ESC 2021: Il sorteggio delle Semifinali resterà lo stesso del 2020

Con lo stesso numero di paesi – 41 – che avrebbero partecipato all’Eurovision Song Contest del 2020 e che parteciperanno all’Eurovision Song Contest 2021, il Reference Group dell’Eurovision Song Contest ha accettato di non procedere con un nuovo sorteggio di suddivisione a gennaio. Ciò significa che tutti i paesi selezionati per esibirsi nelle Semifinali quest’anno rsaranno gli stessi a Rotterdam 2021. Anche i Big 5 e i Paesi Bassi voteranno nella stessa Semi-Finale sorteggiata l’anno scorso.

Mantenendo la stessa assegnazione delle semifinali del 2020 i fan che hanno acquistato un biglietto per vedere il proprio paese potranno comunque farlo se le circostanze lo consentiranno. Martin Österdahl, supervisore esecutivo dell’Eurovision Song Contest, ha dichiarato: “In circostanze normali non avremmo visto l’ora di vivere il sorteggio di estrazione e la cerimonia di scambio delle insegne dei paesi ospitanti che rappresentano un’importante pietra miliare sulla strada per Rotterdam 2021. Con gli stessi paesi partecipanti dell’anno scorso, il Reference Group ha deciso che aveva senso sia per i possessori dei biglietti che per le emittenti partecipanti mantenere le stesse estrazioni delle semifinali del 2020. Anche se non avremo la tradizionale cerimonia a gennaio, abbiamo molto altro in programma per creare entusiasmo prima del ritorno dell’Eurovision Song Contest il prossimo anno.”

Le Semifinali includeranno i seguenti paesi:

• Big 5 + Paesi Bassi (paese ospitante)

  • Germania, Italia e Paesi Bassi (Jeangu Macrooy) voteranno nella Prima Semi-Finale.
  • Francia , Spagna (Blas Cantó) e Regno Unito voteranno nella Seconda Semi-Finale.

• Prima Semi-Finale (18 Maggio 2021)

Prima metà:

  • Macedonia del Nord
  • Bielorussia
  • Lituania
  • Svezia
  • Slovenia: Ana Soklič
  • Australia: Montaigne
  • Irlanda
  • Russia

Seconda metà:

  • Norvegia
  • Cipro
  • Croazia
  • Azerbaigian: Efendi
  • Malta: Destiny
  • Israele: Eden Alene
  • Ucraina: Go_A
  • Romania: ROXEN
  • Belgio: Hooverphonic

• Seconda Semi-Finale (20 Maggio 2021)

Prima metà:

  • Austria: Vincent Bueno
  • Moldavia: Natalia Gordienko
  • Polonia
  • San Marino: Senhit
  • Serbia
  • Islanda: Daði & Gagnamagnið
  • Repubblica Ceca: Benny Cristo
  • Grecia: Stefania
  • Estonia

Seconda metà:

  • Danimarca
  • Bulgaria: VICTORIA
  • Svizzera: Gjon’s Tears
  • Finlandia
  • Armenia
  • Lettonia: Samanta Tīna
  • Georgia: Tornike Kipiani
  • Portogallo
  • Albania

Da ciascuna semifinale dell’Eurovision 2021, procederanno alla finale del 22 maggio 10 paesi, che si uniranno ai 6 paesi pre-qualificati. In totale, saranno rappresentati 26 paesi nella Finale. L’ordine di esibizione sarà, come sempre, rivelato dopo che tutte le canzoni saranno state inviate.

Ricordiamo che la 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2021 si svolgerà presso l’Ahoy Rotterdam a Rotterdam, nei Paesi Bassi, il 18, 20 e 22 maggio 2021; con il probabile protrarsi della pandemia verranno decise le modalità organizzative ma, in ogni caso, il festival si svolgerà regolarmente.

A seguito della cancellazione l’UER ha valutato la possibilità di consentire ai brani selezionati di competere nel 2021; tuttavia, è stato confermato dal gruppo di referenza che, in conformità al regolamento, ciò non sarebbe avvenuto, lasciando però la possibilità alle singole emittenti di selezionare nuovamente i rappresentanti annunciati per il 2020.

Lo slogan ufficiale dell’evento resterà Open Up, il medesimo pianificato per l’edizione annullata. Successivamente, con la conferma dei 41 paesi che dovevano prendere parte anche all’edizione precedente, viene confermato che anche il logo dell’evento resterà il medesimo pianificato: un disco che rappresenta, in ordine di debutto, i paesi partecipanti all’Eurovision Song Contest in chiave astratta, disegnato dall’agenzia CLEVER°FRANKE. La forma circolare del logo è stata ispirata da quelli disegnati per le edizioni del 1970, del 1976 e del 1980 da Frans Schupp.

L’EBU-UER infatti ha scelto di collaudare quattro scenari da considerare in base agli sviluppi della pandemia di COVID-19 per evitare che l’edizione venga cancellata come quella precedente. Gli scenari possibili sono:

  • Scenario A: svolgimento dell’Eurovision Song Contest nella sua tradizionale maniera
  • Scenario B: simile al precedente, ma con un pubblico distanziato di un metro e mezzo e un numero di membri delle delegazioni ridotto
  • Scenario C: se alcuni paesi dovessero chiudere le frontiere, i cantanti che li rappresentano si esibiranno da appositi studi di registrazione
  • Scenario D: se i Paesi Bassi dovessero chiudere le frontiere, tutti i paesi che partecipano faranno esibire i loro cantanti da appositi studi di registrazione

Inoltre l’EBU-UER ha comunicato che avrebbe approvato, solo per quest’edizione, l’utilizzo di voci pre-registrate durante l’esibizione. L’uso delle voci sarà del tutto facoltativo, infatti ogni delegazione avrà comunque la possibilità di utilizzare dei coristi, sia sul palco che fuori. Inoltre sarà consentito anche l’utilizzo di una combinazione di voci dal vivo e registrate. Tutte le voci principali che eseguono la canzone sul palcoscenico, compreso un eventuale uso del lead dub, dovranno comunque essere eseguite obbligatoriamente dal vivo sul palco all’interno dell’arena. Questa scelta è stata presa per offrire alle nazioni partecipanti la possibilità di viaggiare con delegazioni più piccole, oltre che ad evitare la cancellazione di edizioni future della manifestazione.