ESC 2021 – Regno: BBC conferma la partecipazione all’ESC 2021

uk

L’emittente nazionale britannica BBC ha confermato quest’oggi la partecipazione del Regno Unito alla 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà presso l’Ahoy Rotterdam di Rotterdam, nei Paesi Bassi, il 16, 18 e 22 maggio prossimi.

Così il Regno Unito si unisce all’elenco dei paesi che finora hanno confermato la loro intenzione di partecipare all’Eurovision Song Contest 2021. Con queste conferma salgono a 41 i paesi ufficialmente iscritti alla prossima edizione dell’ESC: Albania Festivali i 59-të i Këngës në RTSH (Festival of Song), Armenia, Cipro – selezione interna, Croazia – Dora 2021, Danimarca – Melodi Grand Prix 2021, Estonia – Eesti Laul 2021, Finlandia – Uuden Musiikin Kilpailu (UMK) 2021, Francia – Eurovision France, c’est vous qui décidez, Germania – selezione interna, Irlanda, Italia – 71ª edizione del Festival di Sanremo 2021 (Festival della canzone italiana), Lituania – Pabandom Iš Naujo! 2021, Macedonia del Nord, Norvegia – Norsk MGP 2021, Polonia, Portogallo – 54º Festival RTP da Canção 2021, Regno Unito, Russia, Serbia e Svezia – Melodifestivalen 2021. Di questi, 20 hanno riconfermato gli artisti inizialmente designati per l’edizione di quest’anno, poi cancellata. Si tratta nello specifico di: Montaigne (Australia), Vincent Bueno (Austria), Efendi/Əfəndiyeva (Azerbaijan), Hooverphonic (Belgio), VICTORIA/Виктория (Bulgaria), Tornike Kipiani/თორნიკე ყიფიანი (Georgia), Stefania/Στεφανία (Grecia), Daði og Gagnamagnið (Islanda), Eden Alene/עדן אלנה (Israele), Samanta Tīna (Lettonia), Destiny (Malta), Natalia Gordienko (Moldavia), Jeangu Macrooy (Paesi Bassi), Benny Cristo (Rep. Ceca), ROXEN (Romania), Senhit (San Marino),  Ana Soklič (Slovenia), Blas Cantó (Spagna), Gjon’s Tears (Svizzera) e GO_A (Ucraina). 

Inoltre, l’Andorra, Bosnia ed Erzegovina, Kazakistan, Kosovo, Liechtenstein, Lussemburgo, Montenegro, Monaco, Slovacchia, Ungheria, Marocco e Turchia, hanno confermato che non parteciperanno alla manifestazione.

Anche se l’elenco definitivo dei paesi partecipanti all’edizione 2021 dell’ESC sarà possibilmente soggetta a cambiamenti fino al rilascio della lista ufficiale dei partecipanti da parte dell’EBU-UER in programma nel mese di Gennaio 2021. Il termine per i paesi partecipanti per presentare le loro domande di partecipazione preliminare si concluderà entro il 16 settembre 2020. In seguito tutti i paesi partecipanti avranno un periodo di grazia entro il 10 ottobre 2020 per confermare ufficialmente la propria iscrizione o ritirarsi senza pagare la penale, novità introdotta dall’EBU-UER l’edizione 2015. Dopo quella data, non sarà più possibile il ritiro, o meglio, sarà possibile ma pagando una sanzione monetaria. Il sorteggio che determinerà la composizione delle Semifinali (in quale metà delle due Semifinali si esibiranno i Paesi sorteggiati) e la Semi-Finale in cui avrà diritto di voto i Paesi già qualificati alla Finale (Big Five + Paesi Bassi), si svolgerà a fine gennaio.

Nei prossimi mesi saranno rilasciati ulteriori dettagli sul metodo e il meccanismo che verrà utilizzato per selezionare la canzone e il concorrente inglese per l’edizione 2021 dell’ESC. 

Il cantautore britannico James Richard Newman, fratello del cantante John Newman, avrebbe dovuto rappresentare il Regno Unito all’Eurovision Song Contest 2020 con il brano “My Last Breath”, poi cancellato a causa della pandemia di COVID-19. Il 27 febbraio 2020 è stato confermato che la BBC l’ha selezionato internamente per rappresentare il Regno Unito all’Eurovision Song Contest 2020 a Rotterdam, nei Paesi Bassi, con il brano “My Last Breath”. Aveva già preso parte all’Eurovision nell’edizione del 2017 come co-autore del brano irlandese, Dying to Try, cantato da Brendan Murray. Tuttavia, il 18 marzo 2020 l’evento è stato cancellato a causa della pandemia di COVID-19.

ll Regno Unito è stato rappresentato nella scorsa edizione tenutasi a Lisbona dal cantante britannico Michael Rice con il suo brano “Bigger than Us” (scelti tramite la  selezione nazionale del Regno Unito per l’Eurovision Song Contest 2019, l’Eurovision: You Decide), pubblicato il 9 marzo 2019 su etichetta discografica Spinnup. Scritto da Laurell Barker, Anna-Klara Folin, John Lundvik e Jonas Thander, il brano ha vinto Eurovision: You Decide 2019, guadagnando il diritto a rappresentare il Regno Unito all’Eurovision Song Contest 2019 a Tel Aviv, in Israele. Facendo il Regno Unito parte dei Big Five, il brano ha avuto accesso direttamente alla serata finale del 16 maggio 2019. Qui si è classificato ultimo su 26 partecipanti con 11 punti totalizzati, di cui 3 dal televoto e 8 dalle giurie.

Il Paese ha partecipato a quasi tutte le edizioni dell’Eurovision Song Contest (62 partecipazioni. Ha vinto cinque volte (nel 1967 con Sandie Shaw e il suo brano “Puppet on a String”, nel 1969 con Lulu e la canzone “Boom Bang-a-Bang”, nel 1976 con i Brotherhood of Man e il suo brano “Save Your Kisses for Me”, nel 1981 con i Bucks Fizz e la canzone “Making Your Mind Up” e nel 1997 con Katrina and the Waves e il suo brano “Love, Shine a Light”) ed è la nazione che ha ospitato la manifestazione il maggior numero di volte (otto: nel 1960, 1963, 1968, 1972, 1974, 1977, 1982 e nel 1998).

Il Regno Unito fa parte dei cosiddetti Big Five (assieme a Spagna, Germania, Francia e Italia) e per questo motivo accede di diritto alla serata finale, indipendentemente dai risultati dell’anno precedente.

Fino al 1998 compreso la canzone selezionata è quasi sempre risultata nelle prime 10 posizioni. Da quell’anno in poi i risultati sono stati pessimi, in particolare nel 2003 con la canzone “Cry Baby”, che arriva all’ultimo posto con zero punti (peggior risultato di sempre per il Regno Unito). Le uniche eccezioni in quegli anni sono state il 2002 (3º posto) e il recente 2009 (5º posto di Jade Ewen con brano scritto da Andrew Lloyd Webber).