Sanremo 2022: Ecco i 22 Big in gara al Festival di Sanremo 2022

Sono stati annunciati da Amadeus durante l’edizione delle 20.00 del TG1 di questa sera di Rai1 i nomi dei 22 Big (senza i titoli delle canzoni) in gara al Festival di Sanremo 2022.

Amadeus, direttore artistico del Festival di Sanremo 2022, ha sciolto le riserve e comunicato i nomi dei  ventidue ‘Big’ che prenderanno parte al prossimo Festival che si terrà dal 1 al 5 febbraio prossimo (Guarda l’annuncio di Amadeus).

Di seguito l’elenco degli artisti selezionati: Achille Lauro, Michele Bravi, Iva Zanicchi, Rkomi, Fabrizio Moro, Irama, Mahmood e Blanco, Giusy Ferreri, Giovanni Truppi, Emma, Aka7even, Dargen D’Amico, Gianni Morandi, Ditonellapiaga e Rettore, Elisa, Noemi, Highsnob e HU, Le Vibrazioni, Sangiovanni, Massimo Ranieri, La Rappresentante di Lista e Ana Mena.

A loro andranno aggiunti due artisti che verranno scelti nella serata del 15 dicembre dedicata a ‘Sanremo Giovani’ che Rai1 proporrà in prima serata insieme a RaiPlay e Radio2. Saranno tutti ospiti della Finale di Sanremo Giovani 2021.

Amadeus ha più volte ribadito che il suo faro nelle scelte è il brano e non il nome dell’artista. E forte dell’effetto Måneskin e della buona resa nelle classifiche e soprattutto nell’airplay dei pezzi sanremesi dello scorso anno (“Musica leggerissima”, “Chiamami per nome”, ecc) è ancora più orientato a seguire il suo istinto da ex dj più che suggestioni e autocandidature. Ricordiamo che, dopo la vittoria a Sanremo dello scorso anno, i Måneskin hanno trionfato anche all’Eurovision Song Contest ed ora hanno raggiunto la fama mondiale, fino in America. 

L’annuncio arriva dopo la modifica al regolamento del festival, che prevedeva che Amadeus svelasse i nomi durante la serata di Sanremo Giovani, che si svolgerà il 15 dicembre, dedicata alla scelta delle due Nuove Proposte che andranno ad unirsi ai 22 big annunciati stasera.

Amadeus prosegue la sua opera di aggiornamento della formula festivaliera, all’insegna di Generazione Z e grandi ritorni. Il cast è composto in gran parte da ex vincitori, artisti giovani, beniamini dei millennials e campioni su Spotify, rivelazioni e sorprese che non erano apparse nei vari toto-nomi degli ultimi giorni. Amadeus spiazza tutti con il cast del Festival di Sanremo 2022. Tanti super big del pop tricolore, giovani campioni delle classifiche e delle piattaforme di streaming, scommesse. 

Sei degli artisti annunciati hanno già rappresentato l’Italia all’Eurovision Song Contest: Emma (Emma Marrone), per la terza volta a Sanremo: 2011, 2012, 2022, più una conduzione nel 2015 e che nel 2014 partecipò conLa mia città”, che torna a dieci anni esatti dalla vittoria con “Non è l’inferno”; Fabrizio Moro, ha sette partecipazioni: 2000, 2007, 2008, 2010, 2017, 2018, 2022 e che nel 2018 insieme ad Ermal Meta, fu quinto con “Non mi avete fatto niente”; Mahmood, tre partecipazioni: 2016, 2019, 2022 e che nel 2019 ha raggiunto la seconda posizione a Tel Aviv con “Soldi”; Iva Zanicchi che nel 1969 partecipò con “Due grosse lacrime bianche” e ha 10 partecipazioni all’attivo, l’ultima nel 2009, e tre vittorie: 1967, 1979, 1974; Gianni Morandi nel 1970 con “Occhi di ragazza”, ritorna in gara a 50 anni dalla sua prima volta nel 1972 con “Vado a lavorare”,  l’ultima volta in gara invece risale a 22 anni fa, al 2000, quando gareggiò con “Innamorato”. Sette partecipazioni a Sanremo: 1972, 1980, 1983, 1987, 1995, 2000, 2022, una in coppia con Barbara Cola nel 1995, una vittoria insieme a Ruggeri e Tozzi nel 1987 e due edizioni da conduttore: 2011 e 2012; Massimo Ranieri con sette partecipazioni: 1968, 1969, 1988, 1992, 1995, 1997, 2022 e una vittoria datata 1988 con “Perdere l’amore”, partecipò all’Eurovision Song Contest con “L’amore è un attimo” e nel 1973 tornò in gara con “Chi sarà con te”, assente dalla gara dei Big dal 1997.

