Sanremo 2019: Ecco chi vincerà il festival di Sanremo per i bookmaker

1280x720_1547026417990_logo sanremo 2019

Ancora tre giorni e la sera di martedì 5 febbraio avrà inizio la 69esima edizione del festival di Sanremo, la manifestazione canora più nota e importante d’Italia.

Già da tempo le notizie che riguardano il festival della canzone italiana hanno monopolizzato l’attenzione dei fan di casa nostra che tutto vogliono sapere e tutto vogliono scoprire sugli artisti che partecipano, sulle canzoni che presentano, sul terzetto di conduttori Baglioni-Raffaele-Bisio, sulle polemiche che nascono e muoiono, ma soprattutto, una e una sola è la domanda che viene posta, chi vincerà il festival?

I più indicati a rispondere a un quesito del genere sono quelli che per mestiere hanno a che fare con i pronostici, ovvero i bookmaker. Quindi abbiamo testato il polso della situazione, oggi sabato 2 febbraio, anche se la situazione si farà più precisa solo quando i vari interpreti presenteranno le loro canzoni sul palco del teatro Ariston.

La Snai mette in pole position Ultimo con una quota di 2.25 (per ogni euro giocato se ne vincono 2.25), a ruota Irama a 4.50 e Il Volo a 5. Molto in alto nelle quotazioni anche Daniele Silvestri e Nek entrambi a 8. Poi: Arisa a 10, Loredana Berté a 12, Simone Cristicchi a 15, Francesco Renga e Federica Carta insieme a Shade a 18. In mezzo al gruppo dei magnifici ventiquattro troviamo Motta e Enrico Nigiotti a 20, Paola Turci Mahmood Patty Pravo e Briga Nino D’Angelo con Livio Cori a 25. Lontano dalle possibilità di vittoria per la casa di scommesse Zen Circus Negrita e Ghemon a 33. Achille Lauro Boomdabash Einar a 40, a chiudere Anna Tatangelo e gli Ex Otago a 60.

Consultando l’agenzia Eurobet per alcuni artisti abbiamo riscontri differenti, anche se, nella sostanza i nomi dei favoriti rimangono sempre quelli. Quindi, a contendersi la vittoria a pari merito con una quota di 2.75 si trovano Ultimo e Irama, Il Volo è a 5 e Nek a 6. Simone Cristicchi è nel gruppo di testa con una quota di 8, mentre Francesco Renga è a 11. A 15 si trova un terzetto: Daniele Silvestri, Mahmood, Federica Carta e Shade. Dopo di loro Arisa a 16, Zen Circus a 21, Enrico Nigiotti Ghemon Patty Pravo e Briga a 26. Più sotto a 31 Achille Lauro, Ex Otago e Negrita. Ancora più lontano a 36 Motta, Nino D’Angelo e Livio Cori, Einar Loredana Bertè e sono a 41. Penultimi in griglia Paola Turci e Boombadash a 51. In ultimissima fila Anna Tatangelo a 67.

Intanto, ecco il programma di Sanremo 2019: Andrea Bocelli, che festeggia 25 anni dalla vittoria tra le Nuove Proposte con «Il mare calmo della sera», insieme al figlio Matteo, e Giorgia, per la serata di apertura del festival di Sanremo; Marco Mengoni con Tom Walker, mercoledì; Fiorella Mannoia, Alessandra Amoroso, Antonello Venditti sul palco dell’Ariston giovedì; Luciano Ligabue e il duo Raf-Umberto Tozzi per venerdì, serata già densa di duetti con i 24 artisti in gara che si esibiscono in una versione rivisitata del brano con ospitate di lusso. Sabato, per il gran finale, sono attesi Eros Ramazzotti con Luis Fonsi, ed Elisa.

Rimane l’interrogativo se Ariana Grande ci sarà o meno. Un festival che solo in extremis ha aperto le porte anche a qualche artista straniero, dopo le dichiarazioni d’intenti del direttore artistico Claudio Baglioni che puntava a un Sanremo nel segno dell’italianità.

Nutrita anche la schiera dei non-cantanti. All’Ariston torneranno Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker, dopo il trionfo dell’anno scorso. La showgirl svizzera sarà protagonista di uno sketch con Claudio Bisio, padrone di casa insieme a Virginia Raffaele. Si affacceranno anche Pippo Baudo e Fabio Rovazzi, nelle vesti di ‘padrinI’ dei due vincitori di Sanremo Giovani, Einar e Mahmmod, che hanno conquistato di diritto un posto tra i Big che, in un’unica categoria, si sfideranno per la vittoria.

Ci sarà anche Claudio Santamaria, componente per una serata di quel ‘quartetto Cetra’ con gli altri tre conduttori evocato da Baglioni. Tra gli omaggi, un posto d’onore spetterà a Mia Martini: l’occasione sarà il lancio della fiction Io sono Mia, interpretata da Serena Rossi, che probabilmente canterà Almeno tu nell’universo.

Performance canora in vista anche per Michele Riondino e Laura Chiatti, sulle note di Lucio Battisti e di Un’avventura, titolo del loro nuovo film in uscita il 14 febbraio. L’uscita de I Villeggianti (film presentato a Venezia), prevista per il 28 febbraio, porterà – giovedì sera – in Riviera anche le due Valeria: Golino e Bruni Tedeschi, che sul grande schermo si scatenano sulle note di Ma che freddo fa di Nada. Chissà che le due attrici non replichino anche all’Ariston.