ESC 2019 – Regno Unito: Michael Rice con “Bigger then us” per il Regno Unito a Tel Aviv

michael-rice

Michael Rice rappresenterà il Regno Unito alla 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la terza volta in assoluto Israele (dopo l’Eurovision Song Contest 1979 e l’Eurovision Song Contest 1999), presso l’EXPO Tel Aviv (International Convention Center) di Tel Aviv, in Israele, il 14, 16 e 18 maggio prossimo, grazie alla vittoria di Netta Barzilai con la canzone “TOY” (צעצוע). 

Michael canterà “Bigger than us” scritta da Laurell Barker (che ha scritto la canzone svizzera “Stones” nel 2018), Anna Klara Folin, John Lundvik (che ha partecipato al Melodifestivalen 2018 ed è in gara anche nell’edizione 2019) e Jonas Thander (che ha scritto la canzone lituana “I’ve been waiting for this noght” nel 2016).

Michael Rice, che avrà il compito di cercare di risollevare le sorti del Regno Unito dopo le partecipazioni dell’ultimo decennio, tutte dagli esiti pressoché negativi, è il 14º concorrente in gara all’edizione 2019 dell’Eurovision Song Contest (quinto selezionato tramite una selezione nazionale), dopo Srbuk (Սրբուկ) per l’Armenia, Tamta (თამთა, Τάμτα) per il Cipro con “Replay”, Jonida Maliqi con la canzone “Ktheju tokës” (Return to the land, Ritorno alla Terra), Eliot Vassamillet con “Wake Up” per il Belgio, Miki con “La venda” per la Spagna, Serhat per il San Marino, Duncan Laurence per i Paesi Bassi, Tamara Todevska (Тамара Тодевска) con “Proud” per l’ERI di Macedonia, Bilal Hassani con “Roi” per la Francia, Michela Pace per Malta, Lake Malawi con “Friend of a friend” per la Repubblica Ceca, PÆNDA con „Limits”, Darude feat. Sebastian Rejman per la Finlandia e Sergey Lazarev (Сергей Лазарев) per la Russia.

Michael, 21enne di Hartlepool, suona il pianoforte e la chitarra, che ha sempre guardato l’Eurovision Song Contest, è giunto all’attenzione del pubblico grazie ad un suo  video su YouTube dove cantava che ha raggiunto un quarto di milione di visualizzazioni. Grazie a quel video ha partecipato e vinto il talentdella BBC, All Together Now. Ha dato a sua madre la maggior parte del premio da 50 000 sterline per investirli nella sua attività di waffle e crepe. Michael è un appassionato sostenitore dell’antibullismo, ha registrato un singolo a sostegno della causa. Ha visitato molte scuole in tutto il Regno Unito per parlare dell’argomento, soprattutto perché è stato vittima di bullismo a causa della sua passione… il canto.

Ancora una volta e per il quarto anno consecutivo l’Eurovision: You Decide 2019 verrà trasmesso sulla BBC Two e condotto da Mel Giedroyc e Måns Zelmerlöw (il vincitore dell’Eurovision Song  Contest 2015 ), per il secondo anno consecutivo.

Tre i brani in gara questa sera allo show di selezione nazionale l’Eurovision: You Decide 2019.

Durante lo show si sono si esibiti come ospiti Måns Zelmerlöw recreates the UK’s all time greatest Eurovision moments!Special guest SuRie performs ‘Storm’ Special guest Netta performs ‘Toy’ | Israel’s Eurovision 2018 winner.