Tra loro ci sono degli artisti che debuttano come AKA 7even (fresco vincitore del Best Italian Act agli MTV EMA), Ana Mena (la cantante spagnola che il palco del Festival l’ha calcato in qualità di ospite nella serata delle cover nel 2020, in duetto con Riki sulle note de “L’edera” di Nilla Pizzi), Dargen D’Amico, Ditonellapiaga (nome emergente dell’elettropop italiano esplosa nell’ultimo anno e mezzo con una serie di singoli fortissimi su tutti “Morphina“ ed un EP altrettanto quotato dalla critica), Highsnob e HU (l’anno scorso tra i finalista di Sanremo Giovani nel 2020, per l’accesso al Festival 2021), Giovanni Truppi ((autore di brani molto belli tra cui “Scomparire”), Blanco (esploso di recente con brani quali “Notti in bianco”, “Blu celeste” e “Mi fai impazzire” cantata insieme a Sfera Ebbasta), Rkomi (che in passato ha duettato con Elisa in singoli di grande successo) e Sangiovanni, mentre ritornano Achille Lauro (in gara per la terza volta (2019, 2020, 2022) dopo il suo ruolo di ospite fisso l’anno scorso), Donatella Rettore (5 partecipazioni: 1974, 1977, 1986, 1994, 2022 più la sesta come ospite dei La Rappresentante di Lista nella serata dei duetti), Elisa (che venti anni fa, nel 2001, trionfò con “Luce – Tramonti a Nord Est” e che ha appena pubblicato il nuovo singolo “Seta”), La Rappresentante di Lista (in gara lo scorso anno con “Amare”), Irama (torna dopo che lo scorso anno è stato costretto a partecipare solo in video lo scorso anno alla fase finale del festival a causa della quarantena, dopo un caso di positività nel suo staff,  quarta volta in gara, dopo una partecipazione tra i giovani e due tra i big: 2016, 2019, 2021, 2022), Giusy Ferreri  (alla sua quarta partecipazione: 2011, 2014, 2017, 2022), Le Vibrazioni (con alle spalle quattro partecipazioni: 2005, 2018, 2020, 2022, quinta con quella da solista di Francesco Sarcina), Michele Bravi (di ritorno dopo la partecipazione nel 2017) e Noemi (alla sua settima partecipazione: 2010, 2012, 2014, 2016, 2018, 2021, 2022).

Il Festival di Sanremo 2022 si svolgerà dal 1 al 5 febbraio prossimi. Come ormai tradizione, il vincitore avrà la possibilità di rappresentare l’Italia alla 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2022, che si svolgerà il 10, 12 e il 14 maggio 2022 presso il PalaOlimpico di Torino, in Italia.

La 72ᵃ edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo (Festival di Sanremo 2022) si svolgerà in diretta dal Teatro Ariston di Sanremo dal 1º al 5 febbraio 2022 in onda su Rai1 con la conduzione, per il terzo anno consecutivo, di Amadeus, il quale sarà anche il direttore artistico; nel corso delle serate sarà affiancato da vari co-conduttori.

Come è già accaduto nell’edizione 2019, vi parteciperanno 24 artisti con altrettanti brani tutti in gara in un’unica sezione: 22 partecipanti saranno artisti noti, mentre 2 saranno i vincitori di Sanremo Giovani 2021; questi ultimi presenteranno un brano inedito diverso da quello con il quale vinceranno la suddetta competizione.

Metà dei cantanti si esibiranno durante la prima serata, l’altra metà nella seconda, per poi cantare di nuovo, tutti insieme, il giovedì. La serata del venerdì sarà invece dedicata alle Cover. A questo nutrito gruppo vanno ad aggiungersi due cantanti selezionati da Sanremo Giovani. 

Il vincitore del festival, oltre a ricevere il Leone di Sanremo, avrà l’onore di rappresentare (salvo rinuncia) l’Italia all’Eurovision Song Contest 2022 che si svolgerà a Torino il 10, 12 e il 14 maggio 2022 presso il PalaOlimpico.

