ESC 2022 – Paesi Bassi: Il 3 marzo verrà rilasciata la canzone di S10 per l’ESC 2022

La canzone con cui S10 (Stien den Hollander) rappresenterà i Paesi Bassi alla 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2022 verrà rilasciata il 3 marzo 2022.

La conferma arriva un giorno dopo che il programma olandese Shownieuws aveva riferito che la canzone olandese sarebbe stata rilasciata il 3 marzo 2022.

Il brano di S10 per l’Eurovision Song Contest 2022 sarà in olandese, questo sarà la prima volta che i Paesi Bassi invieranno una voce in lingua olandese dal 2010.

Una Commissione composta dai commentatori televisivi olandesi Jan Smit e Cornald Maas, nonché dai dj radiofonici Coen Swijnenberg e Sander Lantinga ha scelto la canzone olandese per Torino. Simile al 2019, quando è stata scelta la canzone vincitrice dei Paesi Bassi, il gruppo si è concentrato di più su la canzone stessa, piuttosto che sull’artista.

La cantautrice e rapper olandese S10, pseudonimo di Stien den Hollander è stata selezionata internamente per rappresentare i Paesi Bassi a Torino. 

S10 ha firmato il suo primo contratto discografico con l’etichetta hip hop Noah’s Ark quando aveva 17 anni. I suoi primi due album, ‘Antipsychotica’ e ‘Lithium’, prendono il nome da farmaci comunemente prescritti per disturbi mentali, fra i temi principali dei suoi testi.

La rapper ha fatto il suo primo ingresso nella classifica olandese con il suo terzo album ‘Snowsniper’, che nel 2019 ha debuttato alla 65ª posizione. ‘Vlinders’, il disco successivo, ha raggiunto il 5º posto, aiutato dal singolo “Adem je in” che nell’estate del 2021 si è piazzato al 3º posto, diventando il suo primo grande successo in madrepatria.

I Paesi Bassi sono stati rappresentati nella scorsa edizione tenutasi a Rotterdam dal cantautore surinamese naturalizzato olandese Jeangu Macrooy con il brano “Birth of a New Age” (cantato in inglese con alcune frasi nella lingua madre dal cantante di origine surinamese, lo sranan tongo), una combinazione di soul e kawina, pubblicato il 4 marzo 2021 su etichetta discografica Unexpected Records. Jeangu Macrooy era stato inizialmente selezionato per rappresentare il suo paese all’Eurovision Song Contest 2020 con la canzone “Grow”, prima della cancellazione dell’evento. AVROTROS l’ha riselezionata internamente per l’edizione eurovisiva successiva. Nel maggio 2021, Jeangu Macrooy si è esibito nella finale eurovisiva, dove si è piazzato al 23º posto su 26 partecipanti con 11 punti totalizzati.

I Paesi Bassi ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1956 ed è uno dei membri fondatori della manifestazione. Dall’ora hanno partecipato a 60 edizioni dell’Eurovision Song Contest (51 finali) vincendo cinque volte: nel 1957 con Corry Brokken e il suo brano “Net als toen”, nel 1959 con Corry Brokken e il suo brano “Een beetje”, nel 1969 conLenny Kuhr e il suo brano “De troubadour”, nel 1975 con Teach-In e il suo brano “Ding-a-dong” e nel 2019 con Duncan Laurence e il suo brano “Arcade”.

Il Paese ha ospitato la manifestazione 5 volte (nel 1958, 1970, 1976, 1980 e 2020) e si è classificata per quattro volte all’ultimo posto (nel 1958, 1962, 1963 e nel 1968). Inoltre nel 2011 si è classificata all’ultimo posto della sua Semi-finale.

I Paesi Bassi sono stati assenti della manifestazione solo quattro volte, nel 1985 e nel 1991, mentre  nel 1995 e nel 2002 furono relegati.

Con l’introduzione delle semifinali, i Paesi Bassi hanno raggiunto la finale solamente in 7 occasioni, non riuscendo a raggiungere la Finale per un record di nove anni consecutivi, 2005-2012. Nel 2004 con i Re-union e il suo brano “Without You”, piazzandosi al vigesimo posto, nel 2013 con Anouk e il suo brano “Birds”, piazzandosi al nono posto, nel 2014 con i The Common Linnets e il suo brano “Calm After the Storm“, ottenendo un meritatissimo 2° posto e diventando la canzone di maggior successo del Paese dal 1975, nel 2016 con Douwe Bob e il suo brano “Slow Down”, piazzandosi al undecimo posto e nel 2019 con Duncan Laurence e il suo brano “Arcade” ha vinto la manifestazione con 498 punti.