JESC 2022: 11 vincitori dello Junior Eurovision sul palco di Yerevan

Tra meno di dieci giorni prenderà vita lo Junior Eurovision Song Contest 2022 a Yerevan in Armenia, e per l’occasione l’emittente armena AMPTV in accordo con EBU-UER ha voluto replicare quanto avvenne allo Junior Eurovision Song Contest 2010 a Minsk, in Bielorussia, riportare tutti i vincitori del concorso durante l’interval act.

Un interval act dal sapore internazionale, che permetterà a tutti quanti di conoscere o ricordare precedenti vincitori dello Junior Eurovision, alcuni dei quali hanno tutt’ora successo come cantanti in patria. Purtroppo però, non tutti i precedenti vincitori parteciperanno a questo interval act, in ordine cronologico troveremo:

  • Bzikebi – “Bzz…” (Georgia 2008)
  • Ralf Mackenbach – “Click clack” (Paesi Bassi 2009)
  • Vladimir Arzumanyan – “Mama” (Մամա) (Armenia 2010)
  • Candy – “Candy Music” (Georgia 2011)
  • Gaia Cauchi – “The start” (Malta 2013)
  • Vincenzo Cantiello – “Tu primo grande amore” (Italia 2014)
  • Destiny Chukunyere – “Not my soul” (Malta 2015)
  • Mariam Mamadashvili – “Mzeo” (მზეო) (Georgia 2016)
  • Viki Gabor – “Superhero” (Polonia 2019)
  • Valentina – “J’Imagine” (Francia 2020)
  • Malèna – “Qami, qami” (Քամի Քամի) (Armenia 2021)

Gli 8 vincitori non presente allo show (Dino Jelusić, María Isabel, Ksenia Sitnik, Tolmachevy Sisters, Alexey Zhigalkovich, Anastasiya Petryk, Polina Bogusevich, Roksana Węgiel) vedranno le loro canzoni eseguite dal coro dei bambini della diocesi di Tavush (Tavush Diocese Children Choir / Տավուշի Թեմի Մանկապատանեկան Երգչախումբ).

Gli assenti di questa reunion celebrativa dei vent’anni dello JESC sono Dino Jelusić (Croazia 2003, in tour in USA), María Isabel (Spagna 2004, in gravidanza), Ksenia Sitnik (Bielorussia 2005), Tolmachevy Sisters (Russia 2006), Alexey Zhigalkovich (Bielorussia 2007), Anastasiya Petryk (Ucraina 2012), Polina Bogusevich (Russia 2017) e Roksana Węgiel (Polonia 2018, impegnata nella realizzazione del suo nuovo progetto discografico). È altamente probabile che gli artisti russi e bielorussi non siano stati invitati per via della delicata situazione circa le televisioni russe e bielorusse, entrambe espulse da EBU-UER negli ultimi due anni per comportamenti inappropriati (senza menzionare che le sorelle Tolmachevy hanno espressamente dichiarato il loro sostegno per Putin).

La ventesima edizione del Junior Eurovision Song Contest si terrà il prossimo 11 dicembre 2022 a Yerevan, la capitale dell’Armenia, all’interno dell’Arena Demircian (Կարեն Դեմիրճյանի անվան մարզահամերգային համալիր; Demirchyan Arena, Sports & Music Complex, Hamalir).

Lo show sarà presentato da:

  • Garik Papoyan (Գարիկ Պապոյան), è un attore, presentatore televisivo e paroliere armeno. Dopo aver debuttato come presentatore in vari programmi televisivi nazionali, ha composto i brani in rappresentanza dell’Armenia all’Eurovision Song Contest 2014 e 2019, oltre ad aver coperto il ruolo di portavoce nazionale nell’edizione 2022.
  • Iveta Mukuchyan (Իվետա Մուկուչյան), è una cantante ed attrice armena conosciuta per aver rappresentato il paese all’Eurovision Song Contest 2016 con il brano “LoveWave”.
  • Karina Ignatyan (Կարինա Իգնատյան), è una cantante armena conosciuta per aver rappresentato il paese al Junior Eurovision Song Contest 2019 con il brano “Colours of Your Dream”.
  • Robin the Robot (Կարինա Իգնատյան), prima intelligenza artificiale a presentare un evento eurovisivo. Il robot dotato di un’intelligenza artificiale utilizzato nei principali ospedali nazionali a supporto dei bambini. Sviluppato dalla compagnia informatica armena Expper Technologies, il compito di Robin sarà quello di aprire le finestre di voto durante l’evento, oltre ad affiancare i presentatori come ospite speciale, diventando de facto la mascotte dell’evento.

Per la ventesima edizione del concorso per ragazzi l’Armenia ha deciso di fare le cose in grande, difatti lo Junior Eurovision 2022 sarà il più costoso della storia, con un costo di circa 13 milioni di euro (poco meno di quanto spese la Svezia per organizzare l’Eurovision nel 2013 e nel 2016) e toccherà ai rappresentanti illuminare l’intera città di Yerevan a seguito di una speciale delega da parte del governo armeno.