Secondo voci circolate nelle settimane antecedenti alla comunicazione, figurerebbero nella lista dei non ammessi vari nomi, tra cui Red Canzian, Marcella Bella, Bobby Solo, Dolcenera, Marco Masini, Patty Pravo, Gianluca Grignani, Ron, Simona Molinari, Bianca Atzei, Maria Antonietta, i Ministri, i Boomdabash, i Fast Animals and Slow Kids, gli Orchestraccia, Ariete, Margherita Vicario, gli Eugenio in Via di Gioia con Elio, Francesco Gabbani, Arisa, Carmen Consoli, Nina Zilli, Tecla con Alfa, Lorenzo Fragola, Federico Rossi, Elodie, Mr Rain, Rocco Hunt, The Kolors, gli Zero Assoluto, Rosalinda Cannavò, Anna Tatangelo, Tommaso Paradiso, Ghali, Povia, Malika Ayane, i Marlene Kuntz, Il Tre, Mannarino, Brunori Sas, Dente, Daniele Silvestri, i Modà, Tancredi, Giovanni Caccamo, i Coma Cose, Chiara Galiazzo, Gaia, Mara Sattei, Loredana Bertè e Giorgia (le ultime due hanno rinunciato a parteciparvi dopo essere state precedente contatte dallo stesso direttore artistico).

I relativi brani dei 22 artisti del Festival di Sanremo 2022 verranno rivelati il successivo 15 dicembre durante la finale di Sanremo Giovani 2021, manifestazione che selezionerà gli ultimi due artisti in gara a febbraio:

