ESC: Tutto pronto per l’inaugurazione del museo dell’ESC a Húsavík

Come abbiamo parlato in un articolo precedenti della creazione del museo dell’Eurovision Song Contest a Húsavík. Dopo alcuni rinvii, venerdì 15 ottobre 2021 il museo sarà finalmente inaugurato.

Il fondatore del museo, Örlygur Hnefill Örlygsson, si dice entusiasta per la nueva apertura: “Stiamo finalmente per inaugurare il museo! Sembra passato tanto tempo, quando invece è passato solo un anno da quando è uscito il film (Eurovision Song Contest: The Story of Fire Saga; Eurovision Song Contest – La storia dei Fire Saga). Quindi in realtà è stato tutto molto veloce.”

Inoltre, il fondatore e responsabile del museo aggiunge come sia stato sorprendente vedere che il museo ha attratto non solo gli eurofan europei, ma anche molti fan americani, disposti a visitare il museo nonostante il viaggio oltreoceano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Grazie al film che ha reso nota la cittadina islandese, molti fan americani hanno capito come l’Eurovision Song Contest sia più pazzo di quello che sembra, e ciò li sta appassionando al punto guardare le vecchie edizioni dell’Eurovision Song Contest su Youtube e molto altro. Ma questo interesse d’altronde, è stato più volte confermati dai canali ufficiali dell’Eurovision Song Contest.

Per saperne di più potete visitare il profilo ufficiale del museo dell’Eurovision Song Contest di Húsavík.

L’Eurovision Museum ora è realtà. In Islanda, per la precisione a Húsavík, ha aperto le sue porte, con una mostra dedicata alla partecipazione del paese nordico all’Eurovision Song Contest.

Gli oggetti in mostra includono oggetti di scena del programma televisivo nazionale Söngvakeppnin, ma anche il bastone da pugile di Hatari e i keytar di Gagnamagnið.

Husavik, cittadina di 2’000 abitanti nel nord del paese, è anche il titolo della canzone interpretata da Will Ferrell e Molly Sandén (con il nome My Marianne) nel film Eurovision Song Contest: The Story of Fire Saga, uscito nel 2020.

L’inaugurazione ufficiale del museo avverrà nel 2022, quando il numero delle sezioni triplicherà per includere altre due mostre. Una dedicata al film Eurovision Song Contest: The Story of Fire Saga e un’area riservata alla celebrazione del Concorso e dei suoi partecipanti nel corso degli anni.

Orly Orlyson, il direttore del museo, ha condiviso il suo entusiasmo con Eurovision.tv: “L’Eurovision è una fonte di gioia per milioni di persone e non ne ha mai avuto bisogno come adesso. Ci consideriamo molto fortunati e saremo per sempre grati che il film sia stato ambientato nella nostra piccola città, portando tutta la gioia dell’Eurovision alla nostra comunità durante quello che è stato un anno difficile. Sappiamo che molti fan dell’Eurovision Song Contest vogliono visitare Húsavík dopo il film e abbiamo ritenuto importante avere qualcosa in atto per rendere le loro visite più di un’esperienza.” 

L’apertura del museo è stata accompagnata da un evento al quale ha preso parte Greta Salóme (in gara nel 2012 e nel 2016) insieme a un coro di bambini locali.

Tra i primi ad apprezzare l’idea Felix Bergsson, capo della delegazione islandese all’Eurovision: “È stato fantastico assistere all’apertura della prima parte del Museo dell’Eurovisione a Husavik. Sono molto orgoglioso delle persone presenti per riuscirci in un modo così eccezionale e sono certo che i fan dell’Eurovision di tutto il mondo adoreranno visitare una volta che il museo completo sarà operativo.”