ESC 2019: Il 28 gennaio si terrà il sorteggio per l’assegnazione delle Semifinali dell’ESC 2019

tel-aviv-museum-of-art-1024x638.jpg

Il sorteggio per decretare la composizione delle Semi-finali ed in quale metà della stessa si esibiranno i Paesi sorteggiati, oltre ad abbinare i BIG 5 e Israele alla prima o alla seconda Semi-finale per il voto e la trasmissione obbligatoria si terrà il prossimo lunedì 28 Gennaio a Tel Aviv. Il sorteggio si terrà presso il Museo d’Arte di Tel Aviv (The Tel Aviv Museum of Art, מוזיאון תל אביב לאמנות‎ Muzeon Tel Aviv Leomanut).

Fondato nel 1932, il Museo non è sempre stato ubicato nell’attuale sede: inizialmente si trovava all’interno della casa del primo sindaco di Tel Aviv Meir Dizengoff (מאיר דיזנגוף, Меер Янкелевич Дизенгоф), poi è stato trasferito nel 1959 in una sala dedicata all’imprenditrice Helena Rubinstein, e infine, nel 1971, è stato spostato nell’edificio odierno, che è stato ampliato nel 1999. Sono ospitate dal museo numerose opere che abbracciano il periodo che va dalla fine dell’800 all’inizio del ‘900. In particolare, sono esposti artisti del calibro di Soutine, Klimt, Kandinskij, Miró e Picasso. Vengono spesso allestite mostre temporanee.

Il sorteggio delle semifinali dell’Eurovision non riguarda soltanto la divisione in due gruppi da 18 dei 36 Paesi impegnati a guadagnarsi i venti posti in Finale. Ci saranno 42 Paesi partecipanti, come nelle edizioni del 2016 a Stoccolma e del 2017 a Kiev.

Nella prima parte del sorteggio, infatti, ci si dedica a scoprire la Semi-Finale in cui dovranno votare e trasmettere l’evento obbligatoriamente, ma anche quella nella quale sarà proposta la clip delle prove dell’artista in gara, novità introdotta per garantire un secondo passaggio anche ai finalisti di diritto, i sei Paesi finalisti automatici i BIG 5 (Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito) e il Paese ospitante e campione in carica, il Israele (già qualificato automaticamente qualificati per la Finale del 18 Maggio 2019). Quasi sempre accade che, almeno una volta a sorteggio, ci siano delle specifiche richieste di una emittente pubblica per farsi inserire in una determinata semifinale per ragioni di vario genere.

La seconda parte del sorteggio deciderà in quale Semi-Finale si esibiranno tutti gli altri Paesi partecipanti. Un totale di 37 paesi saranno suddivisi in 6 urne e distribuiti equamente in ciascuna delle due Semi-finali per sorteggio. La distribuzione dei paesi nelle 6 urne è determinata in base allo storico delle votazioni (i voti assegnati dagli stessi negli ultimi 10 anni), calcolati dal partner per il televoto ufficiale del concorso, Digame. Questo meccanismo è utilizzato per evitare voti di vicinato e che paesi che tendono a votarsi a vicenda per cultura e geografia finiscano nella stessa Semi-finale, oltre ad aumentare la suspense nelle Semifinali.

L’emittente pubblica israeliana IPBC (KAN, כאן‎, Here) insieme all’EBU-UER e con l’approvazione del Gruppo di riferimento dell’Eurovision Song Contest (Reference Group of the Eurovision Song Contest), decideranno che 18 dei 36 Paesi si sfideranno nella Prima Semi-Finale che si terrà il 14 Maggio 2019 e che 18 Paesi si sfideranno nella Seconda Semi-Finale che si terrà il 16 Maggio 2019.

Inoltre l’IPBC (KAN, כאן‎, Here), terrà anche la Cerimonia di passaggio del testimone con Lisbona (Host City Insignia Exchange, consegna delle chiavi della città – Un portachiave gigante con le chiavi simboliche delle città ospitanti della manifestazione negli ultimi anni) che si svolgerà verso le ore 13:00 CET, mentre il sorteggio per decretare la composizione delle Semi-finali (Semi Final Allocation Draw, allocazione delle semifinali) si terrà verso le ore 12:00 CET in live streaming sul canale YouTube del sito ufficiale della manifestazione, Eurovision.tv. L’evento sarà effettuata alla presenza del Supervisore Esecutivo dell’EBU-UER per l’Eurovision Song Contest Jon Ola Sand.

Come negli anni precedenti, l’ordine completo delle Semi-finali sarà deciso dall’emittente pubblica israeliana IPBC (KAN, כאן‎, Here), allo scopo di dare un miglior flusso televisivo all’evento ed approvato dall’EBU-UER, mentre le decisioni sull’ordine di esibizione nelle Semi-finali e nella Finale saranno decise anche quest’anno dai produttori dell’evento entro la metà di Marzo, una volta conosciuti tutti i brani in gara. Da ogni semifinale, dieci paesi procederanno alla Finale del 18 maggio 2019 per un totale, di 26 paesi finalisti.

Invece l’ordine di esibizione nella Finale sarà deciso il giorno prima della finalissima, tramite una decisione vincolata da un sorteggio che si terrà nelle conferenze stampa dei vincitori delle Semi-finali ed in quelle individuali dei Paesi finalisti di diritto, che deciderà in quale metà della Finale si esibiranno, se la prima o la seconda.

La  64ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2019 si terrà presso l’EXPO Tel Aviv (International Convention Center, Centro Congressi di Tel Aviv) il 14, 16 e 18 maggio del prossimo anno, grazie alla vittoria di Netta Barzilai con la canzone “TOY”, con le due Semifinali previste per il 14 e il 16 maggio e la Finale per il 18 maggio e lo slogan ufficiale ‘Dare To Dream’ (Osa Sognare). Al momento soltanto una canzone tra le 42 in gara è nota, quella dell’Albania “Ktheju tokës” (Return to the land,Ritorno alla terra) e altri due partecipanti sono anche noti, Tamta / Τάμτα (Tamta Goduadze, თამთა გოდუაძეΤάμτα Γκοντουάτζε) con “Replay”  per il Cipro e Srbuk / Սրբուկ (Srbuhi Sargsyan,Սրբուհի Սարգսյան) per l’Armenia.