ESC 2023 – Grecia: ERT rende noto i sette artisti e le rispettivi canzoni in corsa per l’ESC 2023

L’emittente nazionale greca ERT (ΕΡΤ) ha rivelato quest’oggi i sette artisti (quattro soliste donne, un duo al femminile e due solisti uomini) e le canzoni in gara per rappresentare la Grecia alla 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2023 che si  svolgerà il 9, l’11 e il 13 maggio 2023 presso la Liverpool Arena di Liverpool, nel Regno Unito, dopo che l’Ucraina, vincitrice dell’edizione precedente in seguito alla vittoria della Kalush Orchestra con “Stefania”, è stata dichiarata non in grado di ospitare il concorso a causa dell’invasione russa del territorio ucraino.

Si è tenuto un sorteggio tra le 2.982 candidature ricevute dall’emittente pubblica greca, che ha garantito l’imparzialità e la rappresentatività per età del pubblico dell’Eurovision Song Contest. Nello specifico sono stati sorteggiati 25 componenti della categoria 18-24 anni, 20 componenti della categoria 25-34 anni, 15 componenti della categoria 35-44 anni e 10 componenti della categoria 45+.

Le sette canzoni che sono state valutate oggi presso ERT Radio House (Ραδιομέγαρο της ΕΡΤ), da un Comitato del pubblico (Επιτροπή Κοινού) composto da 70 membri, che per la prima volta partecipa in questo modo al processo di selezione nazionale della canzone che rappresenterà la Grecia all’Eurovision Song Contest di quest’anno, che si terrà a maggio a Liverpool.

La votazione si è svolta nello Studio E dell’ERT (ΕΡΤ), allestito appositamente per oggi. Le 7 canzoni sono state valutate, proprio come in Eurovision Song Contest (la giuria di 70 persone hanno assegnato punti individualmente alle canzoni: 12, 10, 8, 7, 6, 5 e 4 punti), mentre un notaio ha convalidato i voti dei 70 membri del Comitato del pubblico (Επιτροπή Κοινού) prima che fossero inseriti nell’urna.

Gli artisti e i brani ascoltati dal Comitato del pubblico sono i seguenti:

  • Konstantina Iosifidou / Κωνσταντίνα Ιωσηφίδου – «We are Young»
  • Melissa Mantzoukis / Μελίσσα Μαντζούκη – «Liar»
  • Victor Vernicos / Bίκτωρ Βερνίκος – «What they say»
  • Monika / Μόνικα – «I’ m proud»
  • Leon of Athens – «Somewhere to go»
  • Klavdia / Κλαυδία – «Holy water»
  • Antonia Kaouri – Maria Maragkou / Μαρία Μαραγκού-Αντωνία Καούρη – «Shout out»

Da ricordare che l’artista e la canzone che rappresenterà la Grecia che rappresenterà la Grecia all’Eurovision Song Contest verrà selezionata attraverso una combinazione dei due risultati: quella del “Comitato del pubblico” (Επιτροπής Κοινού), che ha votato quest’oggi con un peso percentuale sul risultato complessivo della votazione del 50,6%, e andrà poi a sommarsi a quella del “Comitato ERT” (Επιτροπή της ΕΡΤ) di 7 membri, con un peso percentuale sul risultato complessivo della votazione del 49,4%.

La decisione finale è prevista entro metà gennaio quando ci sarà l’annuncio dell’artista e della canzone che rappresenterà la Grecia a Liverpool, dopo che il “Comitato ERT” (Επιτροπή της ΕΡΤ) avrà incontrato in privato gli artisti, per inquadrare le loro proposte. In questi incontri ogni artista darà maggiori informazioni sulla propria canzone, sull’esibizione che intende mettere in atto sul palco dell’Eurovision Song Contest, sulla promozione che intende fare.

Ecco di seguito i 7 artisti e i titoli delle canzoni in gara selezionate da una Commissione fra le 106 canzoni ricevute tra agosto ed ottobre: 

• Konstantina Iosifidou (Κωνσταντίνα Ιωσηφίδου). La giovane cantautrice Konstantina Iosifidou, che fa parte dell’etichetta discografica Final Touch (etichetta di Walnut entertainment), ha presentato a ERT la sua proposta per la partecipazione della Grecia alla 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest. La sua canzone “We Are Young” è una ballata pop-rock inglese con testi e musica scritta dalla propria artista. È un inno alla gioia di vivere, all’amore e alla libertà della giovinezza. Konstantina Iosifidou ha 22 anni ed è diventata famosa grazie alla sua partecipazione a The Voice of Greece nel 2018 nel team di Panos Mouzourakis (Πάνος Μουζουράκης). Nel 2022, la giovane e talentuosa Konstantina ha fatto il suo debutto discografico con la canzone “Let you go”.

• Antonia Kaouri & Maria Maragkou (Αντωνία Καούρη και Μαρία Μαραγκού). Una delle sorprese della rosa dei candidati di quest’anno è il duo femminile di Antonia Kaouri e Maria Maragkou. Oltre al suo ingresso da solista, Antonia Kaouri ha presentato anche un duetto con Maria Maragou, che è riuscita ad arrivare alla fase di selezione finale. Antonia ha pubblicato due singoli dalla sua partecipazione a The Voice of Greece nel 2020. Il cantautore, compositore, interprete, regista, presentatore televisivo e scrittore greco Kostis Maraveyas (Κωστής Μαραβέγιας) l’ha descritta come uno dei migliori giovani artisti pop della Grecia. Antonia è firmata da MINOS EMI; mentre Maria Maragkou è un’attrice, ma ama cantare altrettanto. La sua origine è dell’isola di Syros, e a parte una voce molto bella, ha un aspetto unico. Il loro brano “Shout out”, è una canzone uptempo con alcune venature rock, in inglese.

