ESC 2022: In arrivo il documentario dell’ESC 2022 su Rai 1

L’Eurovision Song Contest 2022 è ormai archiviato e si sta già pensando a dove organizzare la prossima edizione dato che, per motivi tristemente noti, l’Ucraina non potrà ospitarlo. 

Ma per chi volesse ancora immergersi nell’atmosfera di Torino, ci sarà un’ulteriore possibilità di farlo perché è in arrivo su Rai 1 un documentario dedicato proprio manifestazione svoltasi a maggio.

Ad anticiparlo è Francesca Montinaro, l’ideatrice della scenografia del Pala Olimpico, che nel suo ultimo post su Instagram, infatti, recita questo: “Mi sono fatta un selfie dopo l’intervista per il documentario di Rai 1 su Eurovision 2022. Che luce che c’era!”

Inoltre, secondo quanto anticipa Cinguetterai, il documentario è ancora in preparazione e saranno presenti tutti i protagonisti dell’ultima edizione della manifestazione, compresa la Montinaro.

Il documentario, di cui al momento non si conosce la data di messa in onda, si inserisce in quelli che sono stati alcuni programmi di contorno all’edizione 2022 dell’Eurovision Song Contest. La Rai, infatti, otre a coinvolgere tutta la programmazione della settimana del concorso, aveva prodotto alcune trasmissioni specifiche di “accompagnamento” all’evento come “Eurovision Story – Corso Accelerato per principianti”, andato in onda su RaiPlay e su Rai 2,  in cui Melissa Greta, Mauro Coruzzi e la band “Gli Eugenio in via di Gioia”, hanno svolto una sorta di viaggio che ha ripercorso i momenti salienti della storia del concorso.

Ricordiamo inoltre, “Eurovision a casa The Jackal – La Reaction” sempre su RaiPlay, in cui il gruppo comico ha commentato la kermesse musicale, e “Road to Eurovision” il podcast Rai con Filippo Solibello e Marco Ardemagni, trasmesso da Rai Radio2 e disponibile su RaiPlay Sound.

Non è la prima volta che la Rai dedica un approfondimento all’Eurovision Song Contest. Se il documentario che vedremo su Rai 1 nelle prossime settimane, sarà dedicato al dietro le quinte dell’edizione prodotta dalla nostra emittente, già nel 2015 e nel 2020 erano già stati pensati degli approfondimenti “storici”.

Nel 2015, su Rai 4 andò in onda uno speciale intitolato “Eurovision Story” che, attraverso le voci narranti di Filippo Solibello e Marco Ardemagni, ripercorreva la storia del concorso. 

Nel 2020, l’Eurovision non si tenne a causa della pandemia di Covid-19 e, al suo posto, venne trasmesso “Eurovision: Europe Shine A Light”, serata evento per omaggiare gli artisti che avrebbero dovuto partecipare alla manifestazione.

Al termine dello show Rai 1 trasmise “Techetechetè – Note d’Europa”, uno speciale excursus storico che ripropose una veloce carrellata dei più grandi successi italiani e stranieri che hanno contribuito alla fama e riuscita dell’Eurovision Song Contest.

Sempre nel 2021, è stato messo in opera, da parte del trio NPO/NOS/AVROTROS, proprio un documentario sul dietro le quinte dell’Eurovision Song Contest di Rotterdam.

Ci sono, però, già alcune testimonianze di come hanno funzionato le cose a livello tecnologico in quel che gli occhi del pubblico non vedono.

Su YouTube, infatti, i tedeschi di EventElevator hanno caricato un video di 24 minuti che mostra numerosi dettagli relativi a tutte le caratteristiche del palco torinese: l’acqua, il sole cinetico e via dicendo. Sono retroscena, questi, particolarmente interessanti.