Sanremo 2023: Chiara Francini e Paola Egonu co-conduttrici del Festival di Sanremo 2023

Durante il TG1 delle 13.30 di oggi, domenica 15 gennaio, Amadeus ha finalmente rivelato le co-conduttrici rispettivamente della terza e quarta serata del Festival di Sanremo 2023 oltre che l’ospite musicale.

Amadeus ha finalmente svelato i nomi delle quattro donne che lo accompagneranno di sera in sera sul palco del Teatro Ariston in qualità di co-conduttrici di Sanremo 2023.

Chiara Ferragni e Francesca Fagnani era già state annunciate dallo stesso Amadeus poche settimane fa. Sulle altre due co-conduttrici, invece, fino a poche ore fa aleggiava ancora un velo di mistero, che non ha fatto altro che alimentare le ipotesi, alcune delle quali davvero improbabili. Ma adesso non ci sono più dubbi e sul palco dell’Ariston, al fianco di Amadeus e Gianni Morandi, troveremo la campionessa pallavolista Paola Egonu nella 3ª serata di giovedì 9 febbraio e l’attrice Chiara Francini nella 4ª serata di venerdì 10 febbraio.

Entrambe hanno mandato un video-messaggio, andato in onda durante il telegiornale, entusiaste della loro partecipazione. “Sono due donne meravigliose – ha commentato il padrone di casa – Francini, un’attrice meravigliosa, sarà con me e Morandi nella serata di venerdì”, e poi “un orgoglio italiano, una grandissima campionessa della pallavolo”, Paola Egonu, “sarà co-conduttrice giovedì”.

• Paola Egonu. Paola Egonu è una pallavolista italiana. Nasce a Cittadella, in Veneto, da genitori di nazionalità nigeriana. Nel 2015 fa parte della nazionale Under-18, con cui vince la medaglia d’oro al campionato mondiale 2015, ottenendo anche il premio come MVP. Tra il 2014 e il 2016 è convocata nella nazionale Under-19 e Under-20, vincendo, con quest’ultima, il bronzo al campionato mondiale 2015. Nel 2015 ottiene le prime convocazioni nella nazionale maggiore italiana, con cui, nel 2017, vince la medaglia d’argento al World Grand Prix, mentre, nel 2018, conquista la medaglia d’argento al campionato mondiale, competizione in cui viene eletta miglior opposto. Un anno dopo, al campionato europeo, ottiene la medaglia di bronzo. Nel 2021 viene scelta come portabandiera della bandiera olimpica per la cerimonia di apertura dei Giochi della XXXII Olimpiade di Tokyo, manifestazione durante la quale esce ai quarti di finale; nello stesso anno ottiene la medaglia d’oro al campionato europeo, risultando essere anche la miglior giocatrice. Nel 2022 vince la medaglia d’oro alla Volleyball Nations League, venendo riconosciuta sia come miglior opposto che come MVP, seguita dal bronzo al campionato mondiale. Fuori dal campo, nel 2020 doppia la voce del personaggio Sognaluna, nel film d’animazione “Soul”, prodotto da Disney e Pixar. Nella stagione 2021-22 è una delle conduttrici de “Le Iene”. 

• Chiara Francini. Chiara Francini è un’attrice, conduttrice televisiva e scrittrice italiana. Nata a Firenze e cresciuta a Campi Bisenzio, figlia unica, si è laureata all’Università degli Studi di Firenze in Lettere. La sua formazione artistica inizia al Teatro della Limonaia, di Sesto Fiorentino.  Il 2005 è l’anno dell’esordio dell’attrice in televisione, grazie alla partecipazione come ospite fisso dei programmi Rai “Bla bla bla” e “Stracult”. Poco dopo Francini si avvicina anche al mondo del cinema: tra il 2007 e il 2008 compare in ben quattro pellicole, tra cui “Una moglie bellissima” di Leonardo Pieraccioni. Da questo momento l’attrice si divide tra cinema e televisione: nel 2010 compare nella fiction di RaiUno “Tutti pazzi per amore”, e nello stesso anno è tra i protagonisti di “Maschi contro femmine”, film diretto da Fausto Brizzi, e del suo sequel “Femmine contro maschi”. Negli anni successivi prende parte ad altri film come “La peggior settimana della mia vita”, “Pazze di me” o “Buona giornata” e nel 2016 torna sul piccolo schermo per affiancare Pippo Baudo alla conduzione di “Domenica In”, storico programma di Rai 1. Chiara Francini non ha però mai smesso di amare il teatro e nel corso della sua carriera ha recitato in numerosi spettacoli, come ad esempio “Due”, che tra il 2017 e il 2018 ha portato sui palchi di tutta Italia in più di 200 repliche, ottenendo ampi consensi dal pubblico e dalla critica. Nel 2019, invece, porta in scena “Coppia aperta quasi spalancata”, uno dei testi più celebri di Dario Fo. Nel 2018 inizia a scrivere come editorialista per La Stampa: Chiara Francini, infatti, è anche scrittrice, e lo ha dimostrato con il successo del suo primo libro, “Non parlare con la bocca piena”, che ha raccolto pareri favorevoli da parte della critica. A questo romanzo ne seguono altri tre, di cui l’ultimo pubblicato nel 2020. Nel 2021 l’attrice è nuovamente sul piccolo schermo nel ruolo di giudice di “Drag Race Italia”, il primo talent show italiano dedicato al mondo delle drag queen, al fianco di Tommaso Zorzi e di Priscilla.

