Sanremo 2021: Ecco tutti gli autori delle canzoni in gara

La RAI ha reso noto l’elenco degli autori che hanno firmato i brani in gara alla prossima edizione del Festival di Sanremo in programma dal 2 al 6 marzo 2021.

Ecco, di seguito, l’elenco delle canzoni con le indicazioni relative ai relativi interpreti e autori di testi e musiche.

Sezione Campioni:

  • “Ora” – interprete: Aiello. Testo e musica: Antonio Aiello
  • “Dieci” – interprete: Annalisa. Testo e musica: Annalisa Scarrone, Davide Simonetta, Paolo Antonacci, Jacopo Matteo Luca D’Amico
  • “Potevi fare di più” – interprete: Arisa. Testo e musica: Luigi D’Alessio (Gigi D’Alessio)
  • “Quando sei innamorato” – interprete: Orietta Berti. Testo: Francesco Boccia, Ciro Esposito, Marco Rettani / Musica: Francesco Boccia, Ciro Esposito
  • “E invece sì” – interprete: Bugo. Testo: Cristian Bugatti (Bugo), Andrea Bonomo / Musica: Cristian Bugatti (Bugo), Andrea Bonomo, Simone Bertolotti
  • “Musica leggerissima” – interpreti: Colapesce Dimartino. Testo e musica: Lorenzo Urciullo (Colapesce), Antonino Di Martino (Dimartino)
  • “Fiamme negli occhi” – interpreti: Coma_Cose. Testo: Fausto Zanardelli, Francesca Mesiano / Musica: Fausto Zanardelli, Fabio Dalè, Carlo Frigerio
  • “Bianca Luce Nera” – interpreti: Extraliscio con Davide Toffolo. Testo: Pacifico, Mirco Mariani / Musica: Mirco Mariani
  • “Parlami” – interprete: Fasma. Testo: Tiberio Fazioli (Fasma) / Musica: Luigi Zammarano
  • “Santa Marinella” – interprete: Fulminacci. Testo e Musica: Filippo Uttinacci (Fulminacci)
  • “Momento perfetto” – interprete: Ghemon. Testo: Giovanni Luca Picariello (Ghemon) / Musica: Simone Priviter, Giuseppe Seccia, Daniele Raciti
  • “Cuore amaro” – interprete: Gaia. Testo: Gaia Gozzi, Jacopo Ettorre / Musica: Giorgio Spedicato, Daniele Dezi
  • “Arnica” – interprete: Giò Evan. Testo: Giovanni Giancaspro (Gio Evan) / Musica: Giovanni Giancaspro (Gio Evan), Francesco Catitti
  • “La genesi del tuo colore” – interprete: Irama. Testo: Filippo Maria Fanti (Irama) / Musica: Filippo Maria Fanti, Dardust, Giulio Nenna
  • “Amare” – interpreti: La Rappresentante di Lista. Testo: Veronica Lucchesi, Dario Mangiaracina / Musica: Veronica Lucchesi, Dario Mangiaracina, Dardust, Roberto Cammarata
  • “Combat pop” – interpreti: Lo Stato Sociale. Testo e musica: Alberto Cazzola, Francesco Draicchio, Jacopo Angelo Ettorre, Lodovico Guenzi, Alberto Guidetti, Enrico Roberto, Matteo Romagnoli
  • “Zitti e buoni” – interpreti: Maneskin. Testo e musica: Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi, Ethan Torchio
  • “Il farmacista” – interpreti: Max Gazzé e la Trifluoperazina. Testo: Francesco Gazzé, Massimiliano Gazzé / Musica: Massimiliano Gazzè, Francesco De Benedittis
  • “Chiamami per nome” – interpreti: Francesca Michielin e Fedez. Testo: Federico Lucia (Fedez), Francesca Michielin, Jacopo Matteo Luca D’Amico, Davide Simonetta, Alessandro Raina, Alessandro Mahmoud (Mahmood) / Musica: Davide Simonetta, Alessandro Raina, Alessandro Mahmoud (Mahmood)
  • “Voce” – interprete: Madame. Testo: Francesca Calearo (Madame) / Musica: Francesca Calearo (Madame), Dardust, Enrico Botta
  • “Ti piaci così” – interprete: Malika Ayane. Testo: Malika Ayane, Pacifico / Musica: Malika Ayane, Alessandra Flora , Rocco Rampino
  • “Un milione di cose da dirti” – interprete: Ermal Meta. Testo: Ermal Meta / Musica: Ermal Meta, Roberto Cardelli
  • “Glicine” – interprete: Noemi. Testo: Tattroli, Ginevra Lubrano / Musica: Dario Faini (Dardust), Ginevra Lubrano, Francesco Fugazza
  • “Torno a te” – interprete: Random. Testo: Emanuele Caso (Random) / Musica: Samuel Balice
  • “Quando trovo te” – interprete: Francesco Renga. Testo e musica: Francesco Renga, Roberto Casalino, Dario Faini (Dardust)
  • “Mai dire mai (La locura)” – interprete: Willie Peyote. Testo: Guglielmo Bruno (Willie Peyote) / Musica: Daniel Bestonzo, Carlo Cavalieri D’Oro, Giuseppe Petrelli

