JESC 2022: Zlata Dzyunka con “Nezlamna” per l’Ucraina a Yerevan

L’emittente pubblica ucraina UA:PBC / UA: Суспільне ha selezionato ad Zlata Dzyunka / Злата Дзюнька con il brano “Nezlamna”(Незламна, Unbreakable) come rappresentante dell’Ucraina alla 20ª edizione dello Junior Eurovision Song Contest, in programma l’11 dicembre 2022 al Karen Demirchyan Sports and Concerts Complex (Կարեն Դեմիրճյանի անվան մարզահամերգային համալիր) di Yerevan in Armenia.

Zlata Dzyunka / Злата Дзюнька ha vinto la selezione nazionale ucraina, «Дитяче Євробачення-2022». Tra i cinque partecipanti, sulla base dei risultati della votazione online da parte dei telespettatori e della valutazione della giuria, il vincitore è stato determinato in un ulteriore turno di votazioni della giuria. Dopo un pareggio nel primo posto tra Duet “Sofia Artemenko and DJ Polinka” e Zlata Dzyunka, la giuria ha votato ancora una volta per decidere il vincitore finale, confermando che Zlata sarà la rappresentante ucraina per lo Junior Eurovision Song Contest 2022 dopo che il voto della giuria di esperti è stato ora completato.

La tredicenne Zlata è entrata nella lista dei finalisti con la sua canzone originale “Nezlamna” (Незламна, Unbreakable). La ragazza vive nella città di Rava-Ruska. Ha partecipato e vinto numerosi concorsi e festival, tra cui Prague Art Festival (Repubblica Ceca), Zvaigzdziu sonata 2022 (Lituania), Vistula Sounds 2022 (Polonia).

Ecco di seguito le cinque proposte delle 6 artiste e le canzoni con cui sono esibite (Televoto + Giuria):

1.Duet “Sofia Artemenko and DJ Polinka” / Дует «Софія Артеменко та DJ Polіnka» – “Zamovlyannya” (Замовляння, Spell), 4  + 5 – 9 punti (2º)

2.Zlata Dzyunka / Злата Дзюнька – “Nezlamna” (Незламна, Unbreakable), 5 + 4 – 9 punti (1º)

3.Elizaveta Petruk / Єлизавета Петрук –Pisnya pro Lelechat” (Пісня про Лелечат, The Song about Baby Storks), 1 + 2 – 3 punti (4º)

4.Daria Rebrova / Дар’я Реброва – “Paporoti kvitka” (Папороті квітка, Fern flower), 3 + 3 – 6 punti (3º)

5.Diana Stasiuk / Діана Стасюк – “We are the Future, 2 + 1 – 3 punti (5º)

La vincitrice della selezione nazionale, «Дитячий пісенний конкурс Євробачення-2022» (ДПКЄ-2022), e rappresentante dell’Ucraina a Yerevan è stata determinata dalla combinazione di voto tra una giuria di esperti (50%) e il voto online dagli spettatori (50%). 

Il risultato della selezione è stato determinato dalla combinazione di voto tra il voto online dagli spettatori (50%) e il voto dei voti della una giuria di esperti (50%) che è stata composta da: Khrystyna Solovii, Myroslava Saliy e Anzhelika Rudnytska / Христина Соловій, Мирослава Салій та Анжеліка Рудницька

Lo spettacolo finale della selezione nazionale, «Дитячий пісенний конкурс Євробачення-2022» (ДПКЄ-2022) è stato condotto dal presentatore televisivo Timur Miroshnychenko / Тімур Мірошниченко.

Invece di organizzare un concerto dal vivo con tutte le partecipanti che si esibiscono dal vivo, tutte le esibizioni dei partecipanti sono state preregistrate nella stessa impostazione. 

L’Ucraina ha sempre partecipato sin dal suo debutto nel 2006. Nelle sue 16 participazioni precedenti il Paese ha raccolto una vittoria, nel 2012 con Anastasiya Petryk e la sua “Nebo” (Небо), e due secondi posti, con Viktoria Petryk nel 2008 e con Sofia Tarasova nel 2013. L’Ucraina ha inoltre ospitato l’evento per due volte, sempre a Kiev, nel 2009 e nel 2013. In entrambi i casi, come conduttore si è visto Timur Miroshnychenko, che avrebbe poi presentato anche l’edizione 2017 dell’Eurovision maggiore. Ad affiancare Miroshnychenko sono state in un caso Ani Lorak e nell’altro caso Zlata Ognevich.

• Ucraina allo Junior Eurovision Song Contest:

