ESC 2022 – Paesi Bassi: Rivelato il team creativo di S10 per l’Eurovision 2022

L’emittente pubblica olandese AVROTROS ha rivelato il team creativo della cantante S10, che rappresenterà i Paesi Bassi alla 66ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2022, che si svolgerà il 10, 12 e il 14 maggio 2022 presso il PalaOlimpico di Torino, in Italia.

Il nuovo team creativo dietro la canzone olandese per l’Eurovision Song Contest 2022 è composto da Wouter van Ransbeek, Marnix Kaart en Henk Jan van Beek. 

Wouter van Ransbeek è stato nominato supervisore creativo, in precedenza direttore creativo dell’International Theatre Amsterdam. Wouter svilupperà il concept della performance insieme a S10 e supervisionerà il processo creativo.

Marnix Kaart è la nuova regista. Ha anni di esperienza in importanti programmi TV ed eventi dal vivo, culminati nella regia dell’Eurovision Song Contest a Rotterdam lo scorso anno. Con la sua mente creativa e la sua esperienza sul lato organizzativo dell’Eurovision Song Contest, Marnix riesce a tradurre uno speciale concept in una performance visivamente indimenticabile. 

Henk Jan van Beek esaminerà invece il progetto illuminotecnico dei Paesi Bassi all’Eurovision Song Contest 2022. Territorio non sconosciuto per lui, perché Henk Jan ha lavorato anche a Rotterdam l’anno scorso e già nel 2017 faceva parte della delegazione olandese come lighting designer. Con dozzine di progetti in patria e all’estero, van Beek ha più che dato prova di sé. 

S10, che rappresenterà i Paesi Bassi a Torino, si esibirà nella prima metà della prima Semifinale martedì 10 maggio 2022.

AVROTROS

I Paesi Bassi sono stati rappresentati nella scorsa edizione tenutasi a Rotterdam dal cantautore surinamese naturalizzato olandese Jeangu Macrooy con il brano “Birth of a New Age” (cantato in inglese con alcune frasi nella lingua madre dal cantante di origine surinamese, lo sranan tongo), una combinazione di soul e kawina, pubblicato il 4 marzo 2021 su etichetta discografica Unexpected Records. Jeangu Macrooy era stato inizialmente selezionato per rappresentare il suo paese all’Eurovision Song Contest 2020 con la canzone “Grow”, prima della cancellazione dell’evento. AVROTROS l’ha riselezionata internamente per l’edizione eurovisiva successiva. Nel maggio 2021, Jeangu Macrooy si è esibito nella finale eurovisiva, dove si è piazzato al 23º posto su 26 partecipanti con 11 punti totalizzati.

I Paesi Bassi ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1956 ed è uno dei membri fondatori della manifestazione. Dall’ora hanno partecipato a 60 edizioni dell’Eurovision Song Contest (51 finali) vincendo cinque volte: nel 1957 con Corry Brokken e il suo brano “Net als toen”, nel 1959 con Corry Brokken e il suo brano “Een beetje”, nel 1969 conLenny Kuhr e il suo brano “De troubadour”, nel 1975 con Teach-In e il suo brano “Ding-a-dong” e nel 2019 con Duncan Laurence e il suo brano “Arcade”.

Il Paese ha ospitato la manifestazione 5 volte (nel 1958, 1970, 1976, 1980 e 2020) e si è classificata per quattro volte all’ultimo posto (nel 1958, 1962, 1963 e nel 1968). Inoltre nel 2011 si è classificata all’ultimo posto della sua Semi-finale.

I Paesi Bassi sono stati assenti della manifestazione solo quattro volte, nel 1985 e nel 1991, mentre  nel 1995 e nel 2002 furono relegati.

Con l’introduzione delle semifinali, i Paesi Bassi hanno raggiunto la finale solamente in 7 occasioni, non riuscendo a raggiungere la Finale per un record di nove anni consecutivi, 2005-2012. Nel 2004 con i Re-union e il suo brano “Without You”, piazzandosi al vigesimo posto, nel 2013 con Anouk e il suo brano “Birds”, piazzandosi al nono posto, nel 2014 con i The Common Linnets e il suo brano “Calm After the Storm“, ottenendo un meritatissimo 2° posto e diventando la canzone di maggior successo del Paese dal 1975, nel 2016 con Douwe Bob e il suo brano “Slow Down”, piazzandosi al undecimo posto e nel 2019 con Duncan Laurence e il suo brano “Arcade” ha vinto la manifestazione con 498 punti.