ESC 2018 – Italia: Ermal Meta e Fabrizio Moro all’Eurovision Song Contest, 5° posto grazie al televoto

d8dff8915b347ba7a89213c8c5456ec9.jpg

L’Italia all’Eurovision Song Contest con le voci di Ermal Meta e Fabrizio Moro e la sua “Non mi avete fatto niente” conquista il 5° posto. Ecco i risultati separati di giurie e televoto.

Su Rai1 l’Eurovision Song Contest 2018, che ha visto prevalere la concorrente israeliana Netta mentre i rappresentanti italiani, i vincitori dello scorso Festival di Sanremo Ermal Meta e Fabrizio Moro, hanno chiuso la manifestazione con un onorevole quinto posto. Penalizzata dai voti delle giurie, ha ottenuto un grandissimo successo al televoto. 

Ermal Meta e Fabrizio Moro all’Eurovision Song Contest 2018, un viaggio cominciato tra Roma e Milano e conclusosi ieri sera sul palco dell’Altice Arena di Lisbona, dove la coppia ha gridato all’Europa “no” alla paura.

I due cantautori, già vincitori del Festival di Sanremo, hanno rappresentato l’Italia all’Eurovision con “Non mi avete fatto niente”, una canzone manifesto (praticamente un “lyric video” con le parole del brano tradotte in varie lingue e sovraimpresse) contro la paura e l’odio degli eventi terroristici, che da anni sono purtroppo protagonisti della cronaca di tutto il mondo.

La canzone di Ermal e Fabrizio ha riscosso successo anche in tutta Europa: nella finale di sabato 12 maggio, l’Italia si è posizionata quinta nella classifica Finale. 

Una canzone nata lo scorso anno, frutto di un’amicizia e di un sentimento comune: i due cantautori, come spesso hanno dichiarato, non avevano mai pensato di partecipare a Sanremo. La canzone nacque a fronte di tanti messaggi dei fan ricevuti sia da Ermal che da Fabrizio, subito dopo l’attentato a Manchester al concerto di Ariana Grande.

Durante la settimana dell’Eurovision, Ermal Meta e Fabrizio Moro hanno tenuto alta la bandiera dell’Italia, in un contesto che ha dato loro la possibilità di portare sul palcoscenico il grande cantautorato italiano. L’obbiettivo di Meta e Moro non è mai stato quello di vincere, né di cercare popolarità, piuttosto quello di cercare consenso, appoggio per il brano “Non mi avete fatto niente”, di cui oggigiorno si sente il disperato bisogno.

“Noi siamo qui per portare il nostro messaggio. L’Eurovision è un amplificatore molto potente, ed è un onore essere qua”, hanno dichiarato i due cantautori a Lisbona. L’Eurovision, infatti, è un evento dalla grande risonanza mediatica, e che conta circa 230 milioni di telespettatori in tutto il mondo. 

Sicuramente, quest’anno più che mai, l’Italia ha fatto una delle migliori apparizioni degli ultimi anni al Festival, nonostante la performance di Meta e Moro non sia stata la più sgargiante a livello scenografico, i quali hanno preferito puntare sulla semplicità e sulla forza del messaggio contenuto in “Non mi avete fatto niente”. 

Durante il loro percorso all’Eurovision Song Contest, i due cantanti italiani hanno spesso elogiato l’atmosfera e lo spirito aggregativo che si può respirare alla manifestazione: non una gara tra nazioni, bensì una celebrazione della diversità e delle culture di tutta Europa.

“In questi giorni ci avete visto particolarmente ironici e sorridenti, compiaciuti e allegri…. la verità è che abbiamo cercato di esorcizzare la tensione che si sta accumulando sulle nostre spalle ormai da diversi mesi…questo palco fa molta paura. stasera ci esibiremo davanti a circa trecento milioni di telespettatori rappresentando la nostra nazione con un messaggio importantissimo. al di là del risultato, delle statistiche, dei numeri e di tutto quello che accadrà, noi ci metteremo il massimo… come sempre .. sono felice di condividere il palco con un mio amico e con un grande artista come ermal e sono felice, di avere la possibilità di rappresentare l’Italia in questa manifestazione così importante. Ci vediamo dopo in diretta su Rai uno… ci vedrete sorridere un po meno ma… ci porteremo sul palco tutta la nostra forza e tutto l’amore che dall’Italia ci state trasmettendo. Grazie.”

Inoltre, come da regolamento, per aumentare la trasparenza dei risultati, gli organizzatori dell’Eurovision Song Contest 2018 hanno rivelato i risultati completi di giurie e televoto per ogni Paese partecipante.

La Prima Semi-Finale ha visto trionfare Israele con 283 punti, seguito da Cipro con 262 punti e dalla Repubblica Ceca con 237 punti.

La Seconda Semi-Finale è stata vinta dalla Norvegia con 266 punti, al secondo posto la Svezia con 254 punti, mentre al terzo posto c’è la Moldavia con 235 punti.

Ecco di seguito il Risultato della Giuria e il Televoto italiano:

Voti Giuria italiana Seconda Semi-Finale:

  • 12 Norvegia
  • 10 Danimarca
  • 8 Malta
  • 7 Australia
  • 6 Svezia
  • 5 San Marino
  • 4 Moldavia
  • 3 Paesi Bassi
  • 2 Slovenia
  • 1 Serbia

Televoto italiano Seconda Semi-Finale:

  • 12 Romania
  • 10 Moldavia
  • 8 Ucraina
  • 7 Danimarca
  • 6 Ungheria
  • 5 Slovenia
  • 4 Serbia
  • 3 Polonia
  • 2 Russia
  • 1 Norvegia

Risultati completi qui.

Voti Giuria italiana Finale:

  • 12 Norvegia
  • 10 Germania
  • 8 Danimarca
  • 7 Austria
  • 6 Regno Unito
  • 5 Irlanda
  • 4 Estonia
  • 3 Cipro
  • 2 Israele
  • 1 Svezia

Televoto italiano Finale:

  • 12 Albania
  • 10 Moldavia
  • 8 Ucraina
  • 7 Israele
  • 6 Estonia
  • 5 Cipro
  • 4 Danimarca
  • 3 Germania
  • 2 Ungheria
  • 1 Serbia

Risultati completi qui.

Dati completi Giurie e televoto Prima Semifinale: qui.

Dati completi Giurie e televoto Seconda Semifinale: qui.

Dati completi Giurie e televoto Finale: qui.

Come sappiamo, solo la giuria dell’Albania, infatti, ha assegnato i 12 punti alla coppia italiana scatenando polemiche sui social. La giuria italiana, invece, ha assegnato i suoi 12 punti alla Norvegia. Una scelta che non è piaciuta affatto sia ai telespettatori italiani dell’Eurovision che allo stesso Ermal Meta che, su Twitter, ha poi lanciato una frecciatina: “Sinceramente i 12 punti della giuria italiana non li ho capiti. Li avrei dati all’Albania. Eugent voce e intonazione impressionanti” – ha cinguettato il cantautore che ha poi aggiunto i seguenti hashtag: “ ”.