JESC 2014: L’EBU-UER sta cercando di riportare la Spagna alla manifestazione

JESC ES

Non è un mistero che l’EBU-UER voglia allargare il concorso, cercando di riportare dentro o portare per la prima volta i Paesi assenti di maggior spessore. E dove non ha trovato l’appoggio dell’emittente pubblica, starebbe sondando il campo con quelle private che sono iscritte all’EBU-UER in quanto titolari di ampi spazi no profit o di una programmazione in gran parte sociale o di pubblica utilità o ancora che fanno capo a particolari istituzioni.

É il caso della Spagna. Secondo quanto riporta il sito escplus, che ha sintetizzato un scambio di twitter che coinvolge anche i Supervisori della rassegna, Vladislav Yakovlev e Luke Fisher, l’EBU-UER starebbe valutando un eventuale interesse da parte di due gruppi già aderenti molto importanti, vale a dire la catena radiofonica Cadena SER, del potentissimo gruppo Prisa che possiede fra l’altro anche ‘Los 40’ e il quotidiano ‘El País’ e con la Cadena COPE che dal 2011 possiede anche la maggioranza di 13TV.

Screenshot 1

Screenshot 2

Più difficile invece il recupero del gruppo Atresmedia, proprietario di Antena 3, che non è più associato all’EBU-UER dalla metà degli anni 90 e che quindi dovrebbe prima rientrarvi. Ma la Spagna potrebbe non essere l’unico paese sotto esplorazione con le tv private. Altri paesi hanno associate all’EBU-UER anche fra  TV o Radio private (Francia, Norvegia, Finlandia, Danimarca, oltre alla Svezia già in concorso).

Senza contare che  il Regno Unito, che gareggiava con l’emittente pubblica ITV, ha come aderente all’EBU-UER anche la privata Channel 4, la quale la quale con la sua branca gallese S4C nel 2008 espresse interesse per lo Junior ESC allo scopo di diffondere la lingua e la cultura gallese.

Peraltro, l’edizione 2013 dello JESC è stata trasmessa nel Regno Unito da Castle Fm, una radio comunitaria scozzese (non aderente all’EBU-UER), che acquisì i diritti di trasmissione dalla ITV non partecipante (come fece per l’ESC nel 2003 Gay.tv in Italia con la RAI) . Chissà che oltre alla Spagna, l’EBU-UER non ci stia provando anche con qualcuno di questi altri Paesi.

Al momento non c’è stata ancora nessuna conferma o smentita ufficiale. Ovviamente per il momento sono solo indiscrezioni. Anche se, il Supervisore Esecutivo dello Junior ESC, Vadislav Yakovlev, ha recentemente affermato che era ancora in trattative con alcuni paesi membri, con la concreta possibilità che la lista si allunghi.

Da ricordare che il 15 Agosto, sarà il giorno della chiusura delle iscrizioni e quando si rivelerà la lista ufficiale dei partecipanti.

Infatti l’ERI di Macedonia sta valutando un ritorno alla gara e ancora non ha preso una decisione definitiva, anche San Marino (debuttante lo scorso anno con Michele Perniola, reduce da ‘Ti lascio una canzone’, non ha ancora rivelato i propri piani per l’edizione 2014. Situazione identica a quella dell’Azerbaigian e la Moldavia, in gara l’anno scorso ed al momento in sospeso.

Al momento sono 14 i Paesi iscritti allo Junior ESC 2014 a Malta, lo stato vincitore dell’edizione precedente, che ospiterà per la prima volta un evento legato all’Eurovisione: Italia (aspettando di conoscere la scelta italiana) ed il Montenegro (che debutteranno per la prima volta), Armenia, Bielorussia, Cipro (che ritorna dopo il suo ritiro nel 2009), Georgia, Malta, Paesi Bassi, Russia, Svezia, Serbia, Ucraina, Bulgaria (ritorno dopo due anni di assenza) e il Portogallo, che si era ritirato dopo due sole partecipazioni, anche se la conferma ufficiale deve ancora arrivare. Di questi però, solo quattro hanno annunciato i rappresentanti: Malta (Federica Falzon, proveniente da “Ti lascio una canzone”), Svezia (Julia Kedhammar, con la canzone “Du är inte ensam”) e Cipro con Sophia Patsalides e il suo brano “I Pio Omorfi Mera” (The most beautiful day).

La competizione si svolge in maniera analoga all’Eurovision Song Contest, ma con alcune differenze: i cantanti in competizione, che provengono da ogni angolo d’Europa (ma l’Ovest è scarsamente rappresentato), sono bambini dai 10 a 15 anni; le canzoni devono durare al massimo 2′ e 45″, essere inedite ed interpretate in una delle lingue ufficiali del proprio paese; la nazione vincitrice non ha l’obbligo di ospitare l’edizione successiva. Inoltre, all’inizio come ogni anno ogni paese riceve automaticamente 12 punti.

Dei paesi che formano il gruppo delle Big 5 dell’ESC, la Germania non vi ha mai preso parte,mentre l’Italia debutta, come già accennato, proprio quest’anno.

Lo Junior Eurovision Song Contest 2014 si terrà alla Malta Shipbuilding de Marsa, a Malta il 15 Novembre 2014. Lo slogan di quest’edizione sarà #Together.

(Tratto da: junioreurovision.tv, escplus, EurofestivalNEWS)