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sezione Nuove Proposte:

  • “Goal!” – interprete: Avinicola. Testo e musica: Simone Avincola
  • “Regina” – interprete: Davide Shorty. Testo: Davide Sciortino (Davide Shorty) / Musica: Davide Sciortino (Davide Shorty), Emanuele Triglia, Claudio Guarcello, Davide Savarese
  • “Scopriti” – interprete: Folcast. Testo: Daniele Folcarelli (Folcast) / Musica: Daniele Folcarelli (Folcast), Tommaso Colliva, Raffaele Scogna
  • “Polvere da sparo” – interprete: Gaudiano. Testo: Luca Gaudiano (Gaudiano) / Musica: Luca Gaudiano, Francesco Cataldo
  • “Lezioni di volo” – interprete: Wrongonyou. Testo: Marco Zitelli (Wrongonyou), Adel Al Kassem / Musica: Marco Zitelli (Wrongonyou), Adel Al Kassem, Riccardo Scirè
  • “Ogni cosa sa di te” – interprete: Greta Zuccoli. Testo e Musica: Greta Zuccoli
  • “Iosonoluca” – interpreti: Dellai. Testo e musica: Matteo Dellai, Luca Dellai
  • “Che ne so” – interprete: Elena Faggi. Testo: Elena Faggi / Musica: Elena Faggi, Francessco Faggi

L’autore più coinvolto nel repertorio del prossimo Festival della Canzone Italiana è Dario Faini, conosciuto col nome d’arte di Dardust, che figura nei crediti di cinque delle ventisei canzoni in gara nella sezione Campioni – “La genesi del tuo colore” di Irama, “Amare” dei La Rappresentante di Lista, “Voce” di Madame, “Glicine” di Noemi e “Quando trovo te” di Francesco Renga.

Pacifico ha collaborato sia con Malika Ayane per “Ti piaci così” che con gli Extraliscio per “Bianca Luce Nera”. Altri nomi noti in gara solo come autori ma non come interpreti sono quelli di Gigi D’Alessio, autore del testo e della musica di “Potevi fare di più”, portata in gara da Arisa, e Mahmood, coinvolto con la già voce dei Giardini di Mirò Alessandro Raina nella stesura di “Chiamami per nome” di Francesca Michielin e Fedez.

Manca poco meno di un mese al Festival di Sanremo 2021 targato Amadeus e la macchina organizzativa è in pieno fermento. Se per i favoriti alla vittoria non sembrano esserci dubbi con Francesca Michielin e Fedez in testa a 4,00. Gli analisti di Stanleybet.it studiano le opzioni anche per le altre categorie a partire dal Premio della Critica che vede vincitore Willie Peyote. Il cantautore rapper debutterà a Sanremo col brano ‘Mai dire mai’ (La locura) e vale 5 volte la posta, seguito da Bugo a 6,00. Per lui però i bookmaker vedono anche l’ultimo posto a 4,50 dopo Orietta Berti a 2,75.

Cambio di programma, invece nella sezione Vincente con i Maneskin che salgono al secondo posto a 6.00 scavalcando Irama che schizza da 5,00 a 10,00. Terzo posto a 9,00 per Aiello, Annalisa e La Rappresentante di lista. Quote in salita anche per l’ultima vincitrice di Amici, Gaia che passa da 8,00 a 18,00, come per Arisa, veterana di Sanremo da 10,00 a 14,00. Stabili, invece a 10,00 Ermal Meta e Gio Evan. Il giovane cantautore Fulminacci vale 14 volte la scommessa, insieme a Madame, Malika Ayane, Noemi e Random. Lontanissimi i big del calibro di Francesco Renga (25,00), Max Gazzè (15,00) e Lo Stato Sociale (15,00). In fondo alla classifica la band romagnola Extraliscio, sul palco con Davide Toffolo a 30 volte la posta insieme ai Coma Cose e Ghemon, mentre Orietta Berti chiude la lavagna a 70 volte la posta.

