ESC 2020 – Albania: Rivelati i risultati completi del Festivali i 58-të i Këngës në RTSH

8fced434bedc45c4855b04978cbc984e_201912231007.jpg

L’emittente pubblica albanese RTSH ha pubblicato le votazioni dei cinque giurati chiamati a eleggere la canzone vincitrice dell’edizione 58 del Festivali i këngës në RTSH (Festivalit të 58-të Këngës në RTSH), la selezione nazionale dell’Albania per la 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest si terrà presso l’Ahoy Rotterdam di Rotterdam, nei Paesi Bassi, il 12, 14 e 16 maggio del prossimo anno, in seguito alla vittoria di Duncan Laurence nell’edizione precedente tenutasi a Tel Aviv con il brano “Arcade”.

Proprio nei giorni scorsi l’Albania ha celebrato il tradizionale Festivalit të 58-të Këngës në RTSH, il concorso nazionale, l’unico in Europa a parte Sanremo dove si canta con l’orchestra: a vincere non senza polemiche il biglietto per Rotterdam è Arilena Ara.

I 20 partecipanti del Festivalit të 58-të Këngës në RTSH sono stati divisi in 2 Semifinali, con 10 artisti in ogni semifinale che competono per un posto nella finale del 22 dicembre 2019. Dalle due Semifinali, un totale di 10 canzoni si sono qualificati per il Gran Finale, decretati da un sistema di votazione misto composto da una giuria pubblica, una giuria della Stampa e una giuria di esperti. Una votazione pubblica determinerá i finalisti e il vincitore, senza comportare un Televoto. 

La giuria di esperti composta dal cantante e produttore televisivo svedese del Melodifestivalen dal 2002 Christer Björkman; il attore e cantante islandese e Capo di delegazione dell’Islanda Felix Bergsson; il compositore greco Dimitris Kontopoulos; e dalla musicologa albanese Mikaela Minga e dalla poetessa albanese Rita Petro, ha selezionato sei canzoni per la Finale, la giuria del pubblico ha selezionato due canzoni e la giuria dalla Stampa ha selezionato altre due canzoni. Nel Gran Finale, la vincitrice della 58esima edizione del Festivali i këngës në RTSH e quindi rappresentante albanese all’Eurovision Song Contest 2020 è stata decisa dalla giuria di esperti (peso percentuale del 40%) e la giuria del pubblico ((peso percentuale del 60%). Inoltre, sono stati premiati anche gli artisti che hanno raggiunto il secondo e terzo posto, decisione presa per premiare il talento albanese nel mondo della musica.

Il concorso si è concluso con la vittoria di Arilena Ara con la ballad “Shaj”, che ha battuto la favorita alla vittoria Elvana Gjata con l’uptempo “Me tana”. La canzone vincitrice, “Shaj”, eseguita in albanese sarà tradotta in inglese, come ha già annunciato l’artista stessa.

Con la pubblicazione dei voti si scopre che per i tre giurati internazionali avrebbe dovuto vincere la Elvana Gjata.

Il cantante e produttore televisivo svedese del Melodifestivalen Christer Björkman, il compositore greco Dimitris Kontopoulos e il  attore, cantante e capodelegazione islandese Felix Bergsson hanno posizionato al primo posto “Me tana”.

Björkman ha classificato al secondo posto “Ajër” di Sara Bajraktari, terza piazza per Arilena Ara. Posizioni invertite per Kontopoulous e Bergsson.

Le vere sorprese arrivano dalle classifiche delle due giurate albanesi, la musicologa Mikaela Minga e la poetessa Rita Petro.

La Petro è stata l’unica a dare il massimo dei punti alla vincitrice Arilena Ara, mentre al secondo posto troviamo Bojken Lako e terza Kamela Islamaj. Elvana si trova al quinto posto nella sua graduatoria.

Ancora più singolare la classifica della Minga, che stronca in maniera pesante Elvana Gjata, piazzandola al penultimo posto con soli due punti. Bojken Lako ottiene invece la prima posizione, seguito da Arilena e Era Rusi.