  • Achille Lauro (Lauro De Marinis): Quarta partecipazione al Festival in quattro anni, per il cantante romano. In gara nel 2019 con “Rolls Royce” conquistò il pubblico nazionalpopolare. Poi tornò nel 2020, con “Me ne frego”. Quest’anno Amadeus l’ha voluto come ospite fisso, con i suoi “quadri”. 
  • AKA 7even (Luca Marzano): Altra rivelazione dell’ultima edizione di “Amici”, come Sangiovanni. Campione delle classifiche estive con il tormentone “Loca”, Luca Marzano – questo il vero nome del cantante campano, 21 anni – ha appena pubblicato l’autobiografia “7 vite”. 
  • Ana Mena (Ana Mena Rojas): Spagnola, 24 anni, si è fatta conoscere nel nostro paese affiancando Fred De Palma e Rocco Hunt nelle loro hit estive, da “Una volta ancora” a “A un passo dalla luna”, passando per “Un bacio all’improvviso”. All’Ariston, però, sarà da sola. Ha appena pubblicato il suo primo singolo da solista per il mercato italiano: è una cover in spagnolo di “Musica leggerissima”, hit sanremese di Colapesce e Dimartino.
  • Dargen D’Amico (Jacopo D’Amico): 41 anni, milanese, è un’istituzione della scena hip hop italiana. Glielo riconoscono i pesi massimi con i quali ha avuto modo di collaborare negli anni, stringendo con molti di questi rapporti di amicizia: da Fabri Fibra ai Club Dogo, passando per J-Ax. Rapper, produttore discografico, dj: sulle scene dagli Anni ’90, ha pubblicato da protagonista nove album, l’ultimo dei quali, “Bir Tawil”, è uscito nel 2020.
  • Ditonellapiaga e Donatella Rettore (Margherita Carducci e Donatella Rettore): Margherita Carducci, questo il vero nome di Ditonellapiaga, ha 24 anni e viene da Roma. È una delle rivelazioni della nuova scena capitolina, sulla quale ha deciso di investire la BMG, mettendola sotto contratto. Ha pubblicato lo scorso aprile il suo Ep d’esordio “Morsi”, dopo essersi fatta notare sul web con una cover di “Per un’ora d’amore” dei Matia Bazar. Condividerà il palco dell’Ariston con Donatella Rettore, che manca dalla gara da ventotto anni (l’anno scorso duettò nella serata delle cover con La Rappresentante di Lista sulle note di “Splendido splendente”). 
  • Elisa (Elisa Toffoli): La cantautrice fiulana torna in gara all’Ariston a distanza di ventuno anni dalla vittoria del 2001 con “Luce (Tramonti a Nord Est)”. “The rumors were true!”, scrive Elisa Toffoli su Instagram , comunicando ai suoi fan la sua presenza nel cast della kermesse. D’altronde il nome di Elisa era apparso già in uno dei primissimi toto-nomi sul cast del Festival, tra la sorpresa generale. La cantautrice ha appena pubblicato il nuovo singolo “Seta”, scritto con Davide Petrella e prodotto da Dardust, che anticipa il suo nuovo – doppio – album di inediti, l’ideale successore di “Diari aperti” del 2018. Il nuovo progetto vedrà nel prossimo Festival di Sanremo uno dei suoi tasselli.
  • Emma (Emmanuela ‘Emma’ Marrone): Al Festival debuttò nel 2011, in coppia con i Modà con “Arriverà”: si classificarono secondi. L’anno successivo la popstar salentina tornò all’Ariston, con un brano scritto proprio dal frontman della band, Kekko Silvestre: con “Non è l’inferno” vinse. Il Festival lo condusse anche, nel 2015, affiancando Carlo Conti. Tornerà in gara a dieci anni esatti proprio dalla vittoria con “Non è l’inferno” e con un nuovo progetto discografico da presentare. Intanto il 9 dicembre chiuderà la sua esperienza come giudice di “X Factor”.
  • Fabrizio Moro (Fabrizio Mobrici): Di nuovo in gara dopo la vittoria del 2018 in coppia con Ermal Meta con “Non mi avete fatto niente”. Il pezzo presentato dal cantautore romano pare sia piaciuto molto ad Amadeus, che lo ha voluto a tutti i costi nel cast. All’Ariston Moro presenterà il suo nuovo progetto discografico e lancerà presumibilmente il suo film d’esordio da regista, “Ghiaccio”.
  • Gianni Morandi (Gian Luigi Morandi): All’Ariston trionfò già nell”87 con Enrico Ruggeri e Umberto Tozzi, sulle note di “Si può dare di più”. Il Festival lo ha anche condotto, nel 2011 e nel 2012. A 76 si presenta in gara con un brano scritto da Jovanotti, già autore per lui del singolo estivo “L’allegria”. Calcherà il palco dell’Ariston a distanza di quasi un anno dal brutto incidente avvenuto lo scorso marzo nella sua casa in campagna a Bologna, quando riportò gravi ustioni soprattutto alle mani.
  • Highsnob e Hu (Michele Matera e Federica Ferracuti): La sorpresa del cast. Highsnob è un ex membro del duo Bushwaka, scoperti da Fedez, composto insieme a Samuel Heron. Il progetto si sciolse. Vero nome Michele Matera, 32 anni, è originario di Avellino ma è cresciuto a La Spezia. All’Ariston duetterà con Hu, vero nome Federica Ferracuti, classe 1993, vista l’anno scorso in gara a Sanremo Giovani, dove però non riuscì a conquistare un pass per partecipare al Festival di Sanremo 2021 tra le Nuove Proposte. Quest’estate Hu ha suonato nella band di Emma per il tour del decennale della cantante salentina.
