JESC 2017: Un investimento da 2,2 milioni di euro per la Georgia

JESC 2017 CD

La quindicesima edizione dello Junior Eurovision Song Contest 2017 che si terrà per la prima volta in Georgia, presso l’Olympic Palace (ოლიმპიური სასახლე) di Tbilisi in Georgia il prossimo 26 novembre 2017, si sta avvicinando a grandi passi. Trapelano sempre più notizie dal paese organizzatore, la Georgia, che si sta dimostrando perfettamente in linea con le tabelle di marcia e volenterosa di mostrarsi a tutta Europa grazie a questa opportunità.

In una conferenza stampa tenutasi nel corso della giornata d’oggi, in presenza di alcune delle figure più importanti legate allo Junior Eurovision Song Contest 2017 o alla televisione georgiana GPB (produttore esecutivo Sergi Gvarjaladze (სერგი გვარჯალაძე), Direttore di GPB Tinatin Berdzenishvili (თინათინ ბერძენიშვილი), capo della Amministrazione nazionale del turismo Giorgi Chogovadze (გიორგი ჩოგოვაძე), Direttore Creativo dello Junior Eurovision Gordon Bonello (გორდონ ბონელო), e i due presentatori di quest’anno Lizi Japaridze (ლიზი ჯაფარიძე) ed Elene Kalandadze (ელენე კალანდაძე)), è stato chiarito che sono stati stanziati circa 7 milioni di lari (poco più di 2,2 milioni di euro) a copertura di tutte le spese legate all’evento europeo dedicato ai più piccoli.

Un investimento che per la Georgia non significa solo la possibilità di avere l’onore di ospitare una rassegna musicale dello spessore dello Junior Eurovision, ma anche l’opportunità di mostrarsi a tutta Europa e a tutto il mondo come un paese moderno, sicuro, in crescita.

“La rassegna è stata inserita in un programma più ampio denominato ‘Check in Georgia’ (ჩეკინ ჯორჯიას)” – spiega Giorgi Chogovadze, capo dell’Amministrazione Nazionale Georgiana per il Turismo – “che permetterà alla Georgia di mostrarsi in 20 paesi. Junior Eurovision ed Eurovision sono molto popolari e ci aiuteranno a dire al mondo quanto la Georgia sia un paese interessante e perché le persone dovrebbero venire qui da ogni angolo del globo”.

Proprio in queste ultime ore è stata terminata la costruzione del palco all’interno del Tbilisi Olympic Palace, che ricalca da vicino il logo e il motto scelti per l’attuale edizione dello Junior Eurovision. I tecnici stanno ora ultimando gli aggiustamenti tecnici, in attesa delle prove, che cominceranno martedì 21 Novembre.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A Tbilisi stanno per arrivare centinaia di turisti: per questo, la città si sta addobbando a festa con bandiere colorate e manifesti pubblicitari, anche a beneficio dei cittadini e delle più di 200 persone tra artisti e membri delle delegazioni nazionali che saranno accolte dagli organizzatori. Come primo appuntamento, è im programma un red carpet dedicato ai piccoli artisti, che permetterà loro di incontrare i fan e la stampa. In questa stessa occasione si svolgerà il sorteggio dell’ordine di esibizione.

Conformandosi all’Eurovision Song Contest, anche per lo Junior Eurovision Song Contest verrà introdotto quest’anno un nuovo trofeo, che rimarrà stabile nel corso degli anni. Finora, ogni edizione era caratterizzata dal proprio trofeo, spesso disegnato ispirandosi al tema dell’edizione.

Lo Junior Eurovision Song Contest 2017 si terrà il 26 Novembre alle ore 16:00 italiane (ore 19:00 in Georgia). 16 cantanti, tra cui Maria Iside Fiore per l’Italia, si sfideranno per l’ambito trofeo. Dall’Italia, la diretta potrà essere seguita su RaiGulp (con anteprima dalle ore 15:30) con commento fuori campo di Laura Carusino e Mario Acampa. 

Sedici paesi parteciperanno in questa 15ª edizione dello Junior Eurovision Song Contest con il ritiro dalla competizione della Bulgaria ed Israele: la prima è nel pieno di un cambio dirigenziale che sta coinvolgendo l’emittente pubblica BNT, l’altra sta ricostruendo le sue strutture televisive dopo che l’IBA è stata chiusa e la sua ultima trasmissione è stata proprio l’Eurovision Song Contest 2017, mentre ritornano nella competizione il Portogallo, dopo 9 anni d’assenza (mancava dal 2007)che, il prossimo anno, ospiterà anche l’edizione dei più grandi a Lisbona.

A valutare le canzoni saranno le giurie dislocate in ogni nazione in gara, composte per metà da bambini e per metà da addetti ai lavori e, novità di questa edizione, anche il pubblico da casa, che potrà votare le proprie canzoni preferite (compresa quella della propria nazione) sul portale della manifestazione.

Il cambiamento maggiore per l’edizione 2017 è rappresentato dalla introduzione di un sistema di voto online, che permetterà al pubblico di far nuovamente valere la propria voce, dopo la scorsa edizione, in cui il vincitore è stato deciso unicamente da giurie.

La sede del concorso è stata cambiata: non sarà più lo Tbilisi Sports Palace (თბილისის სპორტის სასახლე), ma l’Olympic Palace (ოლიმპიური სასახლე) da 4.000 posti, scelto in ragione di migliori disponibilità a livello logistico. La città è  sempre la stessa, Tbilisi. 

