ESC 2022: Le conduttrici nel 2021 criticano l’edizione italiana

Si è da poco concluso l’Eurovision Song Contest 2022, che quest’anno ha avuto un successo incredibile. Grazie alla professionalità di Laura Pausini, Mika e Alessandro Cattelan, che hanno lavorato duramente e senza sosta, la kermesse ha raggiunto ascolti da capogiro, soddisfacendo a pieno le aspettative degli organizzatori. 

Tuttavia in queste ore è accaduto qualcosa che non è passato inosservato. Nikkie de Jager e Chantal Janzen, conduttrici dell’Eurovision Song Contest di Rotterdam 2021, hanno criticato l’edizione italiana, con parole ben poco edificanti rivolte a Laura Pausini, Mika e Alessandro Cattelan, inoltre secondo il loro pensiero non sarebbe stata all’altezza della precedente. 

“Em… mia mamma mi ha insegnato una cosa importante. Quando non hai proprio nulla di carino da dire, allora è meglio stare zitta. Ok, l’ho trovato un po’ imbarazzante. Però mi ha fatto apprezzare di più tutto quello che abbiamo fatto noi l’anno scorso e come tutto sia andato bene. Anche la chimica tra noi conduttori era più forte. Mi spiace adesso sembrerò davvero una str***a, ma non penso che sia stato tutto così bello. La differenza maggiore è che nel 2021 ci sono stati conduttori professionali e rispettosi dei colleghi”, così Nikkie de Jager, youtuber e make-up artist olandese, conosciuta anche come NikkieTutorials.

Le dichiarazioni di Nikkie de Jager non sono finite qui. Dopo aver ampiamente criticato l’edizione italiana, nel corso di un’intervista in tv è tornata a parlare dell’Eurovision Song Contest 2022, stavolta menzionando la finale della kermesse. Sembrerebbe che la de Jager non abbia apprezzato lo show messo in piedi dalla Rai, e in merito ha affermato: “Riguardando l’Eurovision posso dire, che lavoro fantastico abbiamo fatto l’anno scorso. L’avevamo provato così bene. E ci siamo divertiti così tanto noi quattro. La finale italiana? Diciamo che ogni paese organizza l’evento a modo suo. I Paesi Bassi amano i grandi spettacoli, quindi questo è stato il nostro approccio l’anno scorso. In Italia piuttosto direi che hanno puntato sul loro fascino. Vi racconto un curioso aneddoto. Sabato è stato molto divertente perché Jan era a Torino per commentare. Quindi abbiamo saputo subito tutto in anteprima. Ad esempio, sapevamo con un’ora di anticipo che Laura Pausini era scomparsa”.

Ma non è finita qui. A criticare l’Eurovision 2022 è stata anche l’attrice e conduttrice Chantal Janzen, che facendo eco alle parole della sua collega ha aggiunto: “Grazie ai nostri autori per non aver scritto battute nei nostri testi l’anno scorso.”