A far “ballare e impazzire il teatro Ariston e tutti i telespettatori da casa” – ha aggiunto Amadeus – nella serata di Mercoledì 8 febbraio (nella 2ª serata), invece, saranno dei super ospiti internazionali, i Black Eyed Peas. Il gruppo californiano andrà ad arricchire il cast di presenze che prevede l’esibizione storica e inedita del trio composto da Albano, Massimo Ranieri e Gianni Morandi.

Anche loro hanno annunciato la loro presenza con un video-messaggio di ringraziamento. “Dopo tre anni torniamo a ospitare nomi della musica internazionale”, ha detto Amadeus con orgoglio, sottolineando che le sorprese non sono finite e che domani, lunedì 16 gennaio, ne arriveranno delle altre.

I Black Eyed Peas  (noti per un periodo anche come The Black Eyed Peas) sono un gruppo musicale alternative hip hop statunitense, formatosi nel 1995 a Los Angeles (California) per iniziativa dei rapper apl.de.ap, will.i.am (già compagni di liceo) e Taboo. Nel corso della loro carriera ne hanno fatto parte anche la corista Kim Hill, la cantante Fergie e la cantante J. Rey Soul. Il loro album di debutto fu “Behind the Front”, pubblicato nel 1998. Nel 2000 il gruppo pubblicò il secondo album, “Bridging the Gap”. Il successo giunse nel 2003 con il terzo album “Elephunk”, il primo inciso con Fergie: da esso furono estratti i singoli “Where Is the Love?”, “Shut Up“, “Hey Mama“ e “Let’s Get It Started. Nel 2005 il quartetto pubblicò il quarto album “Monkey Business”, promosso dai singoli “Don’t Phunk with My Heart“, “Don’t Lie“, “My Humps” e “Pump It”. Dopo oltre tre anni di pausa, nel 2009 il gruppo tornò sulle scene musicali con “The E.N.D.”, album che segnò la loro svolta dance pop e che fu promosso da sei singoli, tra cui le hit Boom Boom Pow e “I Gotta Feeling. Due anni più tardi fu volta di “The Beginning” da cui vennero estratti “The Time (Dirty Bit)”, “Just Can’t Get Enough“ e “Don’t Stop the Party“. Nel 2018 sono tornati sulle scene musicali con l’album “Masters of the Sun Vol. 1”, che ha segnato il ritorno verso l’hip hop nonché il primo uscito dopo l’abbandono di Fergie avvenuto l’anno prima. Nel 2020 è stato pubblicato “Translation”, frutto della collaborazione del trio con svariati esponenti della scena pop latina e che ha riportato il trio al successo commerciale grazie ai singoli “Ritmo (Bad Boys for Life)” e “Mamacita”. Al 2010 i Black Eyed Peas hanno venduto 35 milioni di album e 41 milioni di singoli.

Il settantatreesimo Festival di Sanremo si svolgerà al Teatro Ariston di Sanremo dal 7 all’11 febbraio 2023 con la conduzione, per il quarto anno consecutivo, di Amadeus, il quale sarà anche il direttore artistico; nel corso delle serate sarà affiancato alla conduzione da Gianni Morandi (tutte le sere) e da varie co-conduttrici: Chiara Ferragni (prima serata e quinta serata – finale), Francesca Fagnani (seconda serata), Paola Egonu (terza serata) e Chiara Francini (quarta serata).

