Sanremo 2019: Tra conferme, smentite e nuove voci sui conduttori, ospiti e cantanti in gara

sanremo-2019

Al Festival di Sanremo 2019 manca sempre meno ma le uniche conferme al momento si hanno a proposito delle date della kermesse canora: dal 5 al 9 febbraio 2019 il Festival andrà in scena al Teatro Ariston di Sanremo e in diretta su Rai1.

Dopo al scelta dei 24 Giovani, a Baglioni spetta quella dei Big e dei co-conduttori della kermesse di febbraio.

24 gli emergenti di Sanremo Giovani che si sfideranno il 20 e il 21 dicembre in diretta su Rai1 nel festival a loro dedicato. 2 quelli che andranno al festival di febbraio per gareggiare con i Big. Zero le conferme giunte al momento sul cast dei Campioni, che verrà annunciato nel mese di dicembre dal direttore artistico Claudio Baglioni.

Nessuna conferma anche a proposito dei conduttori. Se fino a pochi giorni fa sembrava essere in via di conferma la presenza di Vanessa Incontrada, ora è ufficialmente smentita. Intervistata da TvBlog, infatti, la Incontrada ha smentito di essere stata contattata. Al momento nessuna trattativa è in corso. Il suo nome potrebbe essere stato sostituito da quello di Virginia Raffaele, co-conduttrice al fianco di Claudio Bisio al prossimo Festival di Sanremo con la già nota supervisione del “dittatore” artistico Claudio Baglioni. 

Confermato per il secondo anno consecutivo alla guida del festival, Baglioni ha già apportato qualche modifica importante scorporando la gara Giovani e anticipandola a dicembre a favore di un Festival di Sanremo interamente per i Campioni nel mese di febbraio. Ai Big si aggiungeranno solo 2 Nuove Proposte, vincitrici di Sanremo Giovani di dicembre, ma non ci sarà uno spazio riservato agli emergenti.

Ancora di più sono i dubbi a proposito del cast di Campioni. Ultimo, Modà, Riki o Irama, Arisa, Nek, Måneskin e chi più ne ha più ne metta. Se la presenza di Ultimo potrebbe – all’apparenza – essere confermata dal nuovo disco atteso nei primi mesi del 2019, ben più radi sono gli indizi certi sugli altri. A centinaia avranno presentato ovviamente la richiesta di partecipazione alla competizione della musica italiana e dopo la scelta sui Giovani, a Baglioni spetta quella sui Big.

Secondo un’indiscrezione della rivista Vero, Claudio Baglioni vorrebbe avere sul palco dell’Ariston l’ex First Lady Michelle Obama. La consorte di Barack Obama dovrebbe presto sbarcare in Europa per promuovere il suo primo libro, l’autobiografia intitolata ‘Becoming’, pubblicata in Italia dalla casa editrice Garzanti. In vista del tour per il Vecchio Continente Michelle Obama sarebbero diversi i network pronti a tutto per averla come ospite. Sempre secondo Vero in pole potrebbe esserci proprio la Rai, anche se è ancora prematuro per sapere se l’accordo di partecipazione verrà siglato.

Lo scorso 27 novembre a Roma il Sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, con il direttore artistico del Festival, Claudio Baglioni hanno scambiato qualche vedute sulla prossima edizione di Sanremo Giovani ed Area Sanremo.

Al termine della diretta radio, durante la quale Baglioni ha diramato i nomi dei 24 cantanti che parteciperanno a ‘Sanremo Giovani’ (tra cui i 6 di ‘Area Sanremo’), il primo cittadino ha parlato con il cantautore che, dallo scorso anno è al ‘comando’ della kermesse canora matuziana: “Poche parole – ha detto il Sindaco – ma non abbiamo parlato di nulla in particolare. Sicuramente è emerso che, da quest’anno, c’è decisamente più feeling tra ‘Sanremo Giovani’ e la nostra ‘Area Sanremo’. Ho notato che c’è più entusiasmo ed una maggiore volontà di investire sulla ‘due giorni’ che ci attende”.

Bocca cucita a doppia mandata, da parte del Sindaco sul futuro di ‘Area Sanremo’: “Mentre la manifestazione principale rimane alla fondazione Sinfonica, per il ‘tour’ sarà necessario un bando che è in preparazione e dovrà essere emanato entro marzo”. Nessun commento, da parte di Biancheri sul format della prossima ‘Area Sanremo’. Da tempo si parla di un cambio sempre più verso un ‘talent’ che, di fatto, manca alla Rai. L’ente di Stato ha si ‘The Voice’, ma quello matuziano potrebbe diventare l’unico ‘talent’ che porta i cantanti a quella che di fatto è la manifestazione più importante a livello musicale in Italia e, forse, anche in Europa.

Sarebbe un’occasione da non lasciarsi scappare, magari senza perdere quel connotato di ‘Accademia’, che sempre ha avuto ‘Area Sanremo’ e che l’Amministrazione vorrebbe ulteriormente allargare, in quell’ambizioso progetto di una vera e propria ‘Università musicale’ per una città che ha l’ambizione di essere… della musica.