  • Irama (Filippo Maria Fanti): Filippo Maria Fanti, questo il nome del 25enne cantautore lanciato nel 2017 da “Amici”, ci riprova. L’anno scorso fu sfortunato. Venuto a contatto con un positivo, dovette restare tutta la settimana in albergo. Della sua “La genesi del tuo colore”, durante le cinque serate del Festival, fu mostrato un rvm girato durante le prove. Quest’estate ha conquistato i posti alti delle classifiche con il singolo “Melodia proibita”.
  • Iva Zanicchi: In gara l’ultima volta nel 2009 con “Ti voglio senza amore”. Il Festival lo ha vinto tre volte, nel ’67 con “Non pensare a me”, nel ’69 con “Zingara” e nel ’74 con “Ciao cara come stai?”. Torna all’Ariston alla bellezza di 81 anni.
  • Giovanni Truppi: 40 anni, napoletano, è tra i cantautori più stimati della sua generazione. Il suo ultimo album “Poesia e civiltà” risale al 2019. Suo grande fan è Niccolò Fabi, che nel 2020 fu tra gli ospiti dell’Ep di duetti “5”, inciso da Truppi con amici e colleghi come Calcutta, La Rappresentante di Lista e Brunori Sas. 
  • Giusy Ferreri (Giuseppa Gaetana Ferreri): L’ultima volta per lei finì male: “Fa talmente male”, nel 2017, fu eliminata prima della finale. La voce di “Non ti scordar mai di me” arriva in gara forte dei successi degli ultimi anni con Takagi & Ketra, da “Amore e capoeira” a “Shimmy shimmy”, passando per “Jambo”. Ha un nuovo album in uscita.
  • La Rappresentante di Lista (LRDL: Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina): Il sestetto capitanato da Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina cerca una conferma dopo il successo di “Amare”, che la band ha presentato l’anno scorso proprio in gara al Festival di Sanremo, conquistando il pubblico mainstream dopo anni di concerti sui palchi dei club italiani.
  • Le Vibrazioni (Francesco Sarcina, Stefano Verderi, Marco Castellani ed Alessandro Deidda): Tornano in gara a due anni dalla partecipazione con “Dov’è”. Il gruppo capitanato da Francesco Sarcina, protagonista della scena rock italiana degli Anni Duemila, non pubblica un nuovo album di inediti da tre anni e mezzo: l’ultimo, “V”, uscì nel 2018.
  • Mahmood e Blanco (Alessandro Mahmood e Riccardo Fabbriconi): È l’ex vincitore Mahmood, primo nel 2019 con “Soldi”, ad accompagnare per la prima volta sul palco dell’Ariston Blanco, vero nome Riccardo Fabrriconi, 18enne rivelazione della musica italiana con hit come “Notti in bianco” e “Mi fai impazzire”, il tormentone estivo di quest’anno inciso con Sfera Ebbasta. Mahmood cercherà di rilanciare il suo ultimo album “Ghettolimpo”, uscito la scorsa primavera, che non ha lasciato un segno profondo nelle classifiche. Blanco cercherà invece la consacrazione definitiva.
  • Massimo Ranieri (Giovanni Calone): Altro ex vincitore della kermesse. Trionfò nell”88 con “Perdere l’amore”, poi tornò nel ’92 con “Ti penso”. Nel 2009 si esibì come ospite di Barbara Gilbo, in gara tra le Nuove Proposte, sulle note di “Che ne sai di me”. Negli ultimi anni il suo nome era finito tra i papabili più volte, nei toto-nomi del Festival: si vociferava pure dell’esistenza di un brano inedito di Modugno che Ranieri avrebbe potuto presentare sul palco dell’Ariston. Ha appena pubblicato il libro “Tutti i sogni ancora in volo”, il cui titolo è ispirato proprio a un verso della hit “Perdere l’amore”.
  • Michele Bravi: Al Festival partecipò già nel 2017 con “Il diario degli errori”: arrivò quarto. Negli ultimi anni alcune vicende giudiziarie hanno messo in stand-by la sua carriera. Con l’album “La geografia del buio” il cantante umbro, vincitore nel 2013 di “X Factor”, si è ripreso il suo posto nella scena pop italiana. Ora cerca il riscatto definitivo.
  • Noemi (Veronica Scopelliti): Torna all’Ariston a un anno dalla partecipazione con “Glicine”. Si tratta della sua settima partecipazione al Festival, dopo quelle del 2010 (“Per tutta la vita”), del 2012 (arrivò terza con “Sono solo parole”), del 2014 (con “Bagnati dal sole” e “Un uomo è un albero” – quell’anno i big presentavano due pezzi), del 2016 (con “La borsa di una donna”), del 2018 (con “Non smettere mai di cercarmi”) e del 2021. Il suo ultimo album è “Metamorfosi”, uscito lo scorso marzo in concomitanza con la partecipazione della cantante romana al Festival.
  • Rkomi (Mirko Manuele Martorana): Vero nome Mirko Martorana, milanese, classe 1994. Il suo ultimo album “Taxi Driver” è tra i successi discografici italiani dell’anno, da settimane in cima alle classifiche. All’Ariston cercherà di conquistare anche il pubblico nazionalpopolare, consacrando una carriera che comprende, oltre a “Taxi Driver”, anche altri due album, “Io in terra” del 2017 e “Dove gli occhi non arrivano” del 2019.
  • Sangiovanni (Giovanni Pietro Damian): Vincitore della categoria “canto” dell’ultima edizione di “Amici”, arriva a Sanremo tra i big dopo il successo del suo eponimo album d’esordio e delle hit “Guccy bag”, “Lady” e “Malibu”. Ha pubblicato a settembre un nuovo singolo, “Raggi gamma”, seguito all’inizio di novembre dal duetto con Madame su “Perso nel buio”.

