Sanremo 2023: Jalisse, ennesima bocciatura da Sanremo

Ennesima bocciatura per i Jalisse, che non saranno sul palco del Festival di Sanremo 2023. 

Una notizia, a dire la verità, piuttosto attesa, ma che ha ugualmente provocato la reazione di Fabio Ricci e Alessandra Drusian: “26 no, ma non ci fermiamo. […] In bocca al lupo al ricco e variegato cast di Sanremo 2023 e buon lavoro ad Amadeus. Viva il Festival!”

Il duo, vincitore al Festival di Sanremo 1997, ha poi ricordato un appuntamento televisivo: “Domani sera su Cine 34 il film di Maurizio Battista “4 Misteri ed un Funerale” con la nostra colonna sonora e musiche inedite.”

I Jalisse sono attualmente in promozione con il nuovo singolo “Noi l’unica salvezza”. Un brano che racconta l’amore, la semplicità, la riscoperta della felicità nelle piccole cose. La povertà economica e soprattutto dello spirito ci sta trasformando, calpestando la nostra socialità, ponendo al centro notizie tremende e nascondendo spesso quelle più belle.

È una storia d’amore, di cuore e fratellanza che vuole far riflettere in un periodo di sbandamento di sentimenti.

“Dove dormirò stanotte non lo so, ma so che non le spegnerò le stelle. Sarà qualcuno a farmi caldo in questa notte fredda. Si, me l’ha data Dio nelle mie mani sporche.”

La moneta è il valore che stiamo dando ad ogni persona, ad ogni vita ed è significativo il paradosso che sia un senzatetto a dare l’esempio, offrendo lui stesso la sua moneta e l’aiuto a chi sta peggio. Ed è proprio da chi non ha nulla che troviamo la ricchezza, che molto spesso lasciamo dormire nel nostro cuore.

“Nel cuore si nasconde la bellezza. Che siamo noi adesso l’unica certezza. Chi aiuta troverà la sua ricchezza.“

Siamo proprio “Noi l’unica salvezza”, noi esseri umani, in un mondo fatto di immagine distorta e lontana da quei valori sociali che ci rendono liberi e vivi, con la speranza che questo messaggio non sia considerato solo a Natale.