ESC 2022 – Georgia: Circus Mircus per la Georgia all’ESC 2022

L’emittente pubblica georgiana GPB ha annunciato qualche minuto fa che la band Circus Mircus („ცირკუს მირკუსი“) rappresenterà la Georgia alla 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2022, che si svolgerà il 10, 12 e il 14 maggio 2022 presso il PalaOlimpico di Torino, in Italia.

Al momento 2 dei 41 partecipanti in gara all’edizione 2022 dell’Eurovision Song Contest sono stati resi noti, dopo il Belgio con Jérémie Makiese, è la Georgia a comunicare il nome degli artisti che rappresenteranno il Paese a Torino. Si tratta dei Circus Mircus che hanno dato l’annuncio attraverso il loro canale Youtube.

Il gruppo è stato selezionato internamente dalla GPB, ma non è stata ancora rivelata la propria canzone per l’Eurovision Song Contest 2022.

Nel video, un membro del gruppo ha descritto Circus Mircus come un “movimento che riunisce decine di professionisti di diversi campi per creare un’esperienza audiovisiva senza precedenti. La pietra angolare della loro filosofia risiede nel completo abbandono delle strutture musicali”.

Questa mattina, una misteriosa lettera è apparsa nella cassetta delle lettere dell’Eurovision Towers a Ginevra: “Cari terrestri, Questo è un messaggio del Circus Mircus. Desideriamo informarvi che in base alla decisione presa dall’emittente pubblica georgiana, la Georgia sarà rappresentata al prossimo Eurovision Song Contest dal Circus Mircus. La domanda sorge spontanea. Cos’è il Circus Mircus? È un movimento che riunisce decine di professionisti di diversi campi per creare un’esperienza audiovisiva senza precedenti. pietra angolare della loro filosofia risiede nel completo abbandono delle strutture musicali. Per parlare con i membri di ‘Circus Mircus’ e per ulteriori informazioni, inviaci un’email.

I Circus Mircus si sono formati a Tbilisi, in Georgia. Secondo alcune notizie sarebbero tre artisti che hanno abbandonato l’accademia circense locale alla fine del 2020. I motivi dell’abbandono sarebbe il seguente: “Non eravamo abbastanza bravi, probabilmente i peggiori della troupe, ecco perché siamo diventati amici.”

Nonostante abbiano lasciato l’accademia, non hanno smesso di intrattenere il pubblico, pubblicando 10 video musicali in meno di un anno.

È un movimento che riunisce decine di professionisti di diversi campi per creare un’esperienza audiovisiva senza precedenti.

Stando alle indiscrezioni sembra che i membri del Circus Mircus corrispondano a Damocles Stavriadis (basso e voce) di origine greca, Bavonc Gevorgyan (batteria) di origine armeno e Igor Von Lichtenstein (tastiere, chitarra) probabilmente di origine tedesco.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Chi ha potuto assistere dal vivo a uno spettacolo del Circus Mircus descrive il loro come “unico dal punto di vista sonoro“. Il sound dei Circus Mircus racchiude una miriade di generi, riflettendo in modo intricato il mondo interiore e l’esperienza di vita di ogni membro della band. La pietra angolare della loro filosofia risiede nel completo abbandono delle strutture musicali.

Al momento, l’emittente georgiana GPB non ha rilasciato notizie rispetto alla modalità di scelta del brano che il gruppo presenterà sul palco del PalaOlimpico di Torino, ma probabilmente verrà fatta una scelta interna dalla GPB proprio come l’anno scorso.

A causa del COVID-19 la Georgia ha, quindi, optato per una selezione interna, ma non è la prima volta nella sua storia eurovisiva. Anche nella scorsa edizione del 2021, nel 2018, nel 2014 e nel 2013 aveva effettuato questa scelta. A essere originale, invece, stando a quanto riferito dalla stessa emittente, sarà proprio il progetto legato al gruppo. 

Facebook: @circusmircusunofficial
Instagram: @circusmircusunofficial
YouTube: CircusMircus

La Georgia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Rotterdam dal cantante e compositore georgiano Tornike Kipiani (თორნიკე ყიფიანი) e il suo brano “You”, pubblicato il 16 marzo 2021 su etichetta discografica Universal Music Denmark. Tornike Kipiani (თორნიკე ყიფიანი) era stato selezionato per rappresentare il suo paese all’Eurovision Song Contest 2020 con la canzone “Take Me As I Am” (მიმიღე ისეთი როგორიც ვარ), prima della cancellazione dell’evento a causa della pandemia di COVID-19. L’emittente televisiva GPB l’ha riconfermato per l’edizione eurovisiva successiva con il brano “You”. Nel maggio successivo, Tornike Kipiani (თორნიკე ყიფიანი) si è esibito nella Seconda Semi-Finale eurovisiva, piazzandosi al 16º posto su 17 partecipanti con 16 punti totalizzati e non qualificandosi per la Finale.

Il Paese ha partecipato per la prima volta all’Eurovision Song Contest nell’edizione del 2007 (13 partecipazioni, 7 Finali), quando la canzone “Visionary Dream” è stata interpretata dalla cantante Sopho Khalvashi (სოფო ხალვაში) ed è arrivata dodicesima in finale. L’anno successivo ha partecipato con l’artista non vedente Diana Gurtskaya (დიანა ღურწკაია), piazzandosi all’undicesimo posto sempre in finale col brano “Peace will come” (მშვიდობა მოვა).

A seguito delle tensioni con la Russia per la Seconda guerra in Ossezia del Sud la Georgia aveva inizialmente annunciato di non volere partecipare all’edizione 2009 dell’Eurovision: «pur rispettando il fatto che la gara non ha una connotazione politica, crediamo che la Russia non dovrebbe essere autorizzata a ospitare la manifestazione e che non possa garantire la sicurezza dei nostri rappresentanti». A seguito della vittoria al Junior Eurovision Song Contest 2008, ricevendo tra l’altro il punteggio massimo dalla Russia, la Georgia fu incoraggiata a partecipare di nuovo nel 2009 alla manifestazione principale.

Il 18 febbraio 2009 fu così selezionata in una finale nazionale la canzone partecipante: “We Don’t Wanna Put In” cantata da Stefane & 3G (სტეფანე და 3G). La canzone diede adito a polemiche per i suoi contenuti politici, contenendo riferimenti al primo ministro russo Vladimir Putin, che la Georgia ha negato. L’EBU-UER ha analizzato squalificato la canzone in quanto il regolamento della manifestazione vieta contenuti politici nei testi delle canzoni; e ha dato la possibilità alla Georgia di riscrivere il testo o di selezionare un’altra canzone. L’11 marzo 2009 la Georgia ha invece ufficializzato il suo ritiro dalla manifestazione, portando così il totale delle nazioni a 42.

Dopo questa polemica, la Georgia torna poi regolarmente in gara, conquistando altre cinque finali con Sopho Nizharadze (სოფო ნიჟარაძე) nel 2010, gli Eldrine nel 2011, con Sopho Gelovani & Nodiko Tatishvili (სოფო გელოვანი და ნოდიკო ტატიშვილი / წარმოდგენილები, როგორც „Nodi Tatishvili and Sophie Gelovani“) nel 2013, con Nina Sublati / ნინა სუბლატი nel 2015 e nel 2016 con Nika Kocharov & Young Georgian Lolitaz / ნიკა კოჩაროვი & Young Georgian Lolitaz. Nel 2012, per la prima volta nella sua storia, il Paese non accede alla finale con il cantante Anri Jokhadze (ანრი ჯოხაძე). La Georgia riesce poi a conquistare la finale nel 2013, 2015 e 2016.