ESC 2023 – Ucraina: UA:PBC svela i dettagli del Vidbir 2023

L’emittente pubblica ucraina UA:PBC ha annunciato che la finale del Vibdir 2023, la selezione nazionale che determina il rappresentante per Liverpool, si terrà in diretta il sabado 17 dicembre 2023 da un rifugio antiaereo a Kiev.

L’interesse per la finale nazionale è stato altissimo, con l’emittente pubblica ucraina che ha ricevuto quasi 400 brani da 299 partecipanti, tutti con la sperenza di replicare il successo ottenuto dai Kalush Orchestra con il loro brano “Stefania” lo scorso maggio a Torino.

Pianoboy, il produttore musicale ucraino che ha supervisionato la selezione dei brani, ha affermato: ‘Vorrei che questo Vidbir scoprisse nuovi nomi creativi eccezionali e facesse conmuovere le persone con questa musica. Devo dire, il che è abbastanza inaspettato per me, che questo lavoro si basa sulla psicologia perché devi sollevare i musicisti da una sorta di fondo, motivarli. Molti musicisti che ascolterate a Vidbir, hanno fatto una canzone appositamente per Vidbir e probabilmente proprio grazie a questo Vidbir e, sempre a causa di esso, hanno ripreso a fare musica. Vedo la mia funzione in questo e ne sono molto felice.’

La trasmissione TV del Vidbir 2023 sarà prodotta dalla vincitrice del bando pubblico che è LLC “STARLIGHT PRODUCTION” (ТОВ “СТАРЛАЙТ ПРОДАКШН”).

Secondo le regole del concorso, la Starlight Production dovrà provvedere a creare una versione televisiva in diretta per la selezione nazionale ucraina. Nello specifico deve garantire:

  • decisione scenica, visione del regista (che include il lavoro sulla produzione delle performance dei partecipanti e la creazione delle presentazioni degli artisti);
  • condurre le prove;
  • trasmissione del segnale in diretta alle emittenti pubbliche.

Oltre alla Starlight Production (ТОВ «СТАРЛАЙТ ПРОДАКШН») avevano presentato domanda anche: 1+1 Production, LLC FRIENDS PRO TV e SE National Palace of Arts “Ucraina” (ІП «1+1 Продакшн», ТОВ «ФРЕНДС ПРО ТВ», ДП  «Національний палац мистецтв «Україна»).  Il team di UA:PBC (Суспільного Мовлення) esprime la sua gratitudine a tutti i partecipanti al concorso per la loro partecipazione e progetti di concorso.

La lunga lista dei partecipanti a Vidbir è prevista entro la fine di ottobre, quindi a giorni dovrebbe essere resa nota. L’appuntamento con la 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest è per il 9, 11 e 13 maggio 2023 a Liverpool, nel Regno Unito, per conto dell’Ucraina, vincitrice dell’ultima edizione dell’ESC 2022, al pari dei Big 5, non prenderà parte alle Semifinali, ma andrà direttamente in Finale.

L’Ucraina è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Torino dal gruppo musicale ucraino KALUSH Orchestra con il brano “Stefania” (Стефанія), pubblicato il 7 febbraio 2022 su etichetta discografica Columbia Records ed Enko. I Kalush con l’inedito “Stefania” (Стефанія) hanno partecipato all’annuale selezione ucraina per l’Eurovision Song Contest. Il testo del brano, scritto interamente in lingua ucraina, è un’ode alle madri, dipinte come figure forti e amorevoli. Nella selezione ucraina, che si è svolta il successivo 12 febbraio 2022, i Kalush si sono piazzati secondi, conquistando il primo posto nel televoto e il terzo nel voto della giuria, dietro ad Alina Pash / Аліна Паш  con la sua “Shadows of Forgotten Ancestors” (Tini zabutykh predkiv, Tіні забутих предків), la quale, tuttavia, ha dovuto ritirare la sua candidatura come rappresentante eurovisiva quattro giorni dopo per via di una controversia. Il 22 febbraio è stata confermata la decisione dell’emittente responsabile per la partecipazione eurovisiva ucraina, UA:PBC, di selezionare i Kalush come rappresentanti nazionali a Torino. Nel maggio successivo, dopo essersi qualificata dalla Prima Semi-Finale dell’Eurovision Song Contest 2022, la Kalush Orchestra si è esibita nella Finale eurovisiva, risultando vincitrice con 631 punti totalizzati, di cui 439 dal televoto, ottenendo il record assoluto di voti dal pubblico nella storia della competizione. Si tratta della terza vittoria eurovisiva dell’Ucraina dopo le edizioni 2004 e 2016.

Il Paese ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 2003, partecipandovi senza interruzioni (17 partecipazioni, 17 finali) fino al 2015 per poi riprendere dall’anno successivo fino al 2019. Ha vinto la competizione in tre occasioni: nel 2004 con “Wild Dances” (Дикі Танці) di Ruslana (Руслана), nel 2016 con “1944” di Jamala / Джамалa e nel 2022 con “Stefania” (Стефанія) della Kalush Orchestra.

La nazione è l’unica, al di fuori delle Big 5, a non aver mai mancato la Finale. Si ritira solo per un anno, ossia l’edizione del 2015 (per problemi economici derivati dalle spese militari per il conflitto con la Russia, nella guerra dell’Ucraina orientale, ritornando all’edizione del 2016, vincendola grazie alla cantante Jamala / Джамала  con la canzone “1944”.

Nel 2019 a vincere la selezione nazionale è la cantante MARUV (Anna Korsun, Ганна Корсун) con il brano “Siren Song”, ma due giorni dopo l’artista è stata costretta a rinunciare a rappresentare il suo paese, per motivi contrattuali con l’emittente pubblica ucraina UA:PBC, sempre legati ai rapporti con la Russia e che he le aveva chiesto, vista la sua popolarità anche nell’ex stato sovietico, di annullare i concerti programmati in Russia e di autofinanziarsi totalmente tutto il periodo eurovisivo. Dopo che gli altri partecipanti della selezione nazionale Vidbir hanno rifiutato di partecipare per gli stessi motivi, l’emittente pubblica ucraina UA:PBC annuncia il ritiro dalla competizione.