a suonare la chitarra e nel 2011 ha iniziato la sua carriera musicale insieme al fratello gemello Xillian Macrooy formando il duo Between Towers, pubbliccando anche il loro album di debutto Stars on My Radio nel 2013. Nel 2014,  dopo aver studiato al Conservatorio di Paramaribo, decide di trasferirsi nei Paesi Bassi per studiare scrittura musicale all’Universtià delle belle arti ArtEZ di Enschede (ArtEZ University of Arts, ArtEZ hogeschool voor de kunsten). Durante un’esibizione studentesca a scuola, Macrooy ha incontrato il produttore e compositore Perquisite e poco dopo ha firmato un contratto con l’etichetta Unexpected Records di Perquisite (Pieter Perquin) verso dicembre 2015. Con l’etichetta ha pubblicato il suo extended play di debutto ‘Brave Enough’, dove è presente il singolo “Gold” che è stato utilizzato anche nella serie Il trono di Spade (Game of Thrones). Nell’aprile 2017, Macrooy dove ha pubblicato il suo primo album in studio ‘High On You’, seguito da esibizioni nei locali e festival dei Paesi Bassi e come atto di supporto per vari artisti in Belgio, Francia e Germania. Mentre nel 2018 ha debuttato nello spettacolo teatrale The Passion (De passie), dove ha interpreto il ruolo di Giuda Iscariota (Judas Iscariot) nell’Amsterdam-Zuidoost. Nel febbraio 2019, Macrooy pubblicato il suo secondo album in studio ‘Horizon’. È stato nominato due volte per un Edison Award, l’equivalente dei Paesi Bassi degli American Grammy Awards.

Così i Paesi Bassi con Jeangu Macrooy si unisce alla Spagna con Blas Cantó nell’elenco dei paesi che finora hanno confermato la loro partecipazione all’Eurovision Song Contest 2021 e che hanno invitato i loro rappresentanti annunciati per il 2020 a partecipare al concorso nel 2021 con un brano completamente diverso da quello selezionato in conformità con il Regolamento.

I Paesi Bassi hanno selezionato internamente tutte le loro candidature all’Eurovision Song Contest dal 2013. Anouk si è classificata ottava in Finale nel 2013 con “Birds”, interrompendo una serie di otto anni di non qualifiche. Da allora, i Paesi Bassi non sono riusciti a qualificarsi per la Finale nel 2015. In precedenza, il Nationaal Songfestival veniva utilizzato per selezionare le voci dell’Eurovision olandese.

Da ricordare che l’organizzazione e la produzione della sessantacinquesima edizione dell’Eurovision Song Contest spetteva alle tre emittenti televisive olandesi: AVROTROS, NPO e NOS. L’edizione 2020 dell’Eurovision Song Contest si sarebbe svolta presso l’Ahoy Rotterdam di Rotterdam, nei Paesi Bassi e come avviene dal 2008, il concorso sarà articolato in due semifinali che si sarebbero tenute martedì 12 e giovedì 14 maggio 2020, mentre la finale si sarebbe tenuta sabato 16 maggio 2020; tuttavia, la pandemia di COVID-19 del 2019-2020 (Coronavirus) in corso non ha permesso il regolare svolgimento della manifestazione, per la quale si è reso necessario, per la prima volta nella sua storia, un annullamento.

I Paesi Bassi sono stati rappresentati nella scorsa edizione tenutasi a Tel Aviv da Duncan Laurence e la canzone“Arcade” (scelti internamente) e ha vinto la Finale con 498 punti, dando ai Paesi Bassi la loro quinta vittoria all’Eurovision Song Contest e la prima dal 1975. La vittoria di Duncan vede anche all’Eurovision Song Contest tornare nei Paesi Bassi per la prima volta dal 1980.

I Paesi Bassi ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1956 ed è uno dei membri fondatori della manifestazione. Dall’ora hanno partecipato a 60 edizioni dell’Eurovision Song Contest (51 finali) vincendo cinque volte: nel 1957 con Corry Brokken e il suo brano “Net als toen”, nel 1959 con Corry Brokken e il suo brano “Een beetje”, nel 1969 conLenny Kuhr e il suo brano “De troubadour”, nel 1975 con Teach-In e il suo brano “Ding-a-dong” e nel 2019 con Duncan Laurence e il suo brano “Arcade”.

Il Paese ha ospitato la manifestazione 5 volte (nel 1958, 1970, 1976, 1980 e 2020) e si è classificata per quattro volte all’ultimo posto (nel 1958, 1962, 1963 e nel 1968). Inoltre nel 2011 si è classificata all’ultimo posto della sua Semi-finale.

I Paesi Bassi sono stati assenti della manifestazione solo quattro volte, nel 1985 e nel 1991, mentre  nel 1995 e nel 2002 furono relegati.

Con l’introduzione delle semifinali, i Paesi Bassi hanno raggiunto la finale solamente in 7 occasioni, non riuscendo a raggiungere la Finale per un record di nove anni consecutivi, 2005-2012. Nel 2004 con i Re-union e il suo brano “Without You”, piazzandosi al vigesimo posto, nel 2013 con Anouk e il suo brano “Birds”, piazzandosi al nono posto, nel 2014 con i The Common Linnets e il suo brano “Calm After the Storm“, ottenendo un meritatissimo 2° posto e diventando la canzone di maggior successo del Paese dal 1975, nel 2016 con Douwe Bob e il suo brano “Slow Down”, piazzandosi al undecimo posto e nel 2019 con Duncan Laurence e il suo brano “Arcade” ha vinto la manifestazione con 498 punti.