Un totale di 12 artisti parteciperanno alla finale di Sanremo Giovani 2021, il 15 dicembre in diretta su Rai1. Dalla serata finale usciranno i due artisti che parteciperanno al Festival di Sanremo 2022 insieme ai “Big”. 

Terminato l’ascolto delle 46 canzoni selezionate tra le oltre 700 candidate, la Commissione Artistica del Festival di Sanremo – presieduta dal Direttore Artistico Amadeus con Claudio Fasulo, Gian Marco Mazzi, Massimo Martelli e Leonardo De Amicis – ha scelto gli otto finalisti ai quali si aggiungono i quattro provenienti da Area Sanremo 2021.

I prescelti con i titoli dei brani sono:

  • Bais, “Che Fine Mi Fai”
  • Martina Beltrami, “Parlo di te”
  • Esseho, “Arianna”
  • Oli?, “Smalto e tinta”
  • Matteo Romano, “Testa e croce”
  • Samia, “Fammi respirare”
  • Tananai, “Esagerata”
  • Yuman, “Mille notti”
  • Destro, “Agosto di piena estate” (Area Sanremo)
  • Littamè, “Cazzo avete da guardare” (Area Sanremo)
  • Senza_Cri, “A me” (Area Sanremo)
  • Vittoria, “California” (Area Sanremo)

Ecco il programma serata per serata:

  • Prima Serata (martedì 1 febbraio 2022). Nella prima serata si esibiranno 12 dei 24 Campioni, ciascuno con il proprio brano in gara, votati dai tre membri della giuria della sala stampa: giuria della carta stampata e tv (33%), giura del web (33%) e giuria delle radio (34%). Al termine delle votazioni verrà stilata una classifica provvisoria
  • Seconda Serata (mercoledì 2 febbraio 2022). Nella seconda serata si esibiranno i restanti 12 dei 24 Campioni, ciascuno con il proprio brano in gara, votati dai tre membri della giuria della sala stampa: giuria della carta stampata e tv (33%), giura del web (33%) e giuria delle radio (34%). Al termine delle votazioni verrà stilata una classifica provvisoria dei 12 artisti in gara, che sarà sommata alla classifica provvisoria dei 12 della prima serata, decretando così la classifica completa delle prime due serate.
  • Terza Serata (giovedì 3 febbraio 2022) Nella terza serata si sono esibiti i 24 Campioni con il proprio brano in gara, votati dalla giuria demoscopica (50% ) e dal pubblico a casa tramite televoto (50%). Al termine delle votazioni verrà stilata una classifica provvisoria dei 24 artisti in gara, che andranno poi a sommarsi a quella provvisoria delle prime due serate.
  • Quarta Serata (venerdì 4 febbraio 2022). Durante la quarta serata, dedicata alle cover, i 24 Campioni si esibiranno con un pezzo da loro scelto, sia italiano che internazionale, pubblicato tra gli anni sessanta, settanta ed ottanta. Le esibizioni saranno votate dalla giuria demoscopica (33%), dalla giuria della sala stampa (33%) e dal pubblico a casa tramite televoto (50%). In queste esibizioni, gli artisti avranno la possibilità di decidere se esibirsi da soli o farsi accompagnare da ospiti italiani o stranieri. Al termine delle votazioni sarà stilata una classifica provvisoria dei 24 artisti in gara che andrà a sommarsi a quella delle serate precedenti.
  • Quinta Serata – Serata Finale (sabato 5 febbraio 2022). Nel corso della serata finale si esibiranno nuovamente i 24 Campioni, con il proprio brano in gara, votati dal pubblico a casa tramite televoto. Al termine delle votazioni sarà stilata la classifica finale, determinata dalla media tra le percentuali della serata finale e quelle delle serate precedenti, che stabilirà la classifica definitiva dalla ventiquattresima alla quarta posizione. Verrà poi seguita una nuova votazione con azzeramento di quelle precedenti per i primi tre classificati, votati dalla giuria demoscopica (33%), dalla sala stampa (33%) e dal pubblico tramite televoto (34%), che ha infine decreterà la canzone vincitrice del Festival.

Per scoprire metodi di votazione, classifiche, premi e altri dettagli