ESC 2019: Prosegue la sessione di prove – Giorno 9

Publication2pr

Oggi nona giornata per la 1ª e 2ª Prova Generale (Dress Rehearsal) della Prima Semifinale della 64ª edizione dell’Eurovision Song Contest che si terrà per la terza volta in assoluto in Israele (dopo l’Eurovision Song Contest 1979 e l’Eurovision Song Contest 1999), presso l’EXPO Tel Aviv (International Convention Center) il 14, 16 e 18 maggio del prossimo anno, grazie alla vittoria di Netta Barzilai con la canzone “TOY”.

Il Primo Dress Rehearsal della Prima Semifinale le porte aperte solo per la stampa accreditata e nel Dress Rehearsal 2 le 20 giurie nazionali votano (Israele chiamato a votare insieme a Spagna e Francia) e attribuiranno i propri voti al termine della trasmissione di questa serata, che avviene a circuito chiuso e compongono il 50% del risultato finale, mentre il pubblico potrà farlo tramite televoto durante la diretta di domani sera. Televoto e giuria hanno sempre lo stesso peso, ma non è più effettuata la media ponderata delle due classifiche. 

Il primo Dress Rehearsals si terrá dalle 14:00 alle 16:25, mentre il secondo Dress Rehearsals / Jury Show si terrá dalle 20:00 alle 22:10 (quella riservata alle giurie nazionali, che attribuiranno i propri voti al termine della trasmissione di questa serata e trasmessa agli accreditati a circuito chiuso, che servirà anche da switch off  in caso di problemi tecnici in quanto è stata registrata).

Le prove di oggi sono aperte alla stampa e ai fan accreditati. I secondi giri di prove avranno video integrali. Anche se in genere gli unici video ufficiali disponibili saranno quelli del sito ufficiale www.eurovision.tv che, durante la giornata, verrà aggiornato man mano che i video verranno pubblicati; è più facile che escano primi altri video su altri siti dedicati all’Eurovision.

Alle ore 18:20 CEST, si terrà una conferenza stampa con EBU-UER e l’emittente ospitante KAN. Alle 18:40 CEST, la conferenza stampa riguardante lo Junior Eurovision Song Contest 2019.

13-14.jpg

Ecco i paesi in gara nella Prima Semi-finale:

  1. Cipro: Tamta – Replay
  2. Montenegro: D-Mol – Heaven
  3. Finlandia: Darude feat. Sebastian Rejman – Look Away
  4. Polonia: Tulia – Fire of Love (Pali się)
  5. Slovenia: Zala Kralj & Gašper Šantl – Sebi
  6. Repubblica Ceca: Lake Malawi – Friend of a Friend
  7. Ungheria: Joci Pápai – Az én apám
  8. Bielorussia: ZENA – Like It
  9. Serbia: Nevena Božović – Kruna
  10. Belgio: Eliot – Wake Up
  11. Georgia: Oto Nemsadze – Keep on Going
  12. Australia: Kate Miller-Heidke – Zero Gravity
  13. Islanda: Hatari – Hatrið mun sigra
  14. Estonia: Victor Crone – Storm
  15. Portogallo: Conan Osiris – Telemóveis
  16. Grecia: Katerine Duska – Better Love
  17. San Marino: Serhat – Say Na Na Na

8dadf8e1-285d-4be6-ac30-c3fcb2b4fc70

Si terrà dal 14 al 18 maggio la 64a edizione dell’Eurovision Song Contest. Le due Semifinali di martedì 14 e giovedì 18 alle ore 22:00 IDT (21:00 CEST) saranno trasmesse da Rai4 e commentate da Federico Russo e Ema Stokholma o se preferite su San Marino RTV (canale 520 Sky), sempre alle 21:00, con commento di Lia Fiorio e Gigi Restivo. Nelle zone al confine con la Svizzera, potete seguire anche il commento di Clarissa Tami per RSI La 2, ore 21:00 anche in questo caso, mentre la Finale di sabato 18 andrà in onda  alle ore 21:00 su Rai1 con il commento di  Federico Russo e Flavio Insinna in diretta da Tel Aviv, mentre su Radio 2 Rai la diretta sarà commentata da Gino Castaldo  e Ema Stockholma.

La Prima Semi-finale si terrà il 14 maggio 2018 dalle 21:00 CEST; vi gareggeranno 17 Paesi e voteranno anche Israele, Francia e Spagna.

La capitale israeliana ospiterà l’evento perché l’edizione 2018 (vista da circa 186 milioni di telespettatori nel mondo e uno share medio del 35.8%) è stata vinta proprio da Israele con il brano «TOY» di Netta. Sono 41 i Paesi in gara quest’anno. Dalla competizione si sono ritirati l’Ucraniadopo la vittoria di Maruv nella selezione nazionale, UA:PBC aveva richiesto all’artista di sottoscrivere entro 48 ore un contratto in cui si impegnava a non esibirsi in Russia per poter rappresentare il Paese all’Eurovision. Il giorno dopo la cantante ha rivelato gli altri termini del contratto che le impediva di fatto di improvvisare durante le sue performance e di comunicare con i giornalisti senza il permesso dell’emittente, pena una multa di 2 milioni di grivnie. Inoltre la televisione non le avrebbe garantito alcun supporto economico, non coprendo nemmeno le spese connesse al viaggio per Tel Aviv. Il 25 febbraio, Maruv e la UA:PBC comunicarono di non aver raggiunto un accordo e che quindi la televisione avrebbe scelto un altro artista tra i finalisti del Vidbir, rivolgendosi quindi alle Freedom Jazz (seconde classificate) e poi ai Kazka (terzi). Dopo il rifiuto di entrambi, il 27 febbraio viene quindi comunicato il ritiro dell’Ucraina dalla competizione.

Per l’Italia, che accede direttamente in finale, Mahmood canterà «Soldi», brano con cui ha vinto Sanremo: gli scommettitori lo danno tra i primi 10 favoriti, assieme ai cantanti di Paesi Bassi, Francia, Svizzera, Svezia, …

Ecco il voto del Press Centre dopo le prove: 

01º. Australia: 107 punti
02º. Grecia: 71 punti
03º. Islanda: 57 punti
04º. Repubblica Ceca: 45 punti
05º. Serbia: 42 punti
06º. San Marino: 23 punti
07º. Estonia: 23 punti
08º. Georgia: 20 punti
09º. Portogallo: 20 punti
10º. Ungheria: 20 punti
11º. Belgio: 20 punti
12º. Cipro: 19 punti
13º. Slovenia: 18 punti
14º. Bielorussia: 18 punti
15º. Montenegro: 15 punti
16º. Polonia: 7 punti
17º. Finlandia: 0 punti