ESC 2021 – Regno Unito: BBC riconferma a James Newman per il Regno Unito a Rotterdam 2021

L’emittente pubblica britannica BBC ha annunciato che ha riconfermato a James Newman come rappresentante del Regno Unito all’Eur

James Newman avrebbe dovuto rappresentare il Regno Unito all’Eurovision Song Contest 2020 con il brano “My Last Breath“, ma in seguito all’annullamento dell’evento a causa della pandemia di COVID-19 de è stato riconfermato come rappresentante nazionale per l’edizione del 2021. Aveva già preso parte all’Eurovision Song Contest nell’edizione del 2017 come co-autore del brano irlandese, “Dying to Try”, cantato da Brendan Murray.

La canzone che ascolteremo nella Finale dell’Eurovision Song Contest 2021 verrà rivelata a marzo.

James spiega la sua impazienza di salire sul palco: “Sono così eccitato e onorato di avere una seconda possibilita di rappresentare il mio paese all’Eurovision Song Contest. Non ho smesso di fare nuova musica in isolamento e non vedo l’ora che tutti sentano la canzone che porto all’Eurovision nel 2021.”

Jo Wallace, responsabile del settore intrattenimento della BBC, aggiunge: “Siamo così felici di riavere James con noi e che rappresenti il Regno Unito all’Eurovision 2021. Dopo il 2020 e l’annullamento del 65° Concorso, l’Eurovision è esattamente ciò di cui tutti hanno bisogno!.”

La BBC ha anche annunciato una rinnovata collaborazione tra BBC Studios e la casa discografica BMG; quest’ultimo rilascerà e pubblicherà la canzone del Regno Unito, mentre BBC Studios produrrà la copertura del Regno Unito del concorso.

James Newman per il Regno Unito è il 30º concorrente (il 24º tra gli artisti che dovevano essere in gara all’Eurovision Song Contest 2020 di ritorno nell’edizione 2021) in gara all’edizione 2021 dell’Eurovision Song Contest, dopo Anxhela Peristeri con “Karma” per l’Albania, Montaigne per l’Australia, Vincent Bueno per l’Austria, Efendi (Əfəndi) per l’Azerbaigian, gli Hooverphonic per il Belgio, VICTORIA (Виктория) per la Bulgaria, Albina con “Tick-tock” per la Croazia, Elena Tsagkrinou (Ελένη Τσαγκρινού) con “El Diablo” (The Devil) per il Cipro, Benny Cristo con “omaga” per la Repubblica Ceca, Barbara Pravi con “Voilà” per la Francia, Tornike Kipiani (თორნიკე ყიფიანი) per la Georgia, Jendrik Sigwart per la Germania, Stefania (Στεφανία) con “Last Dance” per la Grecia, Daði & Gagnamagnið per l’Islanda, Lesley Roy per l’Irlanda, Eden Alene (עדן אלנה) con “Set me free” (חופשייה) per l’Israele, Samanta Tīna per la Lettonia, The Roop con “Discoteque” per la Lituania,Destiny per Malta, Natalia Gordienko con “Sugar” per la Moldavia, Jeangu Macrooy per i Paes Bassi,Vasil (Васил) con “Here I stand” per la Macedonia del Nord, ROXEN per la Romania, Senhit per il San Marino, Hurricane per la Serbia, Ana Soklič per la Slovenia, Blas Cantó per la Spagna, Gjon’s Tears per la Svizzera e gli Go-A con “SHUM” (ШУМ, Noise) per l’Ucraina.

James, fratello del cantautore britannico John Newman (conosciuto principalmente per il brano “Love Me Again” che ha conquistato il primo posto nella Official Singles Chart nel luglio 2013) è un cantautore multi-platino, vincitore del premio BRIT Award e nominato ai Grammy, dopo aver vinto un BRIT Awards per il singolo britannico dell’anno per “Waiting all night” interpretato dai Rudimental ed Ella Eyre. È stato il primo singolo numero 1 nel Regno Unito di James nel 2013.

James ha iniziato la sua carriera musicale nel 2013 come autore di brani musicali per altri artisti famosi nel corso degli anni, fra gli altri, per Jess Glynne, Olly Murs, Guy Sebastian, Zayn, le Little Mix, incluso Ed Sheeran nel brano “Lay It All On Me”, che è stata certificata platino sia nel Regno Unito che negli Stati Uniti.. Ha scritto numerose hit come “Lay it all on me” dei Rudimental (che è stata certificata platino sia nel Regno Unito che negli Stati Uniti), “All I am” di Jess Glynne, “Blame” di Calvin Harris e  con suo fratello minore John Newman, canzone che ha scalato le classifiche, oltre che in patria, anche nei Paesi Bassi, Svezia, Norvegia e Messico. James è stato anche nominato due volte al Grammy, come autore di “Coping”  di Toni Braxton e “Let ‘Em Talk” di Kesha. James è stato vocalist per molti brani di successo; nel 2018 quando ha collaborato con il DJ olandese Armin Van Buuren. La loro canzone “Therapy” è stata un grande successo in Europa.

ll Regno Unito è stato rappresentato nella scorsa edizione tenutasi a Tel Aviv dal cantante britannico Michael Rice con il suo brano “Bigger than Us” (scelti tramite la  selezione nazionale del Regno Unito per l’Eurovision Song Contest 2019, l’Eurovision: You Decide), pubblicato il 9 marzo 2019 su etichetta discografica Spinnup. Scritto da Laurell Barker, Anna-Klara Folin, John Lundvik e Jonas Thander, il brano ha vinto Eurovision: You Decide 2019, guadagnando il diritto a rappresentare il Regno Unito all’Eurovision Song Contest 2019 a Tel Aviv, in Israele. Facendo il Regno Unito parte dei Big Five, il brano ha avuto accesso direttamente alla serata finale del 16 maggio 2019. Qui si è classificato ultimo su 26 partecipanti con 11 punti totalizzati, di cui 3 dal televoto e 8 dalle giurie.

Il Paese ha partecipato a quasi tutte le edizioni dell’Eurovision Song Contest (62 partecipazioni. Ha vinto cinque volte (nel 1967 con Sandie Shaw e il suo brano “Puppet on a String”, nel 1969 con Lulu e la canzone “Boom Bang-a-Bang”, nel 1976 con i Brotherhood of Man e il suo brano “Save Your Kisses for Me”, nel 1981 con i Bucks Fizz e la canzone “Making Your Mind Up” e nel 1997 con Katrina and the Waves e il suo brano “Love, Shine a Light”) ed è la nazione che ha ospitato la manifestazione il maggior numero di volte (otto: nel 1960, 1963, 1968, 1972, 1974, 1977, 1982 e nel 1998).

Il Regno Unito fa parte dei cosiddetti Big Five (assieme a Spagna, Germania, Francia e Italia) e per questo motivo accede di diritto alla serata finale, indipendentemente dai risultati dell’anno precedente.

Fino al 1998 compreso la canzone selezionata è quasi sempre risultata nelle prime 10 posizioni. Da quell’anno in poi i risultati sono stati pessimi, in particolare nel 2003 con la canzone “Cry Baby”, che arriva all’ultimo posto con zero punti (peggior risultato di sempre per il Regno Unito). Le uniche eccezioni in quegli anni sono state il 2002 (3º posto) e il recente 2009 (5º posto di Jade Ewen con brano scritto da Andrew Lloyd Webber).