ESC 2017 – Norvegia: NRK apre il termine delle iscrizioni per il Norsk Melodi Grand Prix 2017

Norway-NRK-TV

L’emittente pubblica norvegese NRK ha aperto da oggi fino all’11 Settembre il periodo di presentazione delle iscrizioni per partecipare alla selezione nazionale del paese, il Norsk Melodi Grand Prix 2017, per la 62ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la seconda volta in Ucraina, paese vincitore dell’edizione precedente con la canzone “1944” di Jamala | Джамала.  Il concorso dovrebbe tenersi il 16, 18 e 20 maggio 2017, date provvisorie, da confermare.

Il termine di scadenza per la presentazione delle domande di iscrizione all’edizione 2017 del Norsk Melodi Grand Prix sarà aperta fino all’11 Settembre 2016, giorno in cui la giuria di esperti esaminerà le canzoni pervenute e selezionerà i brani/interpreti che parteciperanno alla finale nazionale della Norvegia per l’ESC 2017.

La decisione finale è prevista che si terrà nel mese di Ottobre/Novembre, con l’annuncio ufficiale in una data successiva.

Le canzoni possono essere inviate online tramite il sito web del Norsk Melodi Grand Prix 2017. Gli artisti devono anche compilare il modulo online che è presente anche sul sito stesso (qui in Norvegese, qui in inglese). Inoltre sono state anche rivelate le regole della partecipazione alla gara in cui autori di ogni nazionalità sono invitati a presentare le proposte, ma con un incoraggiamento speciale per i compositori norvegesi. Le date e il format per il 2017 del Norsk MGP (Melodi Grand Prix – NRK) devono ancora essere rivelate.

Come spiega l’emittente NRK, tutti possono presentare delle canzone, con l’unico requisito di avere 16 anni dal momento in cui le Semi-Finali per l’Eurovision Song Contest 2016 hanno luogo e le canzoni non dovranno essere più lunghi di 3 minuti e non potranno essere pubblicate o eseguite pubblicamente prima della selezione nazionale norvegese in corso. Come negli anni precedenti, la NRK manterrà il diritto di selezionare o modificare gli artisti per eseguire composizioni particolari alla sua volontà.

La Norvegia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Stoccolma, da Agnete con il suo brano “Icebreaker“, non riuscendo a raggiungere un posto in Finale.

Il Paese ha partecipato all’ESC per la prima volta nel 1960. Da allora è stata assente solo due volte, nel 1970 (disaccordo sulla struttura di voto) e nel 2002 (relegata).

In un totale di quasi cinquanta cinque partecipazioni (521 finali) ha vinto la manifestazione tre volte (nel 1985 con le Bobbysocks! e il suo brano “La det swinge”, nel 1995 con Secret Garden e il brano “Nocturne” e nel 2009 con Alexander Rybak e il suo brano “Fairytale”). In particolare la vittoria del 2009 di Alexander Rybak detiene il record del più alto punteggio di sempre (387 punti) e il maggior distacco dal secondo classificato.

Inoltre la Norvegia detiene anche il record negativo di ultimi posti (dieci) e il maggior numero di ultimi posti a zero punti (quattro). Fino al 2012 deteneva anche il record di dodici punti ottenuti (sedici), ma la Svezia ha infranto questo primato ottenendo per 18 volte i dodici punti.

Avendo vinto la manifestazione nel 1985, 1995 e nel 2009 ha acquisito il diritto ad essere il paese ospite dell’edizioni Oslo 1996, Bergen 1986 e Oslo 2010.

Intanto in Ucraina prosegueno i preparativi della prossima edizione dell’Eurovision Song Contest, come tutti sappiamo la National Television Company of Ukraine / Національна Телекомпанія України – Natsionalna Telekompaniya Ukrayiny (UA:Перший – NTU / НТКУ), sarà la TV organizzatrice della 62ª edizione, dopo che Jamala (Джамала)  ha vinto con il brano “1944 ” l’edizione precedente, tenutasi a Stoccolma.

Le date preliminari dell’Eurovision Song Contest 2016 sono state impostate il 16, 18, 20 Maggio 2017, scelte in un incontro tenutosi a Stoccolma il 15 Maggio 2016 tra l’EBU-UER ed i Capi delegazione, anche se queste date potranno essere soggette a cambiamenti a discrezione dell’UA:Перший.

Al momento non è ancora stata comunicata la struttura, né tanto meno la città che ospiterà la manifestazione. Secondo le ultime indiscrezioni emerge che la scelta è fra Kiev / Київ, Kyiv e Leopoli / Lviv / Львів, L’viv; altre città e sedi hanno, comunque, la possibilità di partecipare alla gara che deciderà in quale sede si svolgerà l’evento.