Similmente a quanto già accaduto durante l’edizione precedente, vi parteciperanno 28 artisti con altrettanti brani inediti tutti in gara in un’unica sezione: 22 partecipanti saranno artisti di chiara fama, mentre gli altri erano i primi sei classificati di Sanremo Giovani 2022. Questi ultimi presenteranno un brano inedito diverso da quello con il quale hanno vinto la suddetta competizione. 

Come avviene per regolamento dal 2015, il vincitore del Festival rappresenterà, salvo rinuncia, l’Italia alla 67ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2023 che si svolgerà il 9, l’11 e il 13 maggio 2023 presso la Liverpool Arena di Liverpool, nel Regno Unito, dopo che l’Ucraina, vincitrice dell’edizione precedente in seguito alla vittoria della Kalush Orchestra con “Stefania”, è stata dichiarata non in grado di ospitare il concorso a causa dell’invasione russa del territorio ucraino.

I primi 22 partecipanti al Festival sono stati annunciati il 4 dicembre 2022 durante l’edizione diurna del TG1, mentre i titoli dei relativi brani sono stati rivelati il successivo 16 dicembre durante la finale di Sanremo Giovani 2022, manifestazione che ha selezionato anche gli ultimi sei artisti che si sono guadagnati il diritto di partecipare al Festival.

Come per l’edizione 2022 del Festival di Sanremo, l’unica categoria in gara al Festival si chiama “Artisti”: i Giovani si sono sfidati nella Finale di Sanremo Giovani e 6 di loro hanno ottenuto un posto in gara tra i Big.

Ecco di seguito l’elenco ufficiale e completo dei 28 cantanti in gara (22 cantanti scelti e 6 vincitori di Sanremo Giovani) con 28 canzoni inedite: 

  • Giorgia – “Parole dette male” (F. Roccati, A. Bianco, M. Dagani ‘Big Fish’ e M. M. G. Fracchiolla)
  • Articolo 31 – “Un bel viaggio” (D. Silvestri, W. Perrini, V. Perrini, A. Colangelo, Federica Abbate, A. Aleotti (J-Ax), L. Aleotti ‘Grido’)
  • Elodie – “Due” (Federica Abbate, Jacopo Ettorre, Francesco Catitti)
  • Colapesce Dimartino – “Splash” (Colapesce, DiMartino)
  • Ariete – “Mare di guai” (A. Del Giaccio ‘Ariete’, E. D’Erme ‘Calcuta’, D. Faini ‘Dardust’, V. Centrella)
  • Modà – “Lasciami” (Francesco Silvestri, Enrico Palmosi)
  • Mara Sattei – “Duemilaminuti” (Damiano David)
  • Leo Gassmann – “Terzo cuore” (Riccardo Zanotti, Leo Gassmann, Marco Paganelli, Giorgio Pesenti)
  • I Cugini di Campagna – “Lettera 22” (La Rappresentante di Lista)
  • Mr. Rain – “Supereroi” (M. Balardi ‘Mr. Rain’, Lorenzo Vizzini Bisaccia)
  • Marco Mengoni – “Due vite” (Davide Petrella, Marco Mengoni, Davide Simonetta)
  • Anna Oxa – “Sali (Canto dell’anima)” (G. Rinaldi ‘Kaballà’, A. Hoxha (Anna Oxa), Francesco Bianconi, Fio Zanotti)
  • Lazza – “Cenere” (Davide Petrella, J. Lazzarini ‘Lazza’, D. Faini ‘Dardust’)
  • Tananai – “Tango” (P. Antonacci, D. Simonetta, A. Cotta Ramusino ‘Tananai’, A. Raina)
  • Paola & Chiara – “Furore” (Paola Iezzi, Chiara Iezzi, Alessandro La Cava, Merk & Kremont, L. Grillotti, Eugenio Maimone, Jacopo Ettorre)
  • LDA – “Se poi domani” (Luca D’Alessio ‘LDA’)
  • Madame – “Il bene nel male” (Bias, F. Calearo ‘Madame’, Brail)
  • Gianluca Grignani – “Quando ti manca il fiato” (Enrico  Melozzi, Gianluca Grignani)
  • Rosa Chemical – “Made in Italy” (M. F. Rocati ‘Rosa Chemical’, Paolo Antonacci, Davide Simonetta, O. Inglese)
  • Coma_Cose – “L’addio” (Coma_Cose)
  • Levante – “Vivo” (C. Lagona ‘Levante’)
  • Ultimo – “Alba” (N. Moriconi ‘Ultimo’)
  • Shari – “Egoista” (I. Fenudi, S. Noioso ‘Shari’, M. Pisciottu ‘Salmo’, R. Puddu)
  • gIANMARIA – “Mostro” (G. Manilardi, A. Filippelli, V. Centrella, V. Petrozzino, Gianmaria Volpato ‘gIANMARIA’)
  • Colla Zio – “Non mi va” (T. Manzoni, A. Malatesta, F. U. Lamperti, T. Bernasconi, A. Arminio, Giorgio Pesenti)
  • Sethu – “Cause perse” (Sethu)
  • Will – “Stupido” (S. Cremonini, A. Pugliese, W. Busetti ‘Will’)
  • Olly – “Polvere” (F. Olivieri ‘Olly’, E. Lovito, J. Boveroo)

