ESC 2019 – Estonia: Resi noti i 24 finalisti dell’Eesti Laul 2019

eesti_19

L’emittente pubblica estone ERR (ETV) ha reso noto qualche minuto fa l’elenco completo con i nomi dei 24 finalisti che si sfideranno nella finale nazionale del paese, “Eesti Laul 2019” per la 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la terza volta in assoluto in Israele (dopo l’Eurovision Song Contest 1979 e l’Eurovision Song Contest 1999), presso l’EXPO Tel Aviv (International Convention Center) il 14, 16 e 18 maggio del prossimo anno, grazie alla vittoria di Netta Barzilai con la canzone “TOY”.

L’annuncio è stato dato durante il programma televisivo dell’ERR “Ringvaade” alle 19:00 ora locale (18:00 CET), dove l’ERR (ETV) ha diramato i nomi dei 24 brani/interpreti che si sfideranno nella selezione nazionale, mentre le canzoni saranno disponibili per l’ascolto per la prima volta il 1º dicembre 2018.

Un totale di 216 canzoni sono state pervenute per partecipare alla 11ª edizione dell’Eesti Laul 2019, 42 in meno rispetto a quelle ricevute per l’Eesti Laul 2018 (258 canzoni), questo a causa che per questa edizione ERR ha introdotto una tassa di iscrizione per l’invio di brani alla competizione. A seconda della lingua in cui si trovava la canzone, la quota di iscrizione era di € 25 o € 50. Un totale di € 8.100 è stato raccolto in tasse di ingresso, che saranno destinati alla esibizione del rappresentante estone alla 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest.

Delle 216 canzoni che sono state pervenute per l’edizione 2019 di Eesti Laul, il concorso di canzoni estone il cui brano vincente diventa la voce estone dell’Eurovision Song Contest di quest’anno, esattamente è stato rivelato che la metà delle canzoni sono in estone, mentre il resto sono in altre lingue straniere, tra cui 108 sono in estone, mentre le restanti 108 sono in russo, inglese, tedesco e spagnolo.

Per la prima volta, il numero di semi-finalisti partecipanti, infatti aumenta da 20 passano a 24 (ogni spettacolo con dodici artisti ciascuno), mentre un totale di 12 artisti (sei artisti si qualificheranno in ciascuna delle semifinali e parteciperanno alla finale dal vivo a Tallinn) si sfideranno per rappresentare l’Estonia a Tel Aviv.

L’Eesti Laul 2019 sarà costituito da 3 spettacoli televisivi: 2 Semifinali e 1 Finalissima. Le Semifinali si svolgeranno il prossimo anno il 31 gennaio e il 2 febbraio presso l’Università di Tartu Sports Hall di Tartu, mentre la Finale si svolgerà il 16 febbraio ancora una volta presso il Saku Suurhall / Saku Suurhallis (sede dell’edizione 2002 dell’Eurovision Song Contest) a Tallinn. I biglietti per lo spettacolo sono già in vendita.

Il Saku Suurhall Arena ospitò la quarantasettesima edizione dell’Eurovision Song Contest 2002, dopo che Tanel Padar & Dave Benton & 2XL hanno vinto con il brano “Everybody” l’edizione precedente, tenutasi a Copenaghen (Danimarca).

Un totale di 24 canzoni si sfideranno nella selezione nazionale (12 brani si sfideranno in ogni Semifinale). Il top 6 di ogni Semifinale si procederà al gran Finale, che si terrà il 16 febbraio 2019. Quindi un totale di 12 brani si daranno battaglia nel gran finale. Il top 3 nella gran finale procederà alla Superfinale. Il vincitore dell’Eesti Laul 2019 sarà deciso dal televoto del pubblico da casa.

L’ordine di esibizione per ogni spettacolo sarà deciso tramite un sorteggio e sarà annunciato al più tardi ogni martedì prima di ogni spettacolo. Per ogni spettacolo, ci sarà una combinazione di voto tra una giuria di esperti (50%) e il televoto del pubblico (50%).

Per maggiori informazioni sul sito ufficiale eestilaul.err.ee e su Facebook www.facebook.com/EestiLaul

I semi-finalisti sono stati scelti da una giuria di esperti professionali, composta da musicisti e dei media. I membri della giuria di esperti professionali era composta da: Ivar Must (compositore), Lenna Kuurmaa (musicista e cantante), Kaupo Karelson (produttore televisivo), Leen Kadakas (Capo di Universal Music Baltics), Vaido Pannel (Editore musicale di Raadio Sky Plus), Allan Roosileht (Presentatore di Star FM), Mari-Liis Männik (Editore musicale di Raadio Elmar), Andres Puusepp (Presentatore di Power Hit Radio), Laura Põldvere (musicista e cantante), Karl-Erik Taukar (musicista e cantante), Dagmar Oja (cantante), Rolf Roosalu (musicista e cantante), Renee Meriste (Direttore musicale) e Sten Teppan (Editore musicale di Vikerraadio).

