ESC 2019 – Ucraina: MARUV con “Siren Song” per l’Ucraina a Tel Aviv

maruv-2019-681x553.jpeg

Sarà MARUV / MARUV (Анна Корсун) con “Siren song” a rappresentare l’Ucraina alla 64ª edizione dellEurovision Song Contest che si terrà per la terza volta in assoluto in Israele (dopo l’Eurovision Song Contest 1979 e l’Eurovision Song Contest 1999) nel mese di maggio del prossimo anno, grazie alla vittoria di Netta Barzilai con la canzone “TOY”.

MARUV è una cantante, cantautrice e produttrice del suono. Nel 2016, è stata semifinalista della selezione nazionale ucraina per l’Eurovision come parte della band dei Pringlez. Nel 2017, ha iniziato la sua collaborazione con il musicista e compositore Boosin. Il loro singolo Drunk Groove è entrato nelle migliori classifiche musicali in Ucraina e all’estero. Nel settembre 2018, ha pubblicato il suo nuovo album Black Water. Poco dopo aver annunciato la sua canzone per Vidbir, Maruv è diventata la preferita. Quasi il 60% dei partecipanti pensava che la 26 enne avrebbe vinto e rappresentato l’Ucraina in Israele.

Questo slideshow richiede JavaScript.

MARUV ha vinto la selezione ucraina per l’Eurovision Song Contest 2019 con il brano “Siren song”.  E pensare che non doveva nemmeno essere presente allo show: aveva infatti preso il posto di TAYANNA, che aveva ritirato la sua domanda di partecipazione al concorso. In ogni caso stiamo parlando di una cantante di assoluto livello e successo.

L’emittente ucraina, però, non ha confermato la partecipazione della cantante a Tel Aviv in quanto Maruv, in passato, si è esibita in Russia e sono stati programmati concerti anche per il futuro.

Diversi membri della giuria hanno interrogato la cantante al riguardo delle sue connessioni con la Russia. La vittoria di MARUV ha portato all’intervento del vicepresidente dell’Ucraina, Vyacheslav Kyrylenko. Il politico ha espresso su Twitter le sue perplessità per la scelta di MARUV per Eurovision: “Il rappresentante dell’Ucraina non può essere un artista che visita lo stato aggressore, che ha intenzione di farlo di nuovo e non si rende conto che è inaccettabile. Pertanto, la storia del rappresentante ucraino è lungi dall’essere definita.”

Il sito ufficiale della manifestazione ha, inoltre, pubblicato il comunicato ufficiale dell’emittente ucraina UA:PBC: “UA: PBC stabilisce che MARUV è la vincitrice della selezione nazionale in attesa di un accordo, specificando i termini di partecipazione all’Eurovision Song Contest. L’annuncio ufficiale del rappresentante dell’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2019 avrà luogo dopo la firma dell’accordo di partecipazione.”

MARUV con “Siren song” diventa così un’altro concorrente in gara all’edizione 2019 dell’Eurovision Song Contest, dopo Srbuk (Սրբուկ) per l’Armenia, Tamta (თამთა, Τάμτα) per il Cipro con “Replay”, Jonida Maliqi con la canzone “Ktheju tokës” (Return to the land, Ritorno alla Terra), Eliot Vassamillet con “Wake Up” per il Belgio, Miki con “La venda” per la Spagna, Serhat per il San Marino, Duncan Laurence per i Paesi Bassi, Tamara Todevska (Тамара Тодевска) con “Proud” per l’ERI di Macedonia, Bilal Hassani con “Roi” per la Francia, Michela Pace per Malta, Lake Malawi con “Friend of a friend” per la Repubblica Ceca, PÆNDA con „Limits”, Darude feat. Sebastian Rejman per la Finlandia, Sergey Lazarev (Сергей Лазарев) per la Russia, Michael Rice con “Bigger than us” per il Regno Unito, Kate Miller-Heidke con “Zero gravity” per l’Australia, i D-Moll con “Heaven” per il Montenegro, Mahmood con „Soldi” per l’Italia, קובי מרימי – Kobi Marimi con  “Home” per l’Israele, Katerine Duska con  “Better Love” per la Grecia, Tulia per la Polonia, Victor Crone con „Storm“ per la Estonia, Zala Kralj & Gašper Šantl con “Sebi” per la Slovenia,  Roko Blažević con “The dream” per la Croazia, i Carousel con “That night” per la Lettonia, Ester Peony con “On a Sunday” per la Romania, S!sters con “Sister” per la Germania e Joci Pápai con “Az én apám” per l’Ungheria.