Il 71° Festival di Sanremo sarà ricordato come il primo grande evento in tempo di pandemia e, allo stesso tempo, come l’edizione che ha ribaltato gran parte delle tradizioni sanremesi. Questa mattina la prima svolta: la tradizionale  conferenza stampa che precede di circa un mese la kermesse si è svolta in streaming con il sindaco Alberto Biancheri, l’assessore Giuseppe Faraldi, il presidente del Casinò Adriano Battistotti e il presidente della fondazione Orchestra Sinfonica, Livio Emanueli, collegati da Sanremo, Amadeus e Fiorello da Roma così come gli altri protagonisti, e tutti i giornalisti collegati da ogni angolo d’Italia.

Ad aprire la conferenza stampa è stato il direttore di Rai1, Stefano Coletta: “Un anno fa a quest’ora eravamo tutti riuniti nella sala stampa per la conclusione di un Festival straordinario che aveva centrato l’obiettivo in tutte le direzioni, non solo negli ascolti. È stato l’ultimo momento di condivisione piena per tutti noi, nessuno avrebbe previsto quello che poi abbiamo vissuto. Sanremo rappresenta un’occasione di unione del Paese, un appuntamento che unisce davanti alla tv la famiglia e tutti coloro che attraverso Sanremo sono cresciuti. La macchina Rai è al lavoro da alcuni mesi per l’edizione nuova e che Amadeus ha voluto definire non la 71ª ma la 70ª + 1, come se questo limbo ci facesse ricominciare da capo. È il Festival della consapevolezza. Il servizio pubblico deve informare ma anche intrattenere. È il compimento di un percorso nel quale non abbiamo rinunciato all’intrattenimento che va a riempire la solitudine trasversale che il covid ha messo in atto. Anche le 26 canzoni in gara sono il risultato di quello che abbiamo visto. Saltare quel rituale collettivo avrebbe significato allargare il senso di disorientamento. Se il covid ci ha disunito dopo l’ultimo Festival, questo Festival è un tentativo di unirci nella consapevolezza di quello che è la vita”.

“Mi piace ricordare quello che accaduto l’anno scorso, ho nostalgia di quegli assembramenti perché era la normalità, è stato un Sanremo bellissimo, ma sono concentrato solo sul prossimo, per carattere tendo a non voltarmi indietro – ha esordito Amadeus – l’obiettivo è rendere questo festival unico nel suo genere e speriamo che rimanga unico. Io e Fiorello siamo consapevoli che a casa milioni di persone avranno modo di distrarsi e pensare a un momento di spensieratezza con le proprie famiglie. Abbiamo il dovere di dare cinque serate di serenità con la speranza che sia un Festival di rinascita. Da qui dobbiamo ripartire. L’Ariston deve essere un luogo di gioia con la musica al centro e tutti coloro che saliranno su quel palco diventano fondamentali per regalare questa gioia a pubblico”.

Fiorello non ha fatto giri di parole nel commentare le polemiche in merito alla 71ª edizione: “Non farlo sarebbe stato facilissimo, ma chi se ne frega se le battute cadranno nel vuoto senza il pubblico all’Ariston. Siamo felici di questa cosa nuova che andiamo a sperimentare”.

“È un momento difficile e voglio ringraziare la Rai per il grande lavoro – ha dichiarato il sindaco Alberto Biancheri – ieri c’è stato l’incontro in prefettura e stiamo valutando i protocolli sanitari al di fuori dell’Ariston, stiamo verificando in modo che si svolga un festival in piena sicurezza. Non vuol dire che blinderemo la città, ma il centro sarà monitorato con grande attenzione. Ci saranno altre riunioni e approfondiremo. Abbiamo rinunciato a tutte le collaterali per evitare qualsiasi rischio, da parte nostra va fatta una scelta riguardo alla sicurezza sanitaria. Ringrazio anche Amadeus, per loro non sarà un compito semplice, un momento che, grazie alla loro professionalità, da Sanremo partire un messaggio di fiducia portando al centro la musica senza dimenticare il momento che stiamo affrontando. Fuori dall’Ariston sarà un Festival in tono minore, ma centro l’Ariston sarà un grande Festival che ricorderemo negli anni. Vi aspetto in città”.

La novità della conferenza stampa in streaming ha fatto saltare anche un’altra tipica tradizione festivaliera: la foto dei protagonisti nel giardino davanti al Casinò. Segni di un’edizione che, tra teatro deserto e regole ferree, sarà destinata a segnare la storia della televisione e, in generale, del nostro costume.

Per ulteriori approfondimenti del 71° Festival di Sanremo vedi: News Rai – Sanremo 2021