Di seguito la classifica finale con i voti combinati dei giurati:

  1. Arilena Ara – “Shaj”, 67 
  2. Elvana Gjata – “Me tana”, 64
  3. Sara Bajraktari – “Ajër”, 50
  4. Bojken Lako – “Malaseen”, 45
  5. Era Rusi – “Eja merre”, 43
  6. Kamela Islamaj – “Më ngjyros”, 35
  7. Albërie Hadërgjonaj – “Ku ta gjej dikë ta dua”, 27
  8. Tiri Gjoci – “Me gotën bosh”, 23
  9. Valon Shehu – “Kutia e Pandorës”, 23
  10. Gena – “Shqiponja e lirë”, 18
  11. Robert Berisha – “Ajo nuk është unë”, 18
  12. Olta Boka – “Botë për dy”, 17

Clicca qui per vedere i risultati completi:

TOTALE C. Björkman D. Kontopoulos F. Bergsson M. Minga R. Petro
Arilena Ara 67 10 13 13 13 18
Elvana Gjata 64 18 18 18 2 8
Sara Barjaktari 50 13 10 10 8 9
Bojken Lako 45 3 8 3 18 13
Era Rusi 43 8 9 9 10 7
Kamela Islamaj 35 6 6 4 9 10
Alberie Hadergjonaj 27 7 5 6 5 4
Tahir Gjoci 23 2 4 8 6 3
Valon Shehu 23 1 2 7 7 6
10° Robert Berisha 18 9 3 2 3 1
11° Gena 18 4 7 1 1 5
12° Olta Boka 17 5 1 5 4 2

Capture-800x557.jpg

Download [1.29 MB]

Dmitirus-800x587.jpg

Download [1.31 MB]

Felix-800x585.jpg

Download [1.25 MB]

Mikhaela-800x597.jpg

Download [1.22 MB]

Rita-800x619.jpg

Download [1.22 MB]

Il risultato finale ha creato grande scalpore sui media albanesi, tanto da spingere Alketa Vejsiu, presentatrice del Festivalit të 58-të Këngës në RTSH, a scrivere un lungo post su Instagram di supporto a Elvana Gjata.

Alketa Vejsiu, che assieme a Vera Grabocka ha prodotto l’edizione appena conclusasi del Festivalit të 58-të Këngës në RTSH, è stata accusata da Eriona Rushiti – compositrice di “Ktheju tokës”, il brano di Jonida Maliqi con cui l’Albania ha partecipato all’Eurovision Song Contest 2019, di aver spinto in ogni modo Arilena Ara alla vittoria.

Importante ricordare che la Alketa Vejsiu e Vera Grabocka hanno anche collaborato per la produzione artistica di X Factor Albania, la cui seconda edizione ha visto trionfare la Arilena Ara.

Per il 2019 è stata annunciata infatti un’importante novità riguardante le firme dei brani in gara al Festivalit të 58-të Këngës në RTSH. Rispetto al passato, sono stati accettati brani scritti da autori non albanesi.

Proprio la vincitrice Arilena Ara ha collaborato fin dall’inizio della sua carriera con il produttore macedone Darko Dimitrov (Дарко Димитров), compositore di “Shaj” con il connazionale Lazar Cvetkovski (Лазар Цветковски) e Lindon Berisha.

Eriona Rushiti ha puntato quindi il dito contro la coppia di produttrici sottolineando che la regola sia stata introdotta solo al fine di avallare l’entrata in gara della Arilena Ara.

Alketa Vejsiu e Vera Grabocka, sempre secondo il racconto di Eriona Rushiti, avrebbero poi invitato Elvana Gjata a gareggiare consapevoli di poter puntare così i riflettori sul Festivalit të 58-të Këngës në RTSH, grazie alla popolarità della cantante in patria.

Per scongiurare la sua vittoria, però, avrebbero affiancato due giurate albanesi ai tre giurati “eurovisivi” internazionali che, nei piani iniziali, avrebbero dovuto scegliere da soli il vincitore del Festivalit të 58-të Këngës në RTSH.

