Sanremo 2021: Ecco i pronostici degli scommettitori

Dopo la classifica provvisoria delle prime tre serate, gli scommettitori non hanno dubbi: sarà Ermal Meta il vincitore del Festival di Sanremo 2021.

Primo nella classifica della giuria demoscopica e anche in quella dell’orchestra, il cantautore di “Vietato morire” – già vincitore nel 2018 in coppia con Fabrizio Moro con “Non mi avete fatto niente” – guida la graduatoria davanti ad Annalisa e a Willie Peyote.

Alla classifica provvisoria si adeguano anche gli scommettitori nell’assegnare le nuove quote ai cantanti in gara. Snai quota l’eventuale vittoria di Ermal Meta con “Un milione di cose da dirti” a 3, quella di Annalisa con “Dieci” a 5 e quella di Willie Peyote con “Mai dire mai (La locura)” a 7,50. Anche un’eventuale vittoria di Francesca Michielin e Fedez, in gara con “Chiamami per nome”, è quotata 7,50. Più sotto troviamo Irama e la sua “La genesi del tuo colore” (Snai paga la sua vittoria 10 volte la cifra scommessa) e Arisa con “Potevi fare di più” (12). Poco probabile, secondo l’agenzia di scommesse, un’eventuale vittoria di Max Gazzè, di Orietta Berti, di Francesco Renga o di Aiello (quotati 50), dei Coma Cose, di Gio Evan o di Ghemon (dati a 75). Del tutto improbabile il trionfo di Random o di Bugo, le cui vittorie vengono pagate 100 volte la cifra scommessa (se si punta un euro su Random o su Bugo, se ne vincono 100).

Anche Sisal dà come favorito Ermal Meta, quotato a 2.50. Medaglia d’argento per Annalisa, la cui vittoria è pagata 5 volte la cifra scommessa. Sul gradino più passo del podio Willie Peyote, quotato 7,50. Più sotto troviamo Francesca Michielin e Fedez e Irama (9), Arisa e Maneskin (12). Outsider Aiello, Bugo, Francesco Renga, Ghemon, Gio Evan, Max Gazzè e Random: le loro vittorie sono pagate da Sisal 100 volte la cifra scommessa.

Ermal Meta primo anche per Eurobet: la vittoria della sua “Un milione di cose da dirti” è data a 2.50. Seguono anche in questo caso Annalisa (4.50) e Willie Peyote (8). Fanalino di coda per Bugo e Random (81).

Inoltre, la terza serata di Sanremo ha registrato un ascolto medio di 7.653.000 spettatori, con uno share del 44.3%. Si tratta di un leggera risalita rispetto alla seconda serata (7.586.000 spettatori e il 42.1%), ma è confermato il crollo rispetto al 2020, quando gli spettatori furono 13.533.000, con il 53.6% di share.

Nel dettaglio la terza serata ha registrato 10.596.000 spettatori con il 42,4%, mentre seconda parte 4.369.000 con il 50,56%.

Si riconferma, anche per la terza serata, il calo degli ascolti che ha già caratterizzato le prime due della settantunesima edizione del Festival della Canzone Italiana: come riferisce l’agenzia ANSA, le cover proposte nella serata di ieri, giovedì 5 marzo, dagli artisti in gara sul palco del Teatro Ariston hanno richiamato davanti allo schermo 10 milioni 596 mila, pari al 42.4% di share, nella prima parte della trasmissione, e 4 milioni 369 mila con il 50.6% di share nella seconda.

Il dato, in sé, indica un lieve recupero negli ascolti rispetto alla serata precedente, che  aveva ottenuto 10 milioni 113 mila spettatori con il 41.2% nella prima parte e 3 milioni 966 mila nella seconda con il 45.7%, ma fa segnare un sensibile calo se confrontato a quello registrato per la terza serata dell’edizione 2020 della manifestazione, seguita da 13 milioni 533 mila spettatori con il 53.6% di share nella prima parte e 5 milioni 636 mila con il 57.2% nella seconda.