Il primo ospite di Sanremo 2023 ufficializzato da Amadeus è Salmo. Si esibirà nelle serate di martedì e sabato su una nave ormeggiata davanti a Sanremo. Mahmood e Blanco apriranno il Festival la prima sera cantando “Brividi”, la canzone con la quale hanno vinto l’edizione del 2022, mentre Al Bano, Massimo Ranieri e Gianni Morandi si esibiranno nella seconda serata. I Black Eyed Peas sono i grandi ospiti internazionali e si esibiranno al Festival sempre durante la seconda serata, mercoledì 8 febbraio.

Per quanto riguarda il “PrimaFestival” Amadeus ha annunciato che alla conduzione ci sarà Andrea Delogu e come inviati Gli Autogol e Jody Cecchetto.

Lunedì 16 gennaio 2023, dalle ore 9.00 alle ore 14.00 saranno aperte le richieste di prenotazione per gli abbonamenti a pagamento di platea e galleria delle cinque serate del Festival.  Il prezzo dell’abbonamento per le 5 serate in platea è di € 1290, per le 5 serate in galleria è di € 672. La richiesta di prenotazione (per un massimo di 2 a richiedente) si potrà effettuare soltanto on-line, compilando la scheda al link: https://sanremo2023.aristonsanremo.com

Giurie e votazioni. Nella prima serata si esibiranno 14 dei 28 artisti in gara, ciascuno con il proprio brano, votati dalle tre componenti della Giuria della sala stampa, ovvero giuria della carta stampata e TV (un terzo), giuria del web (un terzo) e giuria delle radio (un terzo). Al termine delle votazioni verrà stilata una classifica provvisoria. Nella seconda serata si esibiranno i restanti 14 dei 28 artisti in gara, ciascuno con il proprio brano, votati dalle tre componenti della Giuria della sala stampa, ovvero giuria della carta stampata e TV (un terzo), giuria del web (un terzo) e giuria delle radio (un terzo). Al termine delle votazioni verrà stilata una classifica provvisoria dei 14 artisti in gara, che sarà sommata alla classifica provvisoria dei 14 della prima serata, decretando così la classifica completa delle prime due serate. Nella terza serata si esibiranno i 28 artisti con il proprio brano in gara, votati dalla giuria demoscopica (50%), e dal pubblico a casa tramite televoto (50%). Al termine delle votazioni verrà stilata una classifica provvisoria dei 28 artisti in gara, che andrà poi a sommarsi a quella provvisoria delle prime due serate. Durante la quarta serata, dedicata alle cover, i 28 artisti si esibiranno con un pezzo da loro scelto, sia italiano che internazionale, pubblicato tra gli anni sessanta, settanta, ottanta, novanta e duemila. Le esibizioni saranno votate dalla Giuria demoscopica (33%), dalla Giuria della sala stampa (33%) e dal pubblico a casa tramite televoto (34%). A differenza degli anni scorsi, in queste esibizioni gli artisti dovranno necessariamente farsi accompagnare da ospiti italiani o stranieri. Al termine delle votazioni sarà stilata una classifica provvisoria dei 28 artisti in gara che andrà a sommarsi a quella delle serate precedenti. Nel corso della serata finale si esibiranno nuovamente i 28 artisti, ciascuno con il rispettivo brano in gara, votati dalla Giuria demoscopica (33%), dalla Giuria della sala stampa (33%) e dal pubblico a casa tramite televoto (34%). Al termine delle votazioni sarà stilata la classifica finale, determinata dalla media tra le percentuali della serata finale e quelle delle serate precedenti, che stabilirà la classifica definitiva dalla ventottesima alla quarta posizione. Seguirà una nuova votazione con azzeramento di quelle precedenti per i primi tre classificati, votati dalla demoscopica (33%), dalla sala stampa (33%) e dal pubblico tramite televoto (34%), che decreterà infine la canzone vincitrice del Festival.