Lo slogan è ‘Spin the Magic’ (Պտտի՛ր հրաշքը), mentre il logo rappresenta una trottola di legno circondata da tre fili con i colori della bandiera armena, che rappresentare un punto d’incontro tra la vecchia e la nuova Armenia.

In questa edizione il Regno Unito, sulla scia dell’organizzazione dell’Eurovision Song Contest 2023, ha confermato il suo ritorno dopo 16 anni d’assenza, mentre l’Azerbaigian, la Bulgaria e la Germania hanno annunciato il proprio ritiro. La Russia, partecipante fissa sin dalla terza edizione, è stata esclusa in seguito all’espulsione delle emittenti nazionali dall’EBU-UER.

Di seguito i 16 paesi che prenderanno parte allo Junior Eurovision Song Contest 2022:

  • 🇦🇱 Albania (RTSH): Kejtlin Gjata – “Pakëz diell (Kejtlin Gjata – Endri Muça)
  • 🇦🇲 Armenia (AMPTV): Nare – “DANCE! (Grigor Kyokchyan – Grigor Kyokchyan / Nick Egibyan)
  • 🇫🇷 Francia (France TV): Lissandro – “Oh maman! (Frederic Chateau / Barbara Pravi – Frederic Chateau)
  • 🇬🇪 Georgia (GPB): Mariam Bigvava – “I believe (Beni Kdagidze / Iru Khechanovi – Giorgi Kukhianidze)
  • 🇮🇪 Irlanda (TG4): Sophie Lennon – “Solas (Niall Mooney / MaJiKer / Hannah Featherstone – Jonas Gladnikoff / MaJiKer / Hannah Featherstone / Ken McHugh)
  • 🇮🇹 Italia (Rai): Chanel Dilecta – “Bla bla bla (Carmine Spera / Fabrizio Palaferri / Angela Senatore – Marco Iardella)
  • 🇰🇿 Kazakistan (Khabar Agency): David Charlin – Jer-Ana (Mother Earth)” (Жер-Ана) (Serzhan Bakhitzhan / Jordan Arakelyan – Khamit Shangaliyev)
  • 🇲🇹 Malta (PBS): Gaia Gambuzza – “Diamonds in the sky(Matthew James – Matthew James)
  • 🇲🇰 Macedonia del Nord (MKRTV): Lara feat. Jovan and Irina – “Životot e pred mene” (Животот е пред мене) (Jovan Trpcheski / Lara Trpcheska – Simon Trpcheski / Darko Dimitrov)
  • 🇳🇱 Paesi Bassi (AVROTROS): Luna –La festa (Robert Dorn – Robert Dorn)
  • 🇵🇱 Polonia (TVP): Laura –To the moon (Monika Wydrzynska – Jakub Krupski)
  • 🇵🇹 Portogallo (RTP): Nicolas Alves –Anos 70(Carolina Deslandes / Agir – Carolina Deslandes / Agir)
  • 🇬🇧 Regno Unito (BBC): Freya Skye –Lose my head (Jack Hawitt / Amber Van Day / Deepend – Jack Hawitt / Amber Van Day / Deepend)
  • 🇷🇸 Serbia (RTS): Katarina Savić – Svet bez granica” (Свет без граница) (Ivana Dragićević – Ivana Dragićević)
  • 🇪🇸 Spagna (TVE): Carlos Higes – Señorita (Michael James Down / Will Taylor / Primoz Poglajen – Michael James Down / Will Taylor / Primoz Poglajen)
  • 🇺🇦 Ucraina (UA:PBC): Zlata Dziunka –Nezlamna (Unbreakable)” (Незламна) (ILLARIA / Zlata Dziunka – ILLARIA)

Per la prima volta in assoluto, l’evento sarà trasmesso su Rai 1 con il commento di Mario Acampa (giunto ormai al suo quinto JESC) e Francesca Fialdini, l’orario sembrerebbe essere stato anticipato di un’ora rispetto al solito (alle 15:00 CET anziché alle 16:00 CET) per venire incontro alla grande differenza di fuso orario dell’Armenia rispetto al resto dell’Europa.

Come nelle edizioni precedenti, il vincitore sarà decretato da una combinazione di voto delle giurie nazionali e voto online del pubblico. Il voto online verrà diviso in due fasi: la prima fase di votazione si aprirà il 9 dicembre alle ore 20:00 fino all’11 dicembre, tramite il voto online al sito JESC.TV, poco prima dell’evento dal vivo; il pubblico avrà la possibilità di votare le proprie tre canzoni preferite, tra cui quella del proprio paese, dietro una visione obbligatoria di un riepilogo generale di tutte le canzoni in gara e una visione facoltativa di un minuto di prove tecniche; la seconda fase della votazione, sempre online, durerà 15 minuti e partirà dopo l’ultima esibizione delle canzoni in gara, come in un classico televoto.

Queste due fasi incideranno per il 50% sulla classifica finale, a cui verranno sommati i voti delle giurie nazionali.