ESC 2019 – Lettonia: Carousel con “That Night” per la Lettonia a Tel Aviv

Latvia_artist_photo.jpg

Sarà Carousel con “That Night” a rappresentare la Lettonia alla  lettone per la 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la terza volta in assoluto in Israele (dopo l’Eurovision Song Contest 1979 e l’Eurovision Song Contest 1999), presso l’EXPO Tel Aviv (International Convention Center) il 14, 16 e 18 maggio prossimo, grazie alla vittoria di Netta Barzilai con la canzone “TOY”.

La Lettonia sarà infatti rappresentata dai Carousel con la canzone “That night” al prossimo Eurovision Song Contest che si svolgerà a Tel Aviv dal 14 al 18 Maggio.

Il duo indie pop Carousel sono formati dalla cantante Sabīne Žuga e dal chitarrista Mārcis Vasiļevskis che collaborano dal 2015. Oltre all’opportunità di rappresentare la Lettonia al prossimo Eurovision Song Contest che si svolgerà a Tel Aviv dal 14 al 18 Maggio, hanno ricevuto una borsa di studio di € 5.000 dallo sponsor del concorso “Ondo.lv”, così come l’opportunità di concludere un contratto con l’editore musicale “Universal Music Group” per promuovere la loro canzone al di fuori dalla Lettonia.

Il loro sound è stato descritto come “una combinazione di timbro vocale ricco e tenero con una chitarra molto raffinata che porta l’ascoltatore in un viaggio pieno di dolci emozioni”. Stanno lavorando sul loro album di debutto e si sono esibiti in Lettonia e all’estero. La band ha raggiunto la notorietà alla fine del 2018, quando ha preso parte al concerto Pasaka ziemā. That Night è stato scritto da Sabīne Žuga e Maris Vasilievsky ed è prodotto da Aleksandr Volks. La canzone segna il debutto di Sabīne Žuga come autrice.

Carousel con “That Night” diventa così un’altro concorrente in gara all’edizione 2019 dell’Eurovision Song Contest, dopo Srbuk (Սրբուկ) per l’Armenia, Tamta (თამთა, Τάμτα) per il Cipro con “Replay”, Jonida Maliqi con la canzone “Ktheju tokës” (Return to the land, Ritorno alla Terra), Eliot Vassamillet con “Wake Up” per il Belgio, Miki con “La venda” per la Spagna, Serhat per il San Marino, Duncan Laurence per i Paesi Bassi, Tamara Todevska (Тамара Тодевска) con “Proud” per l’ERI di Macedonia, Bilal Hassani con “Roi” per la Francia, Michela Pace per Malta, Lake Malawi con “Friend of a friend” per la Repubblica Ceca, PÆNDA con „Limits”, Darude feat. Sebastian Rejman per la Finlandia, Sergey Lazarev (Сергей Лазарев) per la Russia, Michael Rice con “Bigger than us” per il Regno Unito, Kate Miller-Heidke con “Zero gravity” per l’Australia, i D-Moll con “Heaven” per il Montenegro, Mahmood con „Soldi” per l’Italia, קובי מרימי – Kobi Marimi per l’Israele, Katerine Duska per la Grecia, Tulia per la Polonia, Victor Crone con „Storm“ per la Estonia, Zala Kralj & Gašper Šantl con “Sebi” per la Slovenia e Roko Blažević con “The dream” per la Croazia.

Il Supernova 2019 è stato composto da due Semifinali che sono andate in onda il 26 gennaio e il 2 febbraio su LTV1 e una Finale che si è svolta stasera 16 Febbraio 2019 su LTV1, condotte da Dagmāra Legante and Ketija Šēnberga. Ogni semifinale ha avuto 8 brani/artista (fra 16 brani/artista in totale). Quattro canzoni di ogni Semi-Finale si sono qualificate per la Finale. Gli 8 finalisti sono stati selezionati attraverso una combinazione di voto tra una giuria di esperti composta da DJ Rudd (Rūdolfs Budze) (grupa „Prāta vētra”), Jānis Lūsēns un Jolanta Gulbe-Paškeviča, el televoto del pubblico, una votazione on-line e i dati forniti da Spotify.

Nel corso della serata si sono esibiti come ospiti Patrisha con “Es varu būt tā” (M.Upmane-Holšteine, DJ Rudd, K.Ansons, E.Lempiainen, Kim W.) e VIŅA un PRAGA II “Tur” (A.Lūriņš, Kashuks, Z.Jēgere).

Per la seconda volta in un processo di selezione nazionale dell’Eurovision Song Contest in cooperazione tra “Spotify” e “Universal Music Group” , il numero di ascolto che una canzone riceve su Spotify (il servizio più famoso attualmente per quanto riguarda lo streaming audio) sarà usato come parte del metodo di voto. Questa non è la prima volta che Spotify è stato usato per determinare la votazione su un concorso di canzoni, il metodo è attualmente utilizzato nel Talent Show norvegese in onda sul canale TV2, ‘The Stream’, in cui vince chi ha più ascolti online.