La novità di quest’anno sta proprio nel format stesso. La BBC ha scelto tre canzoni, ciascuna delle quali è stata eseguita in due versioni diverse da due artisti diversi, tra i sei giovani in gara:

Duelli:

  1. Kerrie-Anne – “Sweet Lies” (Maria Broberg, Lise Cabble e Esben Svane), Super Finalista VS 
  2. Anisa – “Sweet Lies” (Maria Broberg, Lise Cabble e Esben Svane)
  3. Jordan Clarke  – “Freaks” (Jon Maguire, Rick Parkhouse, Corey Sanders e George Tizzard), Super Finalista VS
  4. MAID – “Freaks” (Jon Maguire, Rick Parkhouse, Corey Sanders e George Tizzard)
  5. Holly Tandy – “Bigger Than Us” (Laurell Barker, Anna-Klara Folin, John Lundvik e Jonas Thander) VS
  6. Michael Rice – “Bigger Than Us” (Laurell Barker, Anna-Klara Folin, John Lundvik e Jonas Thander), Super Finalista

Super Finale:

  1. Kerrie-Anne – “Sweet Lies” (Maria Broberg, Lise Cabble e Esben Svane) 
  2. Jordan Clarke  – “Freaks” (Jon Maguire, Rick Parkhouse, Corey Sanders e George Tizzard) 
  3. Michael Rice – “Bigger Than Us” (Laurell Barker, Anna-Klara Folin, John Lundvik e Jonas Thander), 1º posto

Una giuria di esperti composta da Rylan Clark-Neal (presentatore TV e commentatore dell’Eurovision 2018 per la BBC), da Mollie King (cantante, personaggio TV e DJ) e da Marvin Humes (DJ e produttore musicale) ha selezionato le tre migliori interpretazioni per la Super-finale.

La giuria ha scelto all’unanimità la performance di Sweet Lies di Kerrie-Anne. Jordan Clarke ha vinto con la sua versione di Freaks. Michael Rice ha raggiunto all’unanimità la finale con la sua versione di Bigger than us.

Il pubblico britannico, tramite televoto e votazione online, ha scelto Michael Rice e la sua versione di Bigger than us per rappresentare il paese nella Finale dell’Eurovision Song Contest 2019 a Tel Aviv.

ll Regno Unito è stato rappresentato nella scorsa edizione tenutasi a Lisbona dalla cantante britannica SuRie con il suo brano “Storm” (scelti tramite la  selezione nazionale del Regno Unito per l’Eurovision Song Contest 2018, l’Eurovision: You Decide), pubblicato il 24 gennaio 2018 su etichetta discografica MMP ed è stato  critto da Nicole Blair, Gil Lewis, Sean Hargreaves. È arrivata prima su sei partecipanti, guadagnandosi il diritto di rappresentare la sua nazione. L’artista si è esibita direttamente nella serata finale della manifestazione, tenutasi il 12 maggio 2018, e si è classificata al ventiquattresimo posto con 48 punti.

Il Paese ha partecipato a quasi tutte le edizioni dell’Eurovision Song Contest (61 partecipazioni. Ha vinto cinque volte (nel 1967 con Sandie Shaw e il suo brano “Puppet on a String”, nel 1969 con Lulu e la canzone “Boom Bang-a-Bang”, nel 1976 con i Brotherhood of Man e il suo brano “Save Your Kisses for Me”, nel 1981 con i Bucks Fizz e la canzone “Making Your Mind Up” e nel 1997 con Katrina and the Waves e il suo brano “Love, Shine a Light”) ed è la nazione che ha ospitato la manifestazione il maggior numero di volte (otto: nel 1960, 1963, 1968, 1972, 1974, 1977, 1982 e nel 1998).

Il Regno Unito fa parte dei cosiddetti Big Five (assieme a Spagna, Germania, Francia e Italia) e per questo motivo accede di diritto alla serata finale, indipendentemente dai risultati dell’anno precedente.

Fino al 1998 compreso la canzone selezionata è quasi sempre risultata nelle prime 10 posizioni. Da quell’anno in poi i risultati sono stati pessimi, in particolare nel 2003 con la canzone “Cry Baby”, che arriva all’ultimo posto con zero punti (peggior risultato di sempre per il Regno Unito). Le uniche eccezioni in quegli anni sono state il 2002 (3º posto) e il recente 2009 (5º posto di Jade Ewen con brano scritto da Andrew Lloyd Webber).