ESC 2023 – Macedonia del Nord: MRT non parteciperà all’ESC 2023

L’emittente pubblica della Macedonia del Nord MRT (MPT) ha confermato che la Macedonia del Nord non parteciperà alla 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2023 che si  svolgerà presso la Liverpool Arena di Liverpool, nel Regno Unito, dopo che l’Ucraina, vincitrice dell’edizione precedente in seguito alla vittoria della Kalush Orchestra con “Stefania”, è stata dichiarata non in grado di ospitare il concorso a causa dell’invasione russa del territorio ucraino.

Notizia che era nell’aria, dopo che lo scorso mese avevano escluso dal palinsesto per la stagione 2022/2023 l’Eurovision Song Contest. Al momento questi retiri rendono la manifestazione in programma a Liverpool il prossimo anno una delle meno partecipate da quando esiste il meccanismo delle due Semifinali.

MRT ha confermato la notizia attraverso i suoi canali dei social media ufficiali dell’Eurovision Song Contest. In un comunicato ufficiale, MRT ha così giustificato la sua assenza dalla manifestazione: “La Radio Televisione Macedone informa il pubblico della decisione presa di non partecipare all’Eurovision Song Contest, che si terrà nel Regno Unito. Tale decisione è nell’interesse dei cittadini,  tenendo conto del fatto che i costi sono aumentati a causa della crisi energetica, che occupa una larga parte del budget del servizio pubblico, ma anche del fatto che è aumentata la quota di partecipazione all’”Eurosong 2023″ (Евросонг 2023), che fino allo scorso anno era di 39.143,00 euro. Questa decisione consentirà di risparmiare fondi che avrebbero dovuto essere utilizzati per la permanenza della delegazione macedone a Liverpool, dove l’”Eurosong 2023″ (Евросонг 2023) si svolgerà. In ogni caso, MRT trasmetterà l’evento, le due Semifinali e la Finale attraverso i propri servizi. MRT spera che la situazione si stabilizzi, dimodo che il Paese possa tornare a partecipare all’Eurovision Song Contest nel 2024.”.

Questa non è la prima volta nella storia che la Macedonia del Nord si ritira dall’Eurovision Song Contest. È il secondo paese che ha partecipato al concorso del 2022 a confermare pubblicamente che non intende competere nel 2023, dopo il Montenegro e la Bulgaria. I seguenti paesi devono ancora confermare pubblicamente la loro partecipazione: Armenia, Repubblica Ceca e Moldova.

Inoltre, i seguenti paesi che hanno partecipato in passato ma non hanno dichiarato pubblicamente se torneranno: Ungheria e Turchia.

La Macedonia del Nord parteciperà comunque ventesima edizione dello Junior Eurovision Song Contest 2022 che si terrà nella città di Erevan in Armenia presso il Complesso Sportivo e dei Concerti Karen Demircian l’Arena Demircian (Demirchyan Arena, Sports & Music Complex, Hamalir, Կարեն Դեմիրճյանի անվան մարզահամերգային համալիր), il prossimo 11 dicembre 2022. Lara Trpčeska e Irina Davidovska (Лaра Tpпческa и Иpина Давидoвcскa) rappresenteranno il Paese a Yerevan.

L’elenco completo dei paesi partecipanti all’Eurovision Song Contest 2023 dovrebbe essere confermato dagli organizzatori dell’Eurovision Song Contest entro questa settimana presso la contea cerimoniale e metropolitana Merseyside.

La Macedonia del Nord è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Torino dalla cantante macedone Andrea (Andrea Koevska, Андреа Коевска), con la canzone “Circles”, pubblicato il 25 marzo 2022 su etichetta discografica Universal Music Denmark. MRT ha annunciato che con “Circles” Andrea sarebbe stata una dei sei partecipanti a Za Evrosong 2022 (За Евросонг 2022), evento televisivo utilizzato come selezione del rappresentante macedone all’Eurovision Song Contest. Nell’evento, Andrea è risultata la più votata dalla giuria internazionale e la terza preferita dal pubblico; una volta sommati i punteggi, è stata proclamata vincitrice, diventando di diritto la rappresentante eurovisiva macedone a Torino. Nel maggio successivo Andrea con una nuova versione di “Circles” con un arrangiamento leggermente modificato si è esibita durante la Seconda Semi-Finale della manifestazione europea, dove si è piazzata all’11º posto con 76 punti totalizzati, non riuscendo a qualificarsi per la Finale.

Il paese ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel  1998, come nazione indipendente, dopo la separazione della Jugoslavia avvenuta nel 1992, e da allora è stato presente a 21 edizioni (9 finali), tranne che nel 1996 (anche se aveva provato a debuttare quando il Paese fu una delle sette nazioni escluse dalla partecipazione venendo scartata durante la preselezione) e nel 1997, 1999 e nel 2003 (edizioni a cui non ha partecipato). 

Con la Semifinale unica, il paese detiene il record di avervi sempre preso parte, e di essere sempre riuscito ad arrivare in finale. Con l’introduzione delle due Semifinali, si è qualificata solamente nel 2012 e 2019. Curiosamente, a causa del regolamento in vigore nelle edizioni 2008 e 2009, il decimo posto raggiunto in entrambe le occasioni non è stato sufficiente per arrivare in Finale poiché allora passavano le prime nove più una canzone scelta dalle giurie esterne, che hanno scelto la Svezia (2008) e la Finlandia (2009) come finalisti.

Nel 2017, il paese è stato costretto al ritiro forzato dalla manifestazione a causa dei problemi finanziari che attanagliano MRT. Tuttavia qualche mese dopo l’EBU-UER ha confermato la partecipazione macedone alla manifestazione, portando così i Paesi in gara a 43. 

Nessun macedone ha rappresentato la Jugoslavia all’Eurovision Song Contest.

Prima del cambio di nome, l’EBU-UER ha usato la denominazione di compromesso in inglese “Former Yugoslav Republic of Macedonia” (FYROM). Gli spokesperson, nella presentazione dei voti, hanno potuto usare la dicitura Macedonia senza problemi.

Nel 2019, la cantante Tamara Todevska/Тамара Тодевска, vincendo il voto delle giurie, si classifica al settimo posto, regalando al paese la prima top 10 e il miglior risultato dalla storia durante la sua partecipazione.