  • 2006: Nazar Slyusarchuk (Назарий Стинянский) – “Khlopchyk Rock ‘n’ Roll” (Хлопчик рок ‘н’ ролл, Rock ‘n’ roll boy), 9° – 58 punti
  • 2007: Ilona Galitska (Илона Галицкая) – “Urok hlamuru” (Урок гламуру, Lesson of glamour), 9° – 56 punti
  • 2008: Viktoria Petryk (Виктория Петрик) – “Matrosy” (Матроси, Sailors), 2° – 135 punti
  • 2009: Andranik Alexanyan (Андранік Алексанян,Անդրանիկ Ալեքսանյան) – “Try topoli, try surmy” (Три тополі, три сурми, Three poplars, three trumpets), 5° – 89 punti
  • 2010: Yulia Gurska (Юлія Гурська) – “Miy litak” (Мій літак, My plane), 14° – 28 punti
  • 2011: Kristall (Кочегарова Крістіна) – “Evropa” (Європа, Europe), 11° – 42 punti
  • 2012: Anastasiya Petryk (Настя Петрик) – “Nebo” (Небо, Sky), 1° – 138 punti
  • 2013: Sofia Tarasova (Софія Тарасова) – “We Are One”, 2° – 121 punti
  • 2014: Sympho-Nick (Трио «Sympho-Nick»: Sofiya Kutsenko / София Куценко, Marta Rak / Марта Рак e Amalia Krymskaya / Амалия Крымская) – “Pryyde vesna” (Прийде весна, Spring will come), 6° – 74 punti
  • 2015: Anna Trincher (Анна Трінчер) – “Pochny z sebe – Start with yourself” (Почни з себе, Start with yourself), 11° – 38 punti
  • 2016: Sofia Rol (Софія Роль) – “Planet Craves For Love” (Планета жаждет любвиf), 14° – 30 punti
  • 2017: Anastasiya Baginska (Anastasia Baginskaya / Анастасію Багінську) – “Не зупиняй” (Ne zupyniay, Don’t stop), 7° – 147 punti
  • 2018: Darina Krasnovetska (Дарина Красновецкая) – “Say Love”, 4° – 182 punti
  • 2019: Sophia Ivanko (Софiя Iванько) – “The Spirit of Music” (Koly zdaietsia, Коли здається; When It Seems), 15° – 59 punti
  • 2020: Oleksandr Balabanov (Олександр Балабанов) – “Vidkryvai (Open Up)” (Відкривай), 7° – 106 punti
  • 2021: Olena Usenko (Ellen Usenko) (Олена Усенко (Ellen Usenko)) – “Vazhil” (Важіль, Leverage), 6° – 125 punti
  • 2022: Zlata Dzyunka / Злата Дзюнька“Nezlamna” (Незламна, Unbreakable)

Lo Junior Eurovision Song Contest 2022 sarà la 20ª edizione del concorso canoro per bambini e ragazzi dai 9 ai 14 anni, che si svolgerà l’11 dicembre alK. Demirchyan Sport-Concert Complex (Կ. Դեմիրճյանի անվան մարզահամերգային համալիրում).

Si tratta del secondo evento eurovisivo che si svolge in Armenia, dopo lo Junior Eurovision Song Contest 2011.

Al momento i seguenti paesi hanno confermato la loro partecipazione: oltre ad Armenia, Albania, Bulgaria, Francia, Georgia – Mariam Bigvava, Irlanda, Italia, Kazakistan (David Charlin), Malta, Macedonia del Nord (Lara Trpčeska and Irina Davidovska), Paesi Bassi, Polonia, Portogallo Nicolas Alves), Serbia, Spagna, Ucraina (Zlata Dzyunka / Злата Дзюнька“Nezlamna” (Незламна, Unbreakable)) e Regno Unito. Tuttavia, il gruppo crescerà nei prossimi mesi. Il vero dilemma semmai è se ci sarà l’Azerbaigian,  dopo il vergognoso comportamento dell’emittente pubblica azera İTV che in occasione della vittoria di Maléna lo scorso dicembre, è riuscito a non pronunciare mai il nome “Armenia”parlando volutamente sopra l’esibizione in modo da non far sentire il brano, fra l’altro violando il regolamento.

Non ci sono come è noto, Bielorussia e Russia, entrambe sospese. La prima, con scadenza 2023, per la violazione del regolamento e la presentazione di due canzoni politiche e denigratorie all’Eurovision Song Contest, la seconda a tempo indeterminato per l’invasione dell’Ucraina e in seguito dell’espulsione a tempo indeterminato delle emittenti russe dall’affiliazione, nonostante la stessa Russia avesse confermato la partecipazione il 13 febbraio. Proprio la Russia ha annunciato l’avvio di un contest junior alternativo, dedicato alla promozione della musica e della cultura russa.

Aggiornamento: Una nuova tegola sta per abbattersi sul mondo dell’Eurovision Song Contest. Lo Junior Eurovision Song Contest in programma a dicembre a Yerevan è messo in dubbio dal conflitto attualmente in corso in Armenia.

Lo scorso 12 settembre, le truppe azere hanno iniziato a colpire obiettivi civili nelle città di Goris, Artanish, Sotk, Jermuk, Kapan e Ishkhanasar. Si tratta di un nuovo fronte rispetto al mai risolto conflitto del Nagorno Karabakh, situato in Azerbaigian ma con una popolazione a maggioranza armena.

Questa situazione ha gà prodotto un primo risultato negativo. La tappa dell’ISU Junior Grand Prix di pattinaggio di figura, in programma a Yerevan dal 23 settembre, è stato cancellato per motivi di sicurezza.

La federazione degli sport del ghiaccio si riserva di recuperare più avanti la competizione o di spostarla altrove, nell’interesse di delegazioni ed atleti.

Questo potrebbe avere di riflesso un effetto immediato anche per EBU-UER, che a questo punto potrebbe percorrere diverse strade. La macchina organizzativa del JESC è notevolmente ridotta rispetto al contest “dei grandi”.

A questo punto si potrebbe optare per il paese secondo classificato, ovvero la Polonia che ha già ospitato diverse delle ultime edizioni e ha una solida capacità organizzativa.

Altrettanto ci si potrebbe rivolgere ai paesi interessati ad organizzare. In questo caso l’elenco non è molto lungo.

La situazione in realtà mette in discussione anche la partecipazione armena ad Eurovision Song Contest 2023. La presenza azera nel contest ed il conflitto in corso potrebbe indurre l’emittente nazionale a rinunciare.

Ad oggi per altro non ci è nemmeno noto se l’Armenia sia tra i paesi partecipanti, dal momento che la lista ufficiale non è stata pubblicata da EBU-UER.