Sanremo 2015: Romina Falconi e Immanuel Casto avrebbero portato Conchita Wurst all’Ariston

Romina Falconi

Romina Falconi e Immanuel Casto hanno provato in tutti i modi ad entrare nel cast di Sanremo 2015.

Per riuscirci hanno presentato un pezzo importante d’attualità dal titolo “Finchè morte non ci separi”. Un brano sulla violenza nei confronti delle donne, dal testo vibrante e d’impatto. Una gran canzone, per un tema troppe volte taciuto.

La messa in scena sul palco dell’Ariston sarebbe stato un trionfo di teatralità televisivamente d’effetto. Ogni sera vestiti da sposi in un’epoca diversa, con lei morta ammazzata al termine del brano. Marito, moglie e violenza. Per la Falconi sarebbe stato il ritorno a Sanremo, per Casto la definitiva consacrazione, nonché la possibilità di diventare altro, abbandonando momentaneamente il Porn Groove.

Anche l’ospite straniere che li avrebbe accompagnati nella serata dei duetti era già stato contattato ed aveva accettato entusiasta. Tutto era pronto, tutto era deciso. La trionfatrice dell’Eurovision Song Contest, Conchita Wurst entusiasta della proposta e del progetto. 

Purtroppo il brano non ha superato la selezione e il duo non è rientrato nei 20 Campioni, annunciati domenica scorsa.

Romina Falconi nata e cresciuta nei quartieri popolari di Roma, un’appartenenza che rivendica in ogni sua espressione. Inizia a cantare sin da giovanissima nei locali della città e partecipa ad alcuni concorsi canori tra cui spiccano Sanremo Rock (2001) ed il Giffoni Music Concept (2006).

La musica che Romina ascolta da sempre è l’r&B  e la black music, generi che hanno influenzato il suo modo di scrivere e cantare.

Partecipa al 57ma edizione del Festival di Sanremo nel 2007 con la canzone “Ama” pubblicata su etichetta Just1 Records. In seguito si trasferisce a Milano dove collabora con vari nomi della scena indipendente tra cui Immanuel Casto. Tra il 2009 e il 2010 è corista nell’Ali e radici World Tour mondiale di Eros Ramazzotti. Nel 2012 partecipa alla sesta edizione di X Factor Italia, nella categoria “Over 25”, sotto la direzione artistica di Morgan. Viene eliminata alla quarta puntata. 

Nel 2013 collabora nuovamente con Immanuel Casto e viene invitata come special guest alla sedicesima edizione degli Eutelsat Tv Awards a Venezia. L’autunno 2014 la vede in tour con il Casto Divo nei maggiori club d’Italia. Attualmente Romina sta lavorando all’originale trilogia ‘Certi sogni si fanno – Attraverso  – Un filo d’odio’.

IMMANUEL CASTO

Immanuel Casto (Manuel Cuni) musicista e cantante tra il 2003 e il 2004, sotto lo pseudonimo di Immanuel, ha autoprodotto e pubblicato digitalmente gli album ‘On the Road, Voyeur e Vento di erezioni’, caratterizzati da sonorità legate alla musica elettronica e tematiche incentrate sulla sessualità raccontata ironicamente. Nel 2005 è stato pubblicato il quarto album ‘Deflorato’, con riferimenti musicali ai brani dance anni settanta.

Nel 2006 ha pubblicato il videoclip di “Che bella la cappella”, brano dai doppisensi religioso-erotici. Nello stesso periodo ha partecipato a trasmissioni radiofoniche online, oltre ad aver presentato il quinto album ‘Feel the Porn Groove’, dallo stilelounge e chill out. Lancerà il sottogenere porn groove, che consiste nell’uso di musica dance per accompagnare testi espliciti riguardanti il sesso, le pratiche sessuali estreme e la prostituzione.

Nel 2008 è stato pubblicato il singolo “Anal Beat”, con sonorità strettamente dance anni ottanta. Riceve l’invito per la partecipazione a un backstage per MTV che confluisce in uno speciale del programma Loveline dedicato all’artista, mentre il quotidiano spagnolo El País gli dedica un articolo. Nello stesso anno viene pubblicato l’EP ‘Io batto’. Dopo il videoclip del brano “0 bocca/100 amore”, Immanuel Casto ha firmato un contratto con la Jle Management. Nel Giugno dello stesso anno si è esibito al Gay Pride nazionale, chiudendo il concerto in compagnia di Alessandro Fullin e Fabio Canino. Successivamente ha pubblicato la raccolta ‘The Hits’.

Con l’inizio del 2009 il cantante ha programmato il primo tour nazionale; nello stesso periodo è stato pubblicato il singolo “Touché (Par l’amour)”, in vendita per la prima volta tramite distribuzione digitale. Nel relativo videoclip, Immanuel Casto è accompagnato da un corpo di ballo femminile, le Beat Girls, mentre la produzione del brano è stata affidata al musicista Keen. Questo singolo va in programmazione in radio e su All Music, oltre ad essere recensito da TGcom con un’intervista sui progetti futuri del cantante.

Nel 2010 vengono pubblicati i singoli “Escort 25” e “Crash” (quest’ultimo con la partecipazione vocale di Romina Falconi), i quali hanno anticipato la pubblicazione dell’album ‘Adult Music’, uscito nella primavera del 2011, autoprodotto e distribuito dalla Universal Music Group. A Novembre 2011 è uscita digitalmente la raccolta ‘Porn Groove 2004/2009’, che racchiude gran parte delle prime pubblicazioni del cantante.

Dal 15 Novembre 2010 a metà Dicembre 2010 è stato tra gli ospiti fissi nella trasmissione televisiva Loveline in onda su MTV Italia. Nel 2012 ha firmato la colonna sonora ‘Porn to be Alive’ per la webserie Kubrick – Una storia porno, prodotta da Magnolia Fiction.

Nel 2012 ha ideato il gioco di carte Squillo, nel quale i partecipanti si debbono immedesimare in sfruttatori dediti allo spaccio e al sesso estremo. Durante la prevendita, prima che il gioco venisse distribuito, il 9 Ottobre 2012 la senatrice Emanuela Baio, ritenendo che il gioco fosse idoneo a incitare la mercificazione del corpo femminile, l’uso di eroina, di antidepressivi e pratiche sessuali disumane, ne ha richiesto la rimozione dal mercato in una seduta parlamentare.

Nell’Aprile del 2013 si è esibito per la prima volta in Rai nel programma Aggratis! cantando “Crash”. Nel mese di Giugno ritorna ad Aggratis! per cantare “Zero carboidrati” e poi si esibirà nella serata conclusiva del Palermo pride nazionale, alla presenza di oltre 40.000 spettatori.

Il 13 Settembre 2013 Immanuel Casto ha pubblicato il settimo album in studio ‘Freak & Chic’, anticipato nel mese di Maggio dal singolo “Tropicanal”.