ESC 2014: András Kállay-Saunders per l’Ungheria

Kállay-Saunders AndrásSi è tenuta stasera la gran finale nazionale del paese, A Dal 2014, per l’Eurovision Song Contest 2014.

In questa serata finale è stato selezionato il rappresentante ungherese all’ESC 2014 tra gli 8 candidati finalisti rimasti in gara. A vincere e, quindi, a rappresentare l’Ungheria all’Eurovision Song Contest 2014, sarà András Kállay-Saunders con la canzone “Running”.

András Kállay-Saunders è nato il 28 gennaio 1985 a New York dalla modella ungherese Katalin Kállay e dal musicista americano Fernando Saunders, e anche lui è cresciuto negli Stati Uniti. Nel 2011 è ha visitato l’Ungheria per trascorrere del tempo con la nonna che era malata. In quel periodo, ha notato un annuncio per il talent show Megasztár, e si è iscritto. 

kallay

András Kállay-Saunders si è classificato quarto, e ha firmato con la Universal Music. A quel punto ha deciso di trasferirsi definitivamente in Ungheria. Nel 2013, ha prima preso parte alla selezione A Dal con la canzone “My Baby”, che era la favorita della giuria in finale. Quest’anno, è riuscito a convincere anche i telespettatori, diventando così il rappresentante ungherese per l’Eurovision Song Contest 2014.

L’A Dal 2014 sarà articolata su 6 turni: 3 fasi di qualificazioni, 2 Semi-finali e una finale. Le tre fasi di qualificazioni da 10 brani/interpreti ciascuna si svolgeranno il 25 Gennaio, il 1 Febbraio e l’8 Febbraio 2014 composte da dieci canzoni in ogni serata. I 6 migliori brani/interpreti selezionati di ciascuna: 3 scelti dalla giuria di esperti così come i tre migliori selezionati dal televoto del pubblico si qualificheranno per partecipare alle due semifinali, mentre le 2 Semi-finali da nove brani/interpreti ciascuna si svolgeranno il 15 Febbraio e il 16 Febbraio 2014. I 4 migliori brani/interpreti selezionati di ciascuna: 2 selezionati dalla giuria di esperti così come 2 scelti dal televoto del pubblico si qualificheranno per partecipare alla finale che si terrà il 22 Febbraio.

Un totale di otto brani/interpreti si sfideranno in un primo turno nella finale. La giuria di esperti ridurrà la lista da 8 a 4 brani/interpreti, e saranno questi quattro che si daranno battaglia nello secondo turno per rappresentare l’Ungheria a Copenhagen. Alla fine, lartista che ha ricevuto il maggior numero di preferenze del televoto del pubblico è stato deciso il rappresentante dell’Ungheria all’ESC 2014.

I presentatori dell’A Dal 2014 sono stati Éva Novodomszky e Gábor Gundel Takács, mentre Krisztina Rátonyi e Levente Harsányi sono stati i presentatori del backstage. L’ospite della serata è stato ByeAlex e Az Mr Szimfonikusok con una versione del brano “Kedvesem“.

Ecco di seguito il risultato della serata finale:

Primo turno (Giuria):

  1. Depresszió – Csak a zene 0 punti
  2. Bogi – We All 26 punti
  3. Kállay-Saunders András – Running 30 punti
  4. New Level Empire – The Last One 12 punti
  5. Pál Dénes – Brave New World 4 punti
  6. Fool Moon – It Can’t Be Over 22 punti
  7. Király Viktor – Running Out Of Time 18 punti
  8. Honey Beast – A legnagyobb hős 0 punti

Secondo turno ,Super-final (Televoto):

  1. András Kállay-Saunders
  2. Bogi
  3. Fool Moon
  4. Viktor Király

Rákay Philip, Csiszár Jenő, Kovács Kati és Rúzsa Magdi (rappresentante ungherese all’ESC 2007) saranno i 4 membri della giuria di esperti degli spettacoli televisivi, mentre il rappresentante ungherese all’ESC 2013 ByeAlex (Márta Alex) sarà anche coinvolto nello spettacolo come ‘commentatore digitale’. 

L’Ungheria è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Malmö, da ByeAlex con il suo brano “Kedvesem (Zoohacker Remix)”, raggiungendo il 10° posto in finale.

L’Ungheria, ha partecipato all’ESC per la prima volta nel 1994, ma già l’anno prima tento di qualificarsi all’evento partecipando alla semifinale di Lubiana (Kvalifikacija za Millstreet, Qualification for Millstreet; Qualification pour Millstreet), con “Árva reggel” (Lonesome morning) di Andrea Szulák ma non passò il turno.

Il risultato migliore rimane fino ad ora il quarto posto ottenuto proprio con la canzone di debutto, “Kinek mondjam el vétkeimet?” (To whom can I tell my sins?) di Friderika Bayer. L’Ungheria partecipa alla manifestazione in maniera irregolare: presente dal 1994 al 1998, torna nel 2005 centrando la finale, per poi fermarsi un anno ed essere presente dal 2007 al 2009. Particolarmente tormentata la scelta per il 2009: dopo che la canzone vincente è stata squalificata, e la seconda ha rinunciato, Zoli Ádok (finito terzo) ha rappresentato il paese a Mosca, fermandosi alla semifinale. 

Ritiratasi nel 2010, torna l’anno dopo e centra la finale fino ad oggi, con “What About My Dreams?” di Kati Wolf nel 2011, con ”Sound Of Our Hearts” di Compact Disco e l’anno scorso con “Kedvesem (Zoohacker Remix)“ di ByeAlex.