Alketa ha rimandato al mittente tutte le accuse con queste parole: “Le mie congratulazioni a Arilena Ara, auguro il meglio all’Albania all’Eurovision Song Contest. Non posso non ringraziare Elvana Gjata, la quale ha ottenuto più di chiunque altro, più di 3 milioni e mezzo di visualizzazioni in due settimane. Non posso negare che la sua canzone fosse la gioia di questo festival, e lei la vera notizia di questa edizione, la voce e l’energia che hanno fatto danzare il pubblico in arena, che ha unito l’Albania, il Kosovo e la diaspora albanese. Le competizioni dichiarano vincitori e non perdenti, perché le hit non muoiono mai. Dopo questo festival, in cui ho dato tutta la mia anima, posso affermare che non ho mai fatto parte, né mai farò parte di una giuria, per qualsiasi ragione. Credo nella meritocrazia e sono profondamente dispiaciuta per non aver potuto dare voce al pubblico. Sono spiacente se vi ho delusa, capisco e rispetto la vostra sensibilità, ma vi prego di risparmiarmi dalle vostre accuse, non facevo parte della giuria e non ho scelto la giuria. Elvana, grazie. Sei entrata in gara in questa edizione perché credevi nella mia visione del festival, non avevi bisogno della competizione per provare chi sei. Dovresti sentirti la vincitrice oggi perché i tre membri della giuria internazionale ti hanno dato il massimo dei punti. Per quanto riguarda i voti delle due giurate albanesi, sono semplicemente senza parole.”

View this post on Instagram

I uroj sukese Arilenes per fitoren! Sa me mbare per Shqiperine ne Eurovision! Por nuk mund te le pa falenderuar Elvana Gjaten! Ate qe u klikua ne 2 jave me shume se te gjithe, 3 milion e 500 mije here! Nuk mund ta mohoj qe kenga e saj ishte festa e ketij Festivali! Qe Elvana ishte lajmi i ketij edicioni, zeri dhe energjia e rinise qe vallezoi ne nje salle te ngurte, qe beri bashke Shqiperine, Kosoven dhe Diasporen! Garat shpallin fitues, por jo humbes; sepse hitet nuk vdesin kurre. Pas ketij Festivali qe e kam bere me shpirt, mund te them qe skam qene dhe sdo behem kurre pale me asnje juri, per asnje motiv! Besoj tek meritokracia dhe me vjen thellesisht keq qe ne platformen e ketij Festivali nuk munda dot ti jap ze, zerit te publikut! Me falni nese ju kam zhgenjyer! Kuptoj dhe respektoj ndjeshmerine tuaj! Mi kurseni akuzat ju lutem! Une nuk isha juria, dhe jurine se zgjodha une! Elvana Faleminderit! Ti erdhe ne kete Festival sepse besove tek vizioni i ketij Festivali per drejtesi dhe fitore me merite! Ti s’kishe nevoje per gare per te konfirmuar ate qe je, sepse ti thjesht Je! Dhe per me teper ti duhet te ndihesh e lumtur sot sepse te 3 anetaret e jurise se Eurovision te kane dhene 18 pike. Ato 2 piket e Shqiperise, jam pa fjale!

A post shared by ALKETA VEJSIU (@alketavejsiu) on

Anche Elvana Gjata ha scritto un lungo post su Instagram: “In questi momenti evito di parlare ma devo farlo… Arilena… non è stata colpa tua, ti auguro davvero tanta fortuna. Voglio ringraziare i miei fan e i miei nuovi fan da tutta Europa che mi hanno appoggiata fin dalla pubblicazione di “Me tana”. Ho visto i sondaggi, vi ho visti ballare e cantare la mia canzone tutti i giorni, vi ho visti in arena con le mani in alto. Vi ho sentiti urlare il mio nome attraverso tutta la diaspora, Pristina e vi ho sentiti la scorsa notte a Tirana come mai prima. Il mio cuore è pieno di gioia! Ho lavorato duramente e lavorerò fino all’ultimo respiro. Il lavoro non mi ha mai abbattuta. Grazie mille ai giurati europei per avermi dato il massimo dei voti. Neanche i due punti di Mikaela posso fermare il mio amore. Accetta la vita con tutto (ciò che ne consegue, ndr), vivi la vita con tutto. Non vedo l’ora di condividere nuovi progetti.”