Sanremo 2021: Le polemiche non si placano, previste proteste

Il Festival di Sanremo 2021 prenderà il via martedì 2 marzo, tra meno di due settimane. Dopo l’annuncio della positività di Moreno Il Biondo, componente degli Extraliscio, sono molti i gruppi che pensano di manifestare nella Città si Sanremo, per attirare l’attenzione dei media.

Come riportato dall’Ansa, il 24 febbraio partirà da Milano una carovana di lavoratori dello Spettacolo facente parte dell’Associazione L’Ultima Ruota.

Il viaggio di 300 chilometri, che i manifestanti effettueranno a bordo di una bicicletta, sarà diviso in 6 tappe. La carovana su due ruote effettuerà tappe in piazze, scuole, musei e teatri.

In occasione dell’ultima tappa, in partenza da Laigueglia, si unirà al viaggio l’ex ciclista professionista Bruno Zanoni, l’ultima maglia nera del Giro d’Italia.

L’obiettivo è quello di porre all’attenzione del Governo le difficoltà che il settore della musica e dello spettacolo sta attraversando.

Secondo quanto riportato da Sanremo News, sono molti i ristoratori che nella settimana del Festival vorrebbero manifestare davanti all’Ariston con l’obiettivo di bloccare la kermesse canora: “Ristoranti, cuochi, camerieri e tutti gli addetti al settore: facciamo vedere che abbiamo le palle, blocchiamo il Festival.”

In Piazza Colombo, invece, è prevista una manifestazione dell’Associazione Fieristi Italiani.

Una situazione non semplice che dovrà essere affrontata anche dalle Istituzioni proprio nei giorni in cui la musica italiana vorrebbe ripartire in una situazione che non normale non è, ma che si spera possa rappresentare un sostegno in un momento ancora complicato e sulla cui fine non c’è certezza.

Inoltre, Colapesce e Dimartino, tra i “Big” in gara al Festival di Sanremo 2021 con il brano “Musica leggerissima”, hanno pubblicato sui social un video ironico in cui il duo rivela i suoi pronostici sulla manifestazione. Nella clip i due cantautori siciliani “svelano” che si classificheranno al quinto posto della classifica finale, che – secondo loro – vedrà all’ultimo posto Francesco Renga, mentre Aiello si aggiudicherà il premio della critica.

“Roba di UDC, massoneria, cavalieri di malta”, dice nella clip Lorenzo Urciullo – questo il nome all’anagrafe di Colapesce – spiegando ad Antonio Di Martino le fonti delle sue previsioni.

Il filmato, caratterizzato da riferimenti al deep web e al cinema di Quentin Tarantino, è stato scritto dai due cantautori – tra i favoriti alla vittoria secondo le agenzie di scommesse dopo l’ascolto in anteprima delle canzoni – insieme al regista Zavvo Nicolosi ed è stato realizzato e diretto dal collettivo catanese Ground’s Oranges. La clip, riportata di seguito, presenta un cameo di Diodato, che alla fine del video reclama il premio vinto lo scorso anno a Sanremo con il brano “Fai rumore”.

Il titolo del filmato, “I mortali”, riprende quello dell’album congiunto di Colapesce e Dimartino, uscito lo scorso 5 giugno e contenente dieci canzoni scritte tutte a quattro mani da Lorenzo e Antonio. “È un disco di pop d’autore. Rispetto ai nostri lavori solisti, qui volevamo provare a fare qualcosa che non avevamo ancora fatto, sperimentando anche a livello linguistico”, aveva raccontato il duo a proposito del disco.Inoltre, tra gli ospiti legati al mondo del calcio che saliranno sul palco del festival di Sanremo oltre all’attaccante del Milan Zlatan Ibrahimović – che presenzierà in tutte le cinque serate della manifestazione, dal 2 al 6 marzo – l’ANSA riporta che ci sarà anche, per una sola serata, l’ex calciatore serbo e ora allenatore del Bologna Siniša Mihajlović: “Ho sentito Amadeus stamattina.

Sì, vado a Sanremo, io e Ibra canteremo: due zingari sul palcoscenico. Per fortuna non ci sarà il pubblico, perché non so né ballare, e questo lo avete già potuto vedere, non so neppure cantare. Zlatan è un pò meglio di me a ballare, ma pure lui a cantare. male male. Voi italiani avete una grande musica. Personalmente mi piace ‘Io vagabondo’. In Italia c’è tutto, in questo paese si sta bene”.