52588098_1155947857919566_7953017725419257856_n.jpg

Ecco di seguito il risultato di stasera (Risultati – Giuria + Televoto (Televoto+Internet+Spotify+”Alfa” shopping center)):

  1. Markus Riva – “You Make Me So Crazy” (Tu radi mani traku) (Mūzika: Markus Riva, Roman Nepomiashchyi. Vārdi: Markus Riva. Producents: Roman Nepomiashchyi), 6 punti (5º posto + 1º posto (23.86%+17.38%+24.48%+42.25%)) – 2º posto
  2. Edgars Kreilis – “Cherry Absinthe” (Ķiršu Absints) (Mūzika: Edgars Kreilis, Jūlijs Melngailis, Arnis Račinskis. Vārdi: Jūlijs Melngailis, Arnis Račinskis. Producents: Arnis Račinskis), 11 punti (4º posto + 7º posto (3.68%+3.53%+6.30%+1.94%)) – 6º posto
  3. Aivo Oskis – “Somebody’s Got My Lover” (Kādam ir mans mīļotais) (Mūzika: Ruslans Kuksinovičs. Vārdi: Aivis Oskis. Producents: Ruslans Kuksinovičs), 16 punti (8º posto+ 8º posto (1.22%+0.85%+12.00%+1.94%)) – 8º posto
  4. Double Faced Eels – “Fire” (Uguns) (Mūzika: Mārtiņš Gailītis, Reinis Straume. Vārdi: Reinis Straume. Producents: Mārtiņš Gailītis), 7 punti (3º posto + 4º posto (5.44%+8.64%+39.46%+11.24%)) – 4º posto
  5. Dziļi violets feat. Kozmens – “Tautas dziesma” (Folk song) (Mūzika: Dziļi Violets Vārdi: Nauris Brikmanis, Jānis Skutelis, Mārtiņš Kozlovskis Producents: Didzis Bardovskis), 10 punti (7º posto + 3º posto (13.46%+17.88%+4.59%+17.05%)) – 5º posto
  6. Laime Pilnīga – “Awe” (Bijība) (Ervīns Ramiņš, Mārcis Vasiļevskis, Elvijs Mamedovs, Jānis Olekšs), 7 punti (2º posto + 5º posto (18.33%+14.85%+4.80%+6.20%)) – 3º posto
  7. Samanta Tīna (Samanta Tīna Poļakova) – “Cutting The Wire” (Sagriezt vadu) (Mūzika: Arnis Račinskis, Lisbee Stainton, Samanta Tīna. Vārdi: Lisbee Stainton, Arnis Račinskis, Samanta Tīna. Producents: Arnis Račinskis), 12 punti (5º posto + 1º posto (8.73%+10.61%+3.80%+10.85%)) – 7º posto
  8. Carousel – “That Night” (Tā nakts) (Mūzika: Mārcis Vasiļevskis. Vārdi: Sabīne Žuga. Producents: Alexander Volks), 3 punti (1º posto + 2º posto (25.28%+26.26%+4.57%+8.53%)) – 1º posto

Lettonia  è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Lisbona dalla cantante brasiliana naturalizzata lettone Laura Rizzotto (Laura de Carvalho Rizzotto) e il brano “Funny Girl” (scelti entrambi attraverso, il format per la ricerca del rappresentante lettone all’Eurovision Song Contest: Supernova 2018. Dopo aver superato le selezioni online, ha avuto accesso allo show televisivo, ove si è esibita nella terza semifinale per poi accedere alla serata finale. Nella serata finale del programma è stata proclamata vincitrice del programma, avendo ottenuto il massimo dei punteggi da parte della giuria e del pubblico. Questo le ha concesso pertanto il diritto di rappresentare la Lettonia all’Eurovision Song Contest 2018, a Lisbona. L’artista si è esibita nella seconda semifinale della manifestazione, mancando la qualificazione alla finale, essendosi classificata dodicesima con 105 punti. In base al criterio della differenza tra i punteggi di un paese non qualificatosi per la finale e quelli di uno qualificatosi, divisi per il massimo punteggio possibile che una canzone avrebbe potuto ottenere ottenere nella semifinale, Funny Girl è risultato l’undicesimo brano più vicino alla qualificazione nell’Eurovision dal 2004 al 2018.

Il paese ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 2000 (19 partecipazioni, 10 Finali). Nel giro di pochissimi anni è riuscita ad ottenere prima un terzo posto (nel suo debutto col brano “My Star” dei Brainstorm e poi nel 2002 con Marie N e il suo brano “I Wanna” il primo posto, dopo che era stata ripescata a causa dell’assenza del Portogallo.

La Lettonia ha riportato dopo 7 anni una canzone in Italiano nella finale dell’ESC. Nel 2007 e nel 2008 ha fatto parte dei gruppi vocali che hanno rappresentato il paese baltico anche un cantante italiano, il sardo Roberto Meloni, noto personaggio della televisione lettone. Tali occasioni sono state anche le ultime finali per il paese baltico. Infatti, dal 2009, la Lettonia non ha più centrato la finale; solo dal 2015 si è qualificato per la finale, occupando la 6ª posizione.