La modifica di maggior rilievo riguarda però un nuovo sistema di votazione. Dopo l’impopolare esperimento a più giurie dello scorso anno, il pubblico avrà la possibilità di esprimere il proprio voto online. In particolare, ci sarà una prima fase di votazione da venerdì 24 novembre fino a domenica 26 novembre, in cui gli spettatori potranno votare la propria canzone preferita, dietro visione obbligatoria del recap di tutte le canzoni in gara, prima di poter entrare nella piattaforma di voto sul sito ufficiale dello JESC. Dopo di ciò, ci sarà la possibilità di guardare clip di un minuto delle prove tecniche di ciascun partecipante. Questo primo turno di voto si chiuderà domenica 26 novembre alle 15:59 CET. 

La seconda fase della votazione, sempre online sarà riaperto durante lo spettacolo dal vivo, che andrà in onda dalle ore 16:00 CET alle ore 18:00 CET, per 15 minuti dopo l’esibizione dell’ultimo partecipante in gara. Queste due fasi di voto (combinazione di voto pre-show e voto post show live) incidono per il 50% ciascuna nella composizione della classifica finale.

Innanzitutto, per la prima volta il 50% del voto finale sarà determinato dalle votazioni che arriveranno tramite web, per la precisione dal portale ufficiale dello Junior Eurovision. Qui il pubblico potrà esprimere le sue preferenze, indicando un minimo di tre Paesi (tutti diversi tra loro).

Di fatto, quello web sostituisce il tradizionale televoto a cui siamo abituati con l’Eurovision Song Contest e varrà il 50% del risultato finale (l’altro 50% rimane in mano alle giurie, come accaduto fino ad oggi).

Un’altra importante novità che riguarda le votazioni online, è la possibilità per l’Italia e gli italiani di votare per il brano/artista del proprio Paese (esprimendo una preferenza per l’artista che rappresenterà l’Italia, non è concesso più di un voto al proprio Paese e le altre preferenze verso gli altri Paesi/Artisti in gara a propria scelta, sempre con il limite di 1 voto per Paese). Questo naturalmente vale anche per gli altri Paesi in gara.

Addio quindi ad una classifica ottenuta solo con i voti delle giurie, ora il peso dei giurati varrà al 50%, insieme all’altra metà che arriva direttamente dal voto del pubblico europeo.

Ecco di seguito i Paesi (e le rispettive emittenti pubbliche) che parteciperanno allo Junior Eurovision Song Contest 2017 di Georgia:

  • Albania (RTSH), Ana Kodra – “Don’t Touch My Tree” (Mos Ma Prekni Pemën) (Jorgo Papingji – Kristi Popa)
  • Armenia (AMPTV), Misha (Michael Grigoryan, Միշան «Արցախի ձայներ») – “Boomerang” (Բումերանգ) (Avet Barseghyan, David Tserunyan, Artur Aghek – Vahram Petrosyan)
  • Australia (ABC), Isabella Clarke – “Speak Up!” (Toby Chew Lee, Cameron Hollywood Nacson, Chloe Papandrea, Jess Porfiri – Toby Chew Lee, Cameron Hollywood Nacson, Chloe Papandrea, Jess Porfiri)
  • Bielorussia (BTRC), Helena Meraai (Хелена Мерааи) – “I Am the One” (Я самая, Ya samaya) (Rita Dakota, Helena Meraai – Rita Dakota, Helena Meraai)
  • Cipro (CyBC), Nicole Nicolaou (Νικόλ Νικολάου) – “I Wanna Be a Star” (Θέλει να γίνει αστέρι) (Constantinos Christoforou – Constantinos Christoforou)
  • Georgia (GPB), Grigol Kipshidze (გრიგოლ ყიფშიძე) – “Voice of the Heart” (გულის ხმა, Gulis khma) (Temo Sajaia – Giga Kukhianidze)
  • Irlanda (TG4), Muireann McDonnell – “Súile Glasa” (Green Eyes) ( – )
  • Italia (RAI), Maria Iside Fiore – “Scelgo (My Choice)” (Stefano Rigamonti, Fabrizio Palaferri, Maria Iside Fiore – Stefano Rigamonti, Marco lardella)
  • ERI di Macedonia (MKRTV), Mina Blažev (Мина Блажев) – “Dancing Through Life” (Танцување низ животот) (Aleksandar Masevski – Aleksandar Masevski)
  • Malta (PBS), Gianluca Cilia – “Dawra Tond” (Maltese for round in a circle) (Emil Calleja Bayliss – Dominic Cini)
  • Paesi Bassi (AVROTROS), FOURCE (Max Mies, Jannes Heuvelmans, Niels Schlimback ed Ian Kuyper) – “Love Me” (Joost Griffioen – Joost Griffioen, Stas Swaczyna)
  • Polonia (TVP), Alicja Rega – “Mój Dom” (My Home) (Marek Kościkiewicz – Marek Kościkiewicz)
  • Portogallo (RTP), Mariana Venâncio – “Youtuber” (João Cabrita, Mariana Andrade – João Cabrita, Mariana Andrade)
  • Russia (RTR), Polina Bogusevich (Полина Богусевич) – “Wings” (Крылья, Krylya) (Taras Demchuk – Taras Demchuk)
  • Serbia (RTS), Irina Brodić & Jana Paunović (Ирина Бродић и Јана Пауновић) – “Ceo svet je naš” (Цео свет је наш, The whole world is ours) (Lejla Hot, Ognjen Cvekić, Jana Paunović – Ognjen Cvekić, Lejla Hot, Irina Brodić)
  • Ucraina (UA:PBC), Anastasiya Baginska  (Анастасія Багінська) – “Don’t Stop” (Ne zupyniay, Не зупиняй) (Kateryna Komar, Anastasiya Baginska – Kateryna Komar)