ESC 2014: Conferenza Stampa dell’EBU-UER e della DR

Jon Ola Sand

Questa mattina, prima del secondo turno di prove, si è svolta la conferenza stampa congiunta tenutasi dall’emittente organizzatrice DR (Danmarks Radio) e dall’EBU (European Broadcasting Union), alla presenza di Pernille Gaardbo, (Produttore esecutivo DR), Jan Lagermand Lundme, (Produttore DR),Jon Ola Sand, (Supervisore Esecutivo EBU) e Sietse Bakker, (Supervisore all’Evento EBU).

Ad aprire la conferenza i due membri della DR che hanno spiegato i concetti alla base del concorso 2014 e, in primis della scelta della location. Utilizzare un grande e grezzo cantiere navale per uno show così glamour e sfavillante come l’ESC, è come un diamante incastonato in una roccia e in questo modo si è creato il logo che riflette le molteplici sfaccettature dell’Europa.

Le idee dietro allo slogan #JoinUs passano attraverso un maggiore uso dei social media e si potranno vedere in tutti e tre gli spettacoli. Un buon esempio è il filmato d’apertura della Prima Semifinale, che sarà caratterizzato da brevi video clip di centinaia di spettatori provenienti da tutta Europa, che cantano la canzone #JoinUs.

Jan Lagermand Lundme ha anche mostrato tre delle cartoline che saranno presenti negli spettacoli, quelle provenienti da Austria, Bielorussia e Regno Unito, tutte prodotte molto abilmente, e il divertimento sarà guardare come le bandiere nazionali si incontreranno. Con le bandiere più complesse, come quella della Bielorussia, si è escogitata una soluzione in una pista di ghiaccio, mentre per la bandiera del Regno Unito si sono utilizzati gli autobus di Londra.

SH_2014D6_PC_EBU-4

Un paio di curiosità contenute nel cosiddetto ‘the Eurovision Book Of Records’ (Libro dei Record dell’Eurovision) sono state mostrate ai giornalisti, come ad esempio l’uso maggiore della parola argento in una canzone così come quante volte si è usato “la,la, la” in un brano.

L’EBU-UER ha spiegato che uno dei motivi per cui l’Eurovision Song Contest è ancora in auge da 60 anni è che sì è adattato allo spirito del tempo, e che ha bisogno di continuare a migliorare.

Controlli più rigorosi sul voto: L’anno scorso, c’è stato molto interesse relativamente ai tentativi di influenzare scorrettamente il voto. Sul televoto, i tentativi dello scorso anno non sono stati efficaci. I risultati delle Giurie sono stati controllati dall’EBU-UER.

I più grandi cambiamenti di quest’anno riguardano le giurie, con l’obiettivo di avere un giusto equilibrio di professionisti della musica e fra la loro età e sesso. A cinque paesi è stato richiesto di apportare modifiche nella composizione della giuria.

SH_2014D6_PC_EBU-1

Quest’anno verranno annunciati i risultati specifici di televoto e giuria e delle singole classifiche di ogni giuria, subito dopo la finale sul sito Eurovision.tv.

Ci sarà una procedura simile al calcio poiché l’emittente sarà sempre responsabile, e vi è la possibilità di un’esclusione di tre anni dal concorso come sanzione.

Ci sono state molte domande relative alla situazione di questo momento in Crimea. La votazione in Crimea dipende dall’operatore nel posto. Se l’operatore è ucraino, il voto conta per l’Ucraina. Se l’operatore è russo, il voto conta per la Russia. Attualmente sembra che ci sia ancora un operatore ucraino attivo, quindi i voti della Crimea valgono per l’Ucraina.

L’EBU-UER è stata in stretto contatto con entrambe le delegazioni diverse volte, come ultima analisi, l’obiettivo è quello di ottenere il miglior risultato sul palco e nella promozione. Si tratta di una grossa responsabilità sugli artisti che rappresentano entrambi i paesi, e non ci sono certo problemi tra le delegazioni.

Se vincerà uno dei due Paesi, allora l’EBU-UER cercherà i criteri che da sempre vengono tenuti in conto con l’emittente organizzatrice e le autorità, chiunque esse siano, e questo fatto è sintomo di solide garanzie sugli obblighi finanziari e, soprattutto sulle questioni di sicurezza. Tutti dovrebbero sentirsi al sicuro e godere della libertà di stampa e del rispetto dei diritti umani e sociali. C’è un’importante tradizione per cui il paese vincente (con poche eccezioni) ospita il contest l’anno successivo, e si spera possa continuare.

60° Anniversario: Per quanto riguarda il 60° anniversario nel 2015, Ci sono state varie idee, tra cui un’iniziativa della TV tedesca NDR, ma non si è presa ancora nessuna decisione. L’EBU -UER prenderà una decisione nei mesi a venire, in quanto potrebbe anche dipendere da chi organizzerà il concorso nel 2015.