Sanremo 2021: Ecco gli spot di Sanremo 2021

In occasione della serata finale di Sanremo Giovani sono stati trasmessi i primi spot dell’edizione 2021 del Festival di Sanremo. Proprio nelle ultime ore, sono stati ufficializzati i 26 artisti in gara, oltre alle 8 Nuove Proposte.

Protagonisti Amadeus, nei panni di direttore d’orchestra e alcuni calciatori della Nazionale italiana che lanciano l’appuntamento con il Festival del 2021, previsto dal 2 al 6 marzo dell’anno prossimo.

Se l’anno scorso l’attenzione era tutta per il piccolo Amadeus che sognava di salire sul palco del teatro Ariston di Sanremo, stavolta il conduttore e direttore artistico si è fatto grande e sdoppia diventando persino il commissario tecnico di una squadra, oltre che il loro maestro d’orchestra.

Come anticipato, protagonista del video è il conduttore del festival Amadeus, nei panni del direttore di un’orchestra molto particolare: si tratta infatti della Nazionale Italiana di calcio, che  nelle scorse settimane a Coverciano, sede di ritiro degli Azzurri.

Amadeus, davanti ad un leggio, attentamente comanda e indica ai suoi giocatori di spostarsi a suo piacimento. Davanti a lui vediamo giocatori del calibro di Lorenzo Insigne, Gianluigi Donnarumma, Nicolò Barella, Andrea Belotti. Il direttore artistico vuole che tutto venga al meglio. Chiede loro se lo schema più adatto è il 3-5-2-? o il 4-3-3/? ma nessuno dei componenti della squadra sembra essere d’accordo con le sue idee: “Ragazzi, iniziamo: Insigne, vieni avanti, fatti vedere! Donnarumma, spostati leggermente. Barella, non ti muovere. Ok, Belotti, cominciamo a cantare!“.

Amadeus trova difficoltà nel trovare la perfetta armonia che vorrebbe creare un direttore d’orchestra. Per questo, a cercare di dargli una mano arrivano Gianluca Vialli capo delegazione della nazionale italiana e Lele Oriali, Team Manager sempre della squadra. “Ama! Ti serve una mano?” chiede Vialli “Una mano? Magari due mani!”.

I promo già in onda in tv sono due: nel primo, gli Azzurri cantano “Si può dare di più”, il brano che vinse il Festival nel 1987 e che oggi ripropone, in questo difficile periodo per il Paese,lo stesso messaggio di speranza lanciato a suo tempo dal trio Morandi-Tozzi-Ruggeri.. “Perché l’Italia è l’Italia” afferma Amadeus al termine dell’esibizione, accompagnato dall’esultanza dei nostri calciatori. Nel secondo video, invece, la squadra intona un brano che conosce molto bene: l’Inno di Mameli, che i calciatori italiani cantano sempre con passione e orgoglio prima di scendere in campo con la maglia della Nazionale. Una melodia, quest’ultima, che risuona da tradizione anche all’Ariston: il Canto degli Italiani, infatti, apre d’abitudine la serata finale della kermesse.Lo spot si conclude con la citazione finale dell’Inno di Mameli ed una grafica che rimanda alle date del Festival di Sanremo 2021, in scena dal 2 al 6 marzo 2021 in prima serata su Rai 1.

Amadeus, confermato Direttore Artistico dopo il successo dello scorso anno, ha parlato di una “insolita esperienza” e ha commentato: “Un inizio migliore non poteva esserci, per me che amo la Nazionale è una grande gioia”. Poi, riferendosi agli Azzurri, ha aggiunto: “Questo è un gruppo fortissimo non solo sul campo, ma anche nella quotidianità, sono ragazzi divertenti, spiritosi, molto affiatati tra di loro”. Infine, il conduttore si lascia andare a una speranza: vincere l’Europeo che si giocherà nel 2021.

I nomi dei Big sono già stati annunciati, insieme a quelli delle Nuove Proposte che prenderanno parte alla prossima edizione della manifestazione canora. Tanti i nomi dei veterani, ai quali si sono aggiunti quelli dei giovani trasformando il festival in un evento per voci nuove. Straordinario anche il numero dei partecipanti al Festival, che quest’anno salgono a 26 con 8 Nuove Proposte.

Per la prima volta dopo molti anni, il Festival di Sanremo non andrà in onda a febbraio. Con l’emergenza sanitaria ancora in corso, si è preferito prolungare la data della prima serata per non incorrere in improvvisi stop generati dalla pandemia. Già esclusa la possibilità di un ulteriore rinvio, che si era prospettato nelle ultime settimane. Com’è necessario, la manifestazione sarà organizzata nel rispetto delle regole anti-COVID.

Ancora tutto da decidere il cast televisivo, che potrebbe accogliere anche Achille Lauro. Si è infatti parlato della possibilità di un suo ritorno all’Ariston come spalla di Amadeus, probabilmente nella formula che è stata destinata a Tiziano Ferro nel 2020. Incerta, invece, la presenza di Jovanotti che avrebbe dovuto già esserci nell’edizione 70. Il cast televisivo è, per ora, top secret.