Sanremo 2023: Chiara Ferragni a Sanremo contro la violenza sulle donne

L’influencer e imprenditrice Chiara Ferragni ha devoluto il suo compenso come co-conduttrice del Festival in beneficenza all’associazione D.i.Re. 

Nella prima e nell’ultima serata del 73° Festival di Sanremo, in onda dal 7 all’11 febbraio, Chiara Ferragni condurrà al fianco di Amadeus e ha deciso di devolvere il suo intero compenso all’associazione D.i.Re (Donne in Rete contro la violenza).

«Quando ho accettato la proposta di Amadeus l’ho fatto pensando di legare la mia partecipazione a una causa. E questa è la causa. In Italia oggi più che mai c’è bisogno di parlare e di fare qualcosa di concreto contro la violenza maschile sulle donne» ha spiegato l’imprenditrice digitale. «Per questo ho scelto di supportare D.i.Re, un’associazione italiana che gestisce oltre 100 centri antiviolenza e più di 60 case rifugio in tutta Italia per donne vittime di violenza, non solo fisica ma anche psicologica ed economica. Mesi fa ho avuto modo di conoscere Antonella (Veltri, ndr), la presidente di D.i.Re, e alcune operatrici che tutti i giorni lavorano sul campo aiutando 20 mila donne l’anno: sono loro le vere eroine che mi hanno ancora più convinta a iniziare questo percorso che spero si evolverà nei prossimi anni. Un grazie anche alla Rai e ad Amadeus senza cui questa iniziativa non sarebbe stata possibile».

E così l’influencer da 28 milioni di follower in tutto il mondo (suo marito Fedez ne conta 14 milioni) salirà sul palco dell’Ariston «per veicolare al Festival un tema importante e sensibilizzare il pubblico di tutte le età e di tutta Italia». Sarà un debutto importante da conduttrice per la Ferragni, che ha confessato: «Sono emozionata, è una nuova sfida: non ho mai condotto un programma e parto dal Festival! Non sono un’attrice o una conduttrice, devo essere me stessa e basta. Ce la metterò tutta. Non sono l’unica a essere agitata e questo mi consola…».