Ad oggi le altre città in gara per ospitare l’Eurovision 2016 sono: Cherkasy (Черкаси), Dnipropetrovsk / Дніпропетровськ (Dnipro-Arena / Дніпро-Арена), Kherson (Херсон), Kiev / Київ, Kyiv (Olimpiyskiy National Sports Complex (Національний спортивний комплекс “Олімпійський”) / NSC Olimpiyskiy Stadium (НСК “Олімпійський”)), Lviv / Львів, L’viv (Arena Lviv / Арена Львів), Odessa / Одесса (Chornomorets Stadium / Стадіон «Чорноморець» (Центра́льний стадіо́н ЧМП), Chernomorets Stadium), Vinnytsia / Ві́нниця ed Uzhhorod / Ужгород.

Al momento 19 paesi hanno già confermato la loro presenza: dopo l’Ucraina – automaticamente in Finale in quanto paese organizzatore, Estonia (selezione: Eesti Laul 2017, il 4 marzo del prossimo anno), Svezia (selezione: Melodifestivalen 2017), Ungheria (selezione: A Dal 2017), Germania (dopo la scia negativa di risultati), Finlandia (selezione: Uuden Musiikin Kilpailu – UMK 2017),  Spagna (dopo la scia negativa di risultati), Francia, Norvegia (selezione: Norsk Melodi Grand Prix 2017), Svizzera (selezione: Die Grosse Entscheidungsshow 2017), Belgio (selezione interna), Irlanda, Paesi Bassi (selezione interna e sono già diverse le candidature spontanee), Polonia, Lettonia (selezione: Supernova 2017), Israele (selezione: ‘The Next Start’ – הכוכב הבא, HaKokhav HaBa), Austria, Danimarca (selezione: Dansk Melodi Grand Prix 2017) e tra questi notiamo il Portogallo, che ritorna nel concorso dopo un anno d’assenza, promettendo cambiamenti sostanziali al processo di selezione, al momento non ancora svelati.

Inoltre hanno dimostrato interesse e voglia di partecipare alla prossima edizione senza nessuna conferma o smentita: Albania, che deciderà se partecipare o meno al concorso nel mese di settembre; Slovachia, assente dal 2013; Bulgaria; Croazia e l’Italia non dovrebbero esserci dubbi, dopo che l’edizione 2016 è stata un grande successo a livello mediatico, di audience e share televisivo. Inoltre, resta il dubbio su come verrà scelto il rappresentante italiano.

Resta l’incognita Romania e Bosnia ed Erzegovina, a causa della crisi interna che stanno subendo le rispettive emittenti e se l’EBU-UER deciderà di farla partecipare o meno dopo che l’anno scorso 2016 la TVR aveva aderito all’evento e il suo concorrente, Ovidiu Anton, era stato ufficialmente inserito nella lista dei partecipanti (seconda semifinale, esibizione numero 12), ma  è stata sospesa (bloccando tutti i servizi verso l’emittente, comportando l’esclusione del Paese dal concorso; prima edizione in cui un Paese è escluso dalla partecipazione a causa dei problemi finanziari della rete che lo rappresenta) a causa del non pagamento dei debiti e la BHRT, lo scorso 8 giugno 2016 verrà sospesa sempre per via dell’indebitamento e delle tasse non pagate; Russia, dopo la fuga di notizie secondo le quali ci sarebbe l’intenzione di portarla in gara per allargare il bacino di audience del contest anche ad Oriente; Turchia, assente dal 2012 in disaccordo con il metodo di votazione e contro la qualificazione automatica alla Finale dei Big 5 (Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito); Kazakhstan, visto che Khabar Agenzia è diventata dal 1°gennaio 2016 membro associato dell’EBU-UER, si sta pensando di far entrare lo Stato nel concorso per questa edizione; e gli Stati Uniti, se l’EBU-UER deciderà di farla partecipare o meno dopo che la Finale dell’ESC 2016 è stata trasmessa per la prima volta in diretta sul territorio statunitense dall’emittente Logo TV e durante l’Interval Act della Finale dell’ESC 2016 si è esibito Justin Timberlake, com’è successo con l’Australia nel 2015 quando EBU-UER e DR hanno scelto di dedicare l’Interval Act della Seconda Semi-Finale proprio al paese oceanico, con un’esibizione di Jessica Mauboy.

Mentre hanno confermato l’assenza l’Andorra, per motivi economici a causa della mancanza di sponsor; e il Lussemburgo, che non hanno intenzione di rientrare nella competizione neanche quest’anno, portando così rispettivamente a 11 e 24 le edizioni consecutive di assenza.

Anche se l’elenco definitivo dei paesi partecipanti all’edizione 2017 dell’ESC sarà possibilmente soggetta a cambiamenti fino al rilascio della lista ufficiale dei partecipanti da parte dell’EBU-UER in programma nel mese di Gennaio 2017.