L’ordine di esibizione per ogni spettacolo sarà deciso tramite un sorteggio e sarà annunciato al più tardi ogni martedì prima di ogni spettacolo. Per ogni spettacolo, ci sarà una combinazione di voto tra una giuria di esperti (50%) e il televoto del pubblico (50%).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco i 24 finalisti:

  • 1. Kadiah (Kadi Poll) – “Believe” (Kadi Poll – Kadi Poll)
  • 2. Kerli Kivilaan – “Cold Love” (Kerli Kivilaan, Egert Milder, Andres Kõpper – Kerli Kivilaan, Egert Milder, Andres Kõpper)
  • 3. Inger (Inger Fridolin) – “Coming Home” (Inger Fridolin, Karl-Ander Reismann – Inger Fridolin, Karl-Ander Reismann)
  • 4. Sofia Rubina-Hunter – “Deep Water” (Sofia Rubina-Hunter, Janika Tenn – Oljana Kallson)
  • 5. Around The Sun (Daniel Rukovitškin ja Daniil Kotilevitš) – “Follow Me Back” (Daniel Rukovitškin – Georg Eessaar)
  • 6. Lacy Jay (Lacy Nicole Jones) – “Halleluja” (Ago Teppand, Lacy Nicole Jones, Hugo Martin Maasikas – Ago Teppand, Lacy Nicole Jones)
  • 7. The Swingers (Tanja Mihhailova, Birgit Sarrap (Õigemeel), Mihkel Mattisen, Timo Vendt, Rauno Pella ja Indrek Sarrap) – “High Heels In The Neighbourhood” (Tanja Mihhailova, Timo Vendt, Mihkel Mattisen – Tanja Mihhailova, Mihkel Mattisen)
  • 8. xtra basic (Andrei Zevakin & Igor Volhonski) & Emily J (Emily Jürgens) – “Hold Me Close” (Andrei Zevakin, Igor Volhonski – Andrei Zevakin, Igor Volhonski)
  • 9. Synne Valtri (Sünne Valtri) – “I’ll Do It My Way” (Sünne Valtri – Sünne Valtri)
  • 10. Iseloomad – “Kaks miinust” (Two Minuses) (Vilho Meier – Siim Randveer)
  • 11. Grete Paia – “Kui isegi kaotan” (Even If I Lose) (Grete Paia, Mihkel Mattisen, Timo Vendt – Grete Paia, Mihkel Mattisen, Kerli Puusepp)
  • 12. Jennifer Cohen (Jennifer Marisse Cohen) – “Little Baby El” (Chris Hierro, Jennifer Marisse Cohen, Luisa Lõhmus – Jennifer Marisse Cohen, Luisa Lõhmus)
  • 13. Johanna Eendra – “Miks sa teed nii?” (Why Are You Doing So?) (Johanna Eendra – Johanna Eendra, Joosep Eendra)
  • 14. Lumevärv ft. INGA – “Milline päev” (What a Day) (Margus Piik, Kermo Hert – Jana Hallas)
  • 15. Cätlin Mägi & Jaan Pehk – “Parmumäng” (Play of Horsefly / Play of Jaw Harp) (Cätlin Mägi – Jaan Pehk)
  • 16. Uku Suviste – “Pretty Little Liar” (Uku Suviste, Oliver Mazurtshak – Uku Suviste, Oliver Mazurtshak)
  • 17. Marko Kaar – “Smile” (Marko Kaar, Egert Kanep – Marko Kaar)
  • 18. Sandra Nurmsalu – “Soovide puu” (Tree of Wishes) (Priit Pajusaar, Sandra Nurmsalu – Aapo Ilves)
  • 19. Victor Crone – “Storm” (Stig Rästa, Vallo Kikas, Victor Crone – Stig Rästa, Victor Crone, Fred Krieger)
  • 20. Sissi (Sissi Nylia Benita) – “Strong” (Karl-Ander Reismann, Sissi Nylia Benita – Sissi Nylia Benita)
  • 21. Ranele – “Supernova” (Marek Rosenberg, Lauri Lembinen, Marco Margna – Anne Loho)
  • 22. Stefan (Stefan Airapetjan) – “Without You” (Stefan Airapetjan, Karl-Ander Reismann – Stefan Airapetjan)
  • 23. Kaia Tamm – “Wo sind die Katzen?” (Where Are the Cats?) (Kaia Tamm – Kaia Tamm)
  • 24. Öed (Tuuli Rand ja Kristel Aaslaid) – “Öhuloss” (Sky Castle) (Tuuli Rand, Kristel Aaslaid, Bert Prikenfeld, Egert Milder – Tuuli Rand, Kristel Aaslaid, Bert Prikenfeld, Egert Milder)