• Klavdia. Anche Klavdia Papadopoulou (Κλαυδία Παπαδοπούλου) è reduce di The Voice of Greece, dove ha stupito tutti con la sua versione di “Roxanne” dei Police, ma ha partecipato anche nel 2017 a “Ellada ekeis talento” (la versione greca di Got Talent). La presentazione di Klavdia, con la sua voce molto speciale e la firma del team di scrittura e produzione di ARCADE, è riuscita a qualificarsi per la fase di selezione finale. La canzone “Holy Water”, che ha presentato a ERT è una ballata lenta melodica inglese con una struttura che affronta importanti questioni sociali, che porta la firma del team di scrittura e produzione di ARCADE. La canzone mette in mostra la sua voce molto speciale e potente, che presenta esplosioni emotive. Klavdia è una delle proposte di PANIK Records.

Leon of Athens. Timoleon Veremis (Τιμολέων Βερεμής) noto come Leon of Athens è un cantautore di successo, che con l’Eurovision Song Contest ha già avuto a che fare in passato, difatti è uno degli autori della canzone “Better Love” della cantante greco-canadese Katerine Duska (Κατερίνα Ντούσκα), che ha rappresentato la Grecia all’Eurovision Song Contest 2019, che riportò in finale la Grecia dopo due anni ma chiuse ad un mesto 21° posto. Questa volta Leon of Athens ci riprova da solo, con una canzone scritta da lui insieme a David Sneddon. “Somewhere To Go” si tratta di una canzone uptempo con vibrazioni anni ’80 in inglese, che ricorda le ultime uscite di Harry Styles. Leon of Athens è la proposta di Cobalt Music.

• Melissa Mantzoukis (Μελίσσα Μαντζούκη). La proposta della finalista (terzo posto) di German Pop Idol (Deutschland sucht den Superstar – DSDS; Germany is looking for the Superstar; La Germania cerca la superstar), Melissa Mantzoukis include una canzone firmata da un team di autori greci e olandesi, registrata quest’estate in Grecia durante le sue vacanze estive. Si tratta di “Liar”, un brano moderno pop-dance in salsa ellenica, che potrebbe essere facilmente suonato in tutte le discoteche. Melissa Mantzoukis è la proposta di Cobalt Music.

• Monika. Una delle sorprese del processo di selezione dell’Eurovision greca di quest’anno è stata la partecipazione di Monica Christodoulou (Μόνικα Χριστοδούλου) nota come Monika. L’artista è senza dubbio tra i sette candidati è la più conosciuta, anche stando ai numeri discografici. Monika ha presentato non una ma tre canzoni, e quella selezionata è stata “I’m Proud”, una canzone midtempo in inglese, che ha il suo stile musicale: sonorità tipicamente greche con il country e il pop. Conta circa dieci milioni di streams totali su Spotify e Royal Music è l’etichetta discografica che firma il suo brano.

Victor Vernicos (Bίκτωρ Βερνίκος). Victor Vernicos Jorgensen è il partecipante più giovane del processo di selezione nazionale di quest’anno, poiché ha solo 16 anni. Nonostante la sua giovane età, il suo notevole talento lo ha portato alla rosa dei candidati. Victor scrive, arrangia e produce interamente da solo tutte le sue canzoni. Inclusa la ballad in lingua inglese,“What They Say”, che ha presentato a ERT. Victor ha anche radici danese. Victor Vernicos è una proposta di PANIK Records.

La Grecia ha partecipato per la prima volta nel 1974 (42 partecipazioni, 40 finali). Negli ultimi anni ha collezionato due terzi posti (2001, 2004 e 2008) e un primo posto, nel 2005 con “My Number One” di Helena Paparizou (Έλενα Παπαρίζου). L’edizione del 2006 che si è svolta ad Atene è stata presentata dal cantante Sakis Rouvas (Σάκης Ρουβάς), che 5 anni dopo ha difeso il paese ellenico a Mosca chiudendo settimo ed è stata rappresentata dalla cantante greco-cipriota Anna Vissi (Άννα Βίσση), che ha difeso il paese ellenico arrivando in nona posizione nella serata finale. Sono 6 le edizioni a cui non ha partecipato: 1975, 1982, 1984, 1986, 1999 e 2000.

Dal 2004 al 2011, la Grecia si è sempre classificata fra i primi 10 in classifica.  Ha mancato la finale due volte, nel 2016 e nel 2018. Grecia non hai mai finito l’ultima.

Essendo, oltre a Cipro, l’unico paese di lingua greca, in quasi tutte le edizioni la Grecia ha assegnato i 12 punti alla rappresentanza cipriota, che per altro ha quasi sempre fatto lo stesso nei confronti del paese ellenico, il quale ha spesso nominato cantanti ciprioti in propria rappresentanza, come Eleutheria Eleutheriou, Sarbel e la già citata Anna Vissi.