ESC 2022 – Grecia: Amanda Tenfjord prepara la versione definitiva del suo brano per Torino 2022

Amanda Tenfjord (Αμάντα Γεωργιάδη), che rappresenterà la Grecia alla 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2022, che si svolgerà il 10, 12 e il 14 maggio 2022 presso il PalaOlimpico di Torino, in Italia; sta registrando in questi giorni la versione definitiva del proprio brano.

Sui suoi social media, Amanda Tenfjord ha rivelato che sta lavorando insieme al co-creatore della canzone, Bjørn Helge Gammelsæter, alla versione finale della canzone con cui rappresenterà la Grecia all’Eurovision Song Contest 2022. La registrazione dovrebbe completarsi entro le prossime 2 settimane, dopodiché la cantante avrebbe in programma di recarsi ad Atene per girare il video ufficiale sotto la direzione dell’esperto Costas Karydas/Κώστα Καρύδα, stando a quanto riporta il sito Eurovision Fun.

La canzone con cui Amanda Tenfjord si esibirà a Torino non è ancora stata annunciata, e non si conosce ancora il titolo e la data in cui sarà rivelata. Si sa però che dovrebbe trattarsi di una ballata. Diversamente dagli anni passati, la rete televisiva greca ERT ha puntato quest’anno a selezionare sia l’artista sia il brano in anticipo, per poter fare promozione prima dell’inizio del concorso, a Maggio del prossimo anno.

La cantautrice greca naturalizzata norvegese Amanda Tenfjord/Αμάντα Γεωργιάδη (vero nome Amanda Klara Georgiadis Tenfjord) è nata a Ioannina (Ιωάννινα, Ioánnina; Yannena, Γιάννενα, Yánnena), nella Grecia Nord-Occidentale, ma si è trasferita a Tennfjord in Norvegia con la sua famiglia quando aveva solo 3 anni. Nel 2016 ha preso parte a The Stream, un concorso musicale norvegese in cui è arrivata nella top30. Ha iniziato a studiare medicina al Norwegian Institute of Science and Technology (Norges teknisk-naturvitenskapelige universitet – NTNU), ma nel 2019 ha deciso di interrompere temporaneamente gli studi per concentrarsi sulla sua carriera musicale. Attualmente ha al suo attivo due EP: ‘First Impression’ (pubblicato nel 2018) e  ‘Miss the Way You Missed Me’ (pubblicato nel 2021).

La Grecia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Rotterdam dalla cantante e attrice olandese con cittadinanza greca Stefania (Stefania Liberakakis, Στεφανία Λυμπερακάκη) e il suo brano “Last Dance”, pubblicato l’11 marzo 2021 su etichetta discografica K2ID Productions. Stefania Liberakakis era stata inizialmente selezionata internamente per rappresentare il suo paese all’Eurovision Song Contest 2020 con la canzone “SUPERG!RL, prima della cancellazione dell’evento  a causa della pandemia di COVID-19. ERT l’ha riconfermata per l’edizione eurovisiva successiva. Nel maggio successivo, dopo essersi qualificata dalla Seconda Semi-Finale, Stefania si è esibita nella finale eurovisiva a Rotterdam, dove si è piazzata al 10º posto su 26 partecipanti con 170 punti totalizzati, regalando alla Grecia il suo miglior piazzamento dall’edizione del 2013.

La Grecia ha partecipato per la prima volta nel 1974 (41 partecipazioni, 39 finali). Negli ultimi anni ha collezionato due terzi posti (2001, 2004 e 2008) e un primo posto, nel 2005 con “My Number One” di Helena Paparizou (Έλενα Παπαρίζου). L’edizione del 2006 che si è svolta ad Atene è stata presentata dal cantante Sakis Rouvas (Σάκης Ρουβάς), che 5 anni dopo ha difeso il paese ellenico a Mosca chiudendo settimo ed è stata rappresentata dalla cantante greco-cipriota Anna Vissi (Άννα Βίσση), che ha difeso il paese ellenico arrivando in nona posizione nella serata finale. Sono 6 le edizioni a cui non ha partecipato: 1975, 1982, 1984, 1986, 1999 e 2000.

Dal 2004 al 2011, la Grecia si è sempre classificata fra i primi 10 in classifica.  Ha mancato la finale due volte, nel 2016 e nel 2018. Grecia non hai mai finito l’ultima.

Essendo, oltre a Cipro, l’unico paese di lingua greca, in quasi tutte le edizioni la Grecia ha assegnato i 12 punti alla rappresentanza cipriota, che per altro ha quasi sempre fatto lo stesso nei confronti del paese ellenico, il quale ha spesso nominato cantanti ciprioti in propria rappresentanza, come Eleutheria Eleutheriou, Sarbel e la già citata Anna Vissi.