Sanremo 2021: Sanremo 2021 si farà, con o senza pubblico, Coronavirus o no

Negli scorsi giorni Amadeus, direttore artistico e presentatore della prossima edizione del Festival di Sanremo 2021, si è lasciato andare a importanti dichiarazione sul prossimo Sanremo. Il direttore di Rai1 chiarisce le parole di Amadeus e conferma: Sanremo 2021 ci sarà

Il Festival di Sanremo 2021 si farà. Lo assicura il direttore di Rai 1, Coletta, che corregge e smentisce quanto dichiarato da Amadeus solo qualche giorno fa.

L’introito pubblicitario del Festival di Sanremo è troppo importante per la Rai, che non rinuncerà mai alla vetrina del Festival. Sanremo numero 71 dunque ci sarà e ci sarà nelle date indicate, ovvero dal 2 al 6 marzo.

Il direttore di Rai1, Stefano Coletta, nel corso della conferenza stampa di presentazione della nuova stagione di Porta A Porta.: “La dichiarazione di Amadeus ha creato grande panico, ma voglio assicurare che Sanremo ci sarà. “Amadeus ha dato una risposta a Dogliani sulla nostra scelta di fare il festival dal 2 al 6 marzo, proprio per dare la possibilità di vedere Sanremo in versione standard. Non c’è stagione di Rai1 senza Sanremo. È chiaro che ci adatteremo alle condizioni e agli accadimenti di quel momento, ma Sanremo ci sarà. Amadeus ha dato una risposta a Dogliani sulla nostra scelta di fare il festival dal 2 al 6 marzo, proprio per dare la possibilità di vedere Sanremo in versione standard. Non c’è stagione di Rai1 senza Sanremo. È chiaro che ci adatteremo alle condizioni e agli accadimenti di quel momento, ma Sanremo ci sarà”.

Ospite del Festival della televisione e dei nuovi media, il conduttore Amadeus, confermato al timone dell’evento dopo gli ottimi risultati di quest’anno sia in termini di ascolti (media del 54,78% di share e più di 10 milioni di spettatori) che di raccolta pubblicitaria (oltre 37 milioni), ospite nel fine settimana al Festival della tv e dei nuovi media di Dogliani, in provincia di Cuneo, si è mostrato cauto e ha dichiarato: “Non c’è nessun piano B per il Festival di Sanremo, deve essere nella totale normalità. O si fa con il pubblico o nulla. È impensabile un Ariston vuoto, o con il pubblico distanziato e poi l’orchestra, ogni due metri. E chi lo dice a Fiorello che non può sputarmi l’acqua sul collo? Il Festival 2021, quello che per me è il 70+1, deve essere il primo post Coronavirus, quello della rinascita: deve essere il festival della normalità dopo la pandemia”. 

Coletta conferma che l’edizione 2021 del Festival della Canzone Italiana sarà confermata anche se una eventuale nuova ondata di contagi da Covid-19 spingerà il governo a confermare le attuali misure per limitare i contagi ed impedire l’ulteriore diffusione del virus. L’emergenza ha già spinto la Rai a posticipare di qualche settimana la manifestazione: la 71esima edizione non è in programma nella prima settimana di febbraio, come da tradizione, ma dal 2 al 6 marzo 2021. 

Va ricordato che il settantunesimo Festival di Sanremo si svolgerà al Teatro Ariston di Sanremo dal 2 al 6 marzo 2021 e sarà condotto, per il secondo anno consecutivo, da Amadeus, il quale sarà anche il direttore artistico; nel corso delle serate sarà affiancato da Fiorello, come per l’anno precedente. 

Come nell’edizione precedente, la competizione avrà due categorie principali: una categoria Campioni composta da 20 cantanti e una categoria Nuove Proposte composta da 8 cantanti (di cui 2 selezionati da Area Sanremo).

La scenografia sarà curata da Gaetano Castelli, storico scenografo del festival, mentre la regia e la direzione della fotografia saranno affidati rispettivamente a Stefano Vicario e a Mario Catapano.

Per la prima volta dal 2008, il festival si terrà interamente nel mese di marzo.

Gli artisti partecipanti alla sezione Campioni del Festival saranno annunciati il 17 dicembre 2020, in diretta su Rai 1. I 6 artisti vincitori di Sanremo Giovani 2020 e i 2 artisti vincitori di Area Sanremo che hanno acquisito il diritto di partecipare al Festival saranno annunciati il 17 dicembre 2020, in diretta su Rai 1.

Sanremo Giovani 2020 si articolerà in una fase di Semifinale ‘AmaSanremo’ consistente in cinque serate trasmesse in seconda serata su Rai1 in onda dal 29 ottobre al 26 novembre, e in una Serata Finale, anch’essa trasmessa da Rai Uno, ma in prime time, giovedì 17 dicembre.

Il regolamento di Sanremo Giovani 2020 prevede l’invio delle richieste di partecipazione a partire dal 1° settembre al 1° ottobre. Come di consueto la Commissione Musicale procederà agli ascolti dei brani ammessi, poi effettuerà una prima selezione propedeutica alla audizione dal vivo che servirà a comporre la lista dei 20 semifinalisti in gara durante i 5 appuntamenti di AmaSanremo.

Durante le Semifinali di Sanremo Giovani 2020, gli Artisti partecipanti con relative canzoni verranno votati dalla Commissione Musicale (presieduta dal Direttore Artistico e formata da esperti del mondo della musica, cultura e comunicazione multimediale), dal pubblico attraverso il Televoto (di seguito anche solo “Televoto”) e da una Giuria Televisiva (formata anch’essa da esperti del mondo della musica, cultura e comunicazione multimediale). Durante la Serata Finale, gli Artisti con relative canzoni verranno votati dalla Commissione Musicale e dal pubblico attraverso il Televoto.

La Commissione Musicale sceglierà inoltre – tra i vincitori del concorso Area Sanremo edizione 2020 – 2 Artisti, con relative canzoni nuove che parteciperanno di diritto alla suddetta sezione Nuove Proposte, aggiungendosi ai precedenti 6.