Fra i 20 artisti in gara alcuni volti già noti al pubblico eurovisivo per le precedenti partecipazioni all’Eesti Laul o all’Eurovision come ad esempio nel gruppo vocale The Swingers ci sono due cantanti che hanno già rappresentato l’Estonia in all’Eurovision Song Contest: Birgit Õigemeel che nel 2013 ha rappresentato il paese con “Et uus saaks alguse” (So there can be a new beginning) e Tanja Mihhailova che nel 2014 ha rappresentato il paese con “Amazing”; Sandra Nurmsalu che nel 2009 ha rappresentato il paese con il gruppo Urban Symphony e il brano “Rändajad” (Nomads / Travellers); Sissi è la figlia di Dave Benton, che faceva parte della squadra che ha dato all’Estonia la sua prima (e finora unica) vittoria all’Eurovision Song Contest nel 2001. All’inizio di quest’anno, Sissi si è classificata seconda alla versione estone del programma inglese Pop Idol, Eesti otsib superstaari (Estonia is Searching for a Superstar, l’Estonia sta cercando una superstar); I fan del Melodifestivalen, processo di selezione svedese per l’Eurovision Song Contest, ricorderanno a Victor Crone, che nel 2015 si è esibito insieme a Behrang Miri con il brano “Det rår vi inte för”. Questa volta è qui come solista, mentre canta una canzone scritta da un’altra star dell’Eurovision Song Contest, Stig Rästa, che insieme alla cantante Elina Born, ha rappresentato l’Estonia all’Eurovision Song Contest 2015 con la canzone “Goodbye to Yesterday”, ha co-scritto la canzone “Play” con cui Jüri Pootsmann ha rappresentato l’Estonia all’Eurovision Song Contest nel 2016 e ha partecipato come solista all’Eesti Laul 2018 con la canzone “Home”; Stefan che era parte del duo Vajé che si è piazzato terzo con il brano “Laura (Walk With Me)” nella Superfinale dell’Eesti Laul 2018; Grete Paia, che precedentemente ha gareggiato all’Eesti Laul nel 2013 (dove è arrivata seconda in Superfinale con la canzone  “Päästke noored hinged” e nel 2016, dove “Stories Untold” dove si è piazzata settima nel gran Finale; Nel 2016 Kristel Aaslaid si è piazzata terza nella Superfinale con la canzone “Immortality”, eseguita insieme ai Cartoon. Ora ha un nuovo gruppo Öed, insieme a Tuuli Rand, che all’inizio di quest’anno hanno pubblicato il singolo “Rulli Rulli Rulli” ed Uku Suviste che attualmente sta partecipando alla settima edizione della versione estone del Talent Show The Voice Russia, Golos / Голос, nel team di Ani Lorak / Ані Лорак, che ha rappresentato l’Ucraina all’Eurovision Song Contest nel 2008 con la canzone “Shady Lady”.

Nel 2018 Elina Netšajeva (Elina Nechayeva) ha rappresentato l’Estonia all’Eurovision Song Contest 2018 con il brano lirico interamente in italiano “La forza” (Jõud), classificandosi ottava con 245 punti. Elina ha partecipato a Eesti Laul 2018, il programma estone per la ricerca per il rappresentante nazionale all’Eurovision Song Contest, cantando “La forza”. Nella serata finale del 3 marzo 2018 è risultata la più votata dal pubblico, vincendo il programma e garantendosi la possibilità di rappresentare l’Estonia all’Eurovision Song Contest 2018. L’artista si è esibita nella Prima Semi-Finale della manifestazione, ottenendo la qualificazione alla Finale, classificandosi quinta con 201 punti. Durante la serata finale, tenutasi il 12 maggio 2018, Elina si è classificata all’ottavo posto con 245 punti.

L’Estonia ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1994 con Silvi Vrait e il suo brano “Nagu Merelaine” (Like a seawave). In un totale di ventitre partecipazioni (14 finali) ha vinto la manifestazione una volta nel 2001 con Tanel Padar, Dave Benton & 2XL e il suo brano “Everybody”.

Nel 1993 l’Estonia, assieme ad altre sei nazioni che desideravano partecipare all’ESC per la prima volta, dovette partecipare ad una semifinale che si svolse a Lubiana: si classificò solo al 5° posto e non poté partecipare all’Eurovision Song Contest 1993. Sul sito ufficiale dell’Eurovision questa partecipazione non viene calcolata. Solo 1 la edizione a cui non ha partecipato (relegata) nel 1995.

Con l’introduzione delle Semifinali, ha raggiunto la finale nel 2009, 2011, 2012, 2013, 2015 e 2018, che l’ha visto entrare nella top ten 3 volte: nel 2009 con Urban Symphony e la canzone “Rändajad” (Nomads, Travellers) posizionandosi al 6° posto, con Ott Lepland e il brano “Kuula” (Listen) posizionandosi ancora una volta al 6° posto e con Elina Born & Stig Rästa e il brano “Goodbye to Yesterday” posizionandosi al 7° posto nel 2015.

www.eurovisioon.ee