Sanremo 2013: Elio e le storie tese, “Vogliamo arrivare quarti. Amici? Se mi pagano bene, perché no”

elio-e-le-storie-teseÈ tutto pronto per il debutto di Elio e le storie tese in gara tra i Big alla sessantatreesima edizione del Festival di Sanremo.

L’irriverente gruppo, che canterà “Dannati forever” e “La canzone monononota”, esclude attraverso il quotidiano ‘La Stampa’ la presenza di Rocco Siffredi nella serata del venerdì dedicata alla storia del Festival: “Rocco? Siffredi? No non verrà, anche se è una contraddizione in termini. Crediamo che la voce sulla presenza di cotanto uomo sia un’illazione. A noi non risulta e poi si tratterebbe di cantare con noi “Un bacio piccolissimo” di Bobby Rydell (Festival di Sanremo del 1964) che abbiamo scelto per la serata Sanremo Story. Anche in questo caso il titolo della canzone mal si adatterebbe al personaggio.”

Tanica è favorevole (o forse no) alla presenza degli ex talent come Marco Mengoni, Annalisa e Chiara Galiazzo tra i Big: “È giustissimo non si può far finta di niente. Però attenzione, sappiate che qui c’è un convitato di pietra di cui nessuno parla è del quale si sentirà la mancanza. È Massimo Spiccia, il vincitore dello Zecchino d’Oro 2012 con “Il mio nasino all’insù”. È inutile che si attacchino al fatto che ha solo 4 anni. Il comitato organizzatore doveva prendersi la responsabilità di invitarlo.”

 

Elio, invece, ha le idee ben chiare sul loro futuro nella kermesse canora più discussa d’Italia: “Abbiamo un obiettivo arrivare quarti. Se arrivassimo primi sarebbe un fallimento. Tra l’altro nel ’96 portammo una canzone con un testo super attuale. L’Italia è rimasta com’era allora e il Paese, ora è evidente, non era pronto per un testo che rideva sul carattere degli italiani.”

Il giudice di X Factor non conferma la propria partecipazione al talent show di Sky…: “Se rifarò X Factor? Non lo so, ci penserò. Per adesso ho altre cose in testa.”

… e sarebbe pronto a ‘vendersi’ alla concorrenza o al migliore offerente (Amici): “Se mi pagano bene, perché no.”