Un totale di 6 artisti si sono sfidati per rappresentare l’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2019. Lo intero spettacolo Національний відбір “Євробачення 2018” è stato condotto da Sergiy Prytula (Сергій Притула) dal Palace of Culture KPI, dove si sono esibiti come ospiti, il rappresentante francese all’Eurovision Song Contest 2019 Bilal Hassani con la canzone “Roi” e Jamala | Джамала, rappresentante dell’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2016 a Stoccolma con la canzone “1944”, risultando vincitrice della competizione, che si è esibita con il suo nuovo singolo “Solo”.

I finalisti sono stati scelti tra una combinazione di voto tra una giuria di tre esperti composta dal compositore, fondatore del gruppo «The Maneken», produttore del gruppo «ONUKA» e del gruppo «The Elephants»Eugene Filatov (Євген Філатов), dalla vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2016 con il singolo “1944” Jamala | Джамала  e dal cantante Andriy Danilko | Андрей Данилко, noto come Verka Serduchka (Верка Сердючка) che ha rappresentato l’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2007 in Helsinki con il singolo “Dancing Lasha Tumbai”, tratto dall’album Dancing Europe, con cui è arrivato in seconda posizione – e il televoto del pubblico da casa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco di seguito i 6 artisti che si sono contesi l’unico posto disponibile alla selezione nazionale Natsionalnyi vidbir uchasnyka Konkursu Yevrobachennia vid Ukrayiny (Україні національного відбору учасника Пісенного конкурсу «ЄВРОБАЧЕННЯ – 2019») per rappresentare il paese a Tel Aviv (Risultato – Giuria (A. Danylko + Jamala + E. Filatov) + Televoto):

  1. Freedom-jazz – “Cupidon” (Купідон) (Oleksandra Zhurba), 10 punti (6 (4+6+6=16) + 4 ( – %)) – 2°
  2. YUKO – “GALYNA GULIALA” (Галина гуляла, Halyna walked) (Stanislav Koroliov, Yulia Yurina), 5 punti (4 (3+5+4=12) + 1 ( – %)) – 5°
  3. MARUV – “Siren song” (Пісня Сирени) (Anna Korsun), 11 punti (5 (6+4+5=15) + 6 ( – %)) – 1°
  4. Brunettes Shoot Blondes / «Брюнетки стріляють блондинок» – “Houston” (Г’юстон) (Andriy Kovaliov), 5 punti (2 (2+3+2=7) + 3 ( – %)) – 4°
  5. KAZKA – “Apart” (Нарізно) (Ruslan Akhrymenko, Yevhen Matyushenko), 8 punti (3 (5+2+3=10) + 5 ( – %)) – 3°
  6. ANNA MARIA / «Анна-Марія» – “My Road” (Мій шлях) (Roman Bakhariev, Oleksiy Kryvosheyev), 3 punti (1 (1+1+1=3) + 2 ( – %)) – 6°

L’Ucraina partecipa all’Eurovision Song Contest dal 2003, ha vinto la manifestazione due volte nel 2004 con Ruslana (Руслана) e il suo brano “Wild Dances” (Дикі Танці) e nel 2016 con Jamala / Джамала con il suo brano “1944” (ispirato alla storia della sua famiglia nella deportazione dei tatari di Crimea negli anni 1940 per volere dell’Unione Sovietica di Iosif Stalin), scelti tramite una selezione nazionale, l’Eurovision: You Decide. A poche settimane dalla finale dell’Eurovision, il brano conquista la quarta posizione in patria e raggiunge piazzamenti significativi anche in Slovenia (quinta posizione) e nella classifica mista Fiandre (quindicesima). Nonostante le controversie per via del suo significato politico, vince la competizione con 534 punti, ed è arrivata 2 volte seconda: nel 2007 con Verka Serduchka (Вєрка Сердючка) e il brano “Dancing Lasha Tumbai” (Данцінґ Лаша Тумбай) e nel 2008 con Ani Lorak (Ані Лорак) e la canzone “Shady Lady” (Леді з тіні) e non ha mai mancato la semifinale.

L’Ucraina è uno dei paesi di maggior successo al Festival, dopo essere sempre qualificato per la finale ogni edizione dal loro debutto (14 partecipazioni, 14 Finali) e detiene un buon record nella competizione (8 Top10 su 12 partecipazioni, cinque dei quali tra i primi 5).

Si ritira solo per un anno, ossia l’edizione del 2015 (per problemi economici derivati dalle spese militari per il conflitto con la Russia, nella guerra dell’Ucraina orientale, ritornando all’edizione del 2016, vincendola grazie alla cantante Jamala con la canzone “1944”.

Si ritira solo per un anno, ossia l’edizione del 2015 per motivi economici, ma  l’anno successivo rientra in gara vincendola grazie alla cantante Jamala